Sesso in strada a Teramo, passanti scoprono tutto per i gemiti: amanti multati per le norme anti covid

Fanno sesso in strada, incuranti dei residenti della zona: denunciata una coppia di amanti focosi a Corropoli in Abruzzo.

Panchina sesso in strada giovani

L’episodio si è verificato qualche settimana fa e ha visto protagonisti un 35enne e una 26enne, residenti in Val Vibrata, in provincia di Teramo, che, di passaggio per il centro di Corropoli, hanno parcheggiato la loro auto e, dopo le iniziali effusioni, sono scesi dal veicolo e hanno fatto sesso, un rapporto completo tra lo stupore di alcuni residenti richiamati dai gemiti della coppia. A nulla sono valse le urla delle persone che hanno assistito allibiti alla scena di sesso in strada.

Sul posto sono arrivati i carabinieri che avrebbero inviato gli amanti focosi a ricomporsi. La coppia è stata multata, come riporta Il Messaggero, anche per la violazione delle norme anti covid.

Lory del Santo e il sesso: «Faccio solo il mio dovere, perché è giusto tutto sommato»

Lory del Santo parla dei suoi rapporti intimi col fidanzato Marco Cucolo. Lory Del Santo ha un compagno molto giovane, 28 anni, ma sembra che abbia perso un po’ di interesse nel sesso: “Faccio solo il mio dovere, perché è giusto tutto sommato…”.

lory-del-santo-preview (1)

Fra Lory Del Santo e il fidanzato Marco Cucolo infatti la vita intima non manca, ma lei appunto confessa di aver ridotto l’attività al minimo possibile: “Si, facciamo l’amore – ha spiegato in un intervento a “Un giorno da pecora”, sulle frequenze di Radio1 – ma io spero sempre il meno possibile, non troppo spesso”.

Il numero massimo dei rapporti è quattro (“Direi di accontentarci di quattro volte a settimana (…) Non è proprio pochissimo…”), in cui lei fa il suo “dovere” di fidanzata: “Faccio solo il mio dovere, perché è giusto tutto sommato…”.

Grande Fratello Vip, Adua e Dayane fingono di fare sesso in lavatrice: Paolo Brosio cade nella trappola e reagisce male

Al Grande Fratello Vip Adua Del Vesco, ora Rosalinda, e Dayane Mello hanno teso una trappola a Paolo Brosio simulando un rapporto sessuale. Lo scherzo è stato realizzato con la complicità degli altri inquilini e ha scatenato una reazione inaspettata da parte del giornalista, uno scivolone che si aggiunge a quelli dei giorni scorsi. «Ma io se le vedo poi mi masturbo, meglio che non vedo», ha detto Brosio a Elisabetta Gregoraci e Tommaso Zorzi che lo avevano informato su quanto stava accadendo nella ‘lavatrice’.

5565950_1734_grande_fratello_vip_paolo_brosio_sesso_dayane_mello_adua_vesco_reagisce_male_masturbo

«Stanno limonando?», ha chiesto Zorzi. «Ma…ma…ma…», ha risposto imbarazzato Brosio prima di lasciarsi andare alla frase sull’autoerotismo. Le due ragazze sono sempre più vicine e affettuose, ma si sono messe d’accordo per trarre in inganno Brosio emettendo strani gemiti. Le parole di Brosio hanno fatto il giro di Twitter e fatto urlare nuovamente alla squalifica.

Nella scorsa puntata del GF Vip, Alfonso Signorini aveva rimproverato Paolo Brosio per aver pregato a voce alta di notte, disturbando gli altri inquilini della casa. Il conduttore gli ha fatto presente che la fede va vissuta in intimità e che non va ostentata o spettacolarizzata. Brosio ha spiegato che era una particolare litania che aveva recitato con Patrizia De Blanck e di non essersi reso conto del tono troppo alto. Dopo la diretta, Paolo si è lamentato con i suoi compagni d’avventura, ritenendo ingeneroso l’intervento di Signorini in diretta: «Ma perché mi ha detto quelle cose? Non mi meritavo quell’attacco».

Brosio ha anche rischiato una squalifica per una presunta bestemmia. Ha usato più volte l’intercalare toscano «Dio b***», espression identica a quella utilizzata da Denis Dosio, ma che non ha sortito il medesimo effetto.

Sesso in pieno giorno a Lignano: gli amanti scoperti costretti a pagare 20mila euro di multa

Il sesso in pieno giorno è costato caro a una coppia di 50enni, sorpresi durante l’amplesso a Lignano. I due residenti focosi si trovavano all’interno di un’automobile parcheggiata tra i cassonetti dell’immondizia. Gli amanti sono stati scoperti dalla Polizia locale e puniti per aver commesso atti osceni in luogo pubblico con una multa di ben 20mila euro. L’episodio, riportato dal Messaggero Veneto, risale ai giorni scorsi in via della Vigna, a Sabbiadoro.

5412571_1326_sesso_lignano_multa_20mila_euro

La polizia locale li ha ‘beccati’ durante un controllo di routine. All’arrivo di un primo vigile, la coppia non si è scomposta e ha continuato con le effusioni. Ci sono voluti altri due uomini della municipale per spingerli a interrompere e a rivestirsi senza il minimo imbarazzo.

Ora devono pagare 10mila euro ciascuno. Come riferisce la polizia, la sanzione è quella relativa all’art. 527 del codice penale che prevede ammenda da 5 a 30 mila euro.

Roma, sesso con l’alunna di 16 anni: arrestata professoressa di italiano

Atti sessuali con una studentessa minore di 16 anni. Con questa accusa è stata arrestata e posta ai domiciliari una professoressa di italiano romana. La donna, 63 anni, è stata rintracciata e bloccata nella giornata di sabato nella sua casa vacanze marchigiana, lungo la costa di della provincia di Macerata nelle Marche.

5386397_1634_sesso_professoressa_alunna_macerata (1)

Proprio qui aveva ospitato per un breve soggiorno, lo scorso anno, anche la sua studentessa preferita. Ora l’insegnante, che lavora in un istituto superiore alle porte di Roma, si trova come si diceva agli arresti domiciliari. Il fatto è rivelato da Il Corriere Adriatico. A intervenire i carabinieri di Porto Potenza su disposizione della procura di Roma.

I FATTI
Secondo le indagini, tutto ha inizio l’anno scorso, tra i banchi di un istituto tecnico di Roma. L’insegnante si avvicina a una studentessa, che all’epoca ha 16 anni, si interessa a lei, le parla d’arte. Le cose vanno avanti così finché le due iniziano a vedersi anche al di fuori dell’orario scolastico , e la 16enne si rende conto che la prof sta cercando qualcosa di più dal loro rapporto. L’estate scorsa, poi, l’alunna va a trascorrere qualche tempo nella casa al mare della professoressa nelle Marche.

Al suo ritorno a casa, però, i genitori si accorgono subito che qualcosa non va: la ragazzina parla poco. Poi crolla e racconta tutto: piangendo, riferisce delle attenzioni ricevute e di quella specie di relazione che sarebbe andata avanti per mesi. Mostra loro anche i messaggi sul cellulare .

A quel punto, i genitori della ragazzina vanno dai carabinieri e denunciano. E ieri, la professoressa è stata arrestata dai carabinieri e ora si trova ai domiciliari. I militari hanno sequestrato anche il cellulare dell’insegnante. S’indaga per capire se fosse un episodio isolato oppure possa essere successo con altre alunne.

Gwyneth Paltrow, la rivelazione sul sesso: «La moglie di un celebre attore me lo ha insegnato»

Gwyneth Paltrow sempre più esplicita. L’attrice, un tempo icona del galateo, ha rivelato di aver avuto una maestra d’eccezione per il sesso orale. Durante un recente intervento sul podcast ‘Literally With Rob Lowe’, parlando con l’attore di ‘A New Kind of Family’ e suo vecchio amico Rob Lowe, Paltrow ha spiegato che è stata sua moglie Sheryl Berkoff ad averla istruita su come praticare il sesso orale quando aveva 15 o 16 anni.

be91fc1a6847e0076a2a4c025339043f

L’attrice Premio Oscar ha incontrato la Berkoff intorno al 1988 o 1989, quando la futura moglie di Lowe stava lavorando come truccatrice sul set di “Blythe Danner”. «Sono stata subito ossessionato da lei. – ha raccontato – Prima di tutto, usciva con Keanu Reeves, che era il mio crush sul versante delle celebrità. Ed era così bella. Sapeva che stavo intrufolando sigarette sul set e sarebbe venuta a fumare con me dietro la roulotte».

«E Sheryl mi ha insegnato a fare un pompino e tutte le altre cose tradizionali. E l’ho semplicemente venerata. Pensavo fosse letteralmente la ragazza più cool di tutti i tempi», ha aggiunto.
Archiviata la relazione con Reeves, ha iniziato a frequentare Lowe e i due si sono sposati nel 1991.
La rivelazione piccante è l’ultimo, in ordine di tempo, gesto audace da parte dell’attrice. Tempo fa ha fatto discutere per la candela al profumo della vagina, un prodotto altamente pubblicizzato sul sito Web della sua azienda.

Festini hard con sesso di gruppo, tra le una 60enne: i video inviati al marito e al figlio

Organizzavano festini hard con sesso di gruppo, con tanto di filmini porno girati col consenso dei protagonisti, ma che sono finiti alle persone sbagliate: una donna di 35 anni è finita nei guai dopo che una delle partecipanti alle orge, una donna di 60 anni, ha sporto denuncia nei suoi confronti.

5361934_1951_festini_hard_prato_ricatti_revenge_porn

Accade a Prato, dove la procura guidata da Giuseppe Nicolosi – racconta la stampa locale – ipotizza il reato di revenge porn: la 60enne che ha sporto denuncia ha infatti raccontato di aver ricevuto dalla 35enne una richiesta di duemila euro come ‘rimborso spese’ per i festini. Dopo il rifiuto di pagare, quei video sarebbero arrivati al marito e al figlio della donna.

I carabinieri che indagano sulla vicenda ieri hanno perquisito il negozio della 35enne, prelevando computer e hard disk alla ricerca dei filmati ‘incriminati’: le indagini cercheranno di chiarire meglio una situazione che potrebbe nascondere diversi ulteriori lati oscuri.