Elisa Isoardi si confida: «Sono ingrassata, ecco come ho preso i chili di troppo»

Quest’anno Elisa Isoardi ha sostituto Antonella Clerici nella condizione dello storico programma “La prova del cuoco”, in onda su RaiUno. E anche per la prossima stagione, dato che è stata confermata, sarà la regina dei fornelli della tv pubblica. La trasmissione però ha fatto un po’ ingrassare la bella Elisa.

AAE0ygM

Il programma parla essenzialmente di cibo e per esigenze televisivo la Isoardi è costretta ad assaggiare i piatti che vengono proposti. Il risultato sono 5 chili in più sulla bilancia: “Come ho fatto? – ha spiegato Elsia a “DiPiù Tv” – In trasmissione assaggiavo ogni piatto. È un fatto di serietà, di professionalità. Come potrei parlare con competenza di un piatto se non lo assaggiassi davvero? Non si può fare finta, il pubblico se ne accorgerebbe”.

La cosa però non si limitava alla tramessione: “A fine puntata, inoltre, mi capitava spesso di portarmi via uno dei piatti come pranzo. Sprecare il cibo è un delitto e non sopportavo l’idea che quei buoni piatti potessero finire nella spazzatura”.

Elisa Isoardi: “Tradire Salvini con un politico rivale? Un nome ce l’ho…”

«Nel mio lavoro è importante la chiarezza e l’umiltà, cerco sempre di migliorarmi e la concorrenza mi stimola. Sto per laurearmi in scienze della comunicazione allo Iulm di Milano e passo intere ore a studiare anche per preparare le mie conduzioni».

matteo-salvini-elisa-isoardi-relazione-fidanzati- (1)

Elisa Isoardi, conduttrice di ‘A conti fatti’ su RaiUno, si racconta professionalmente e non solo in un’intervista a Affari Italiani. Il successo di share della trasmissione le fa piacere, ma Elisa, che da bambina sognava di diventare insegnante, è una donna che resta umile: «Il mio è un lavoro bellissimo, come potrei non consigliarlo? Stringo mani, incrocio occhi, ascolto storie di umanità. Il mio modello di conduzione? Un mostro a tre teste con la grinta di Simona Ventura, il garbo di Milly Carlucci e la curiosità di Maria De Filippi. La mia dote migliore? La resistenza».
Inevitabili, però, le domande sulla relazione con il leader della Lega, Matteo Salvini. «Sono una donna che crede fermamente nel matrimonio e nella famiglia» – spiega Elisa – «Accettare un invito a cena da un altro politico? Be’, un nome ce l’ho: Dario Franceschini. Gli proporrei di valorizzare il filatoio di Caraglio, è un bellissimo patrimonio storico-culturale di archeologia industriale».
Purtroppo, però, il ministro dei Beni Culturali è già impegnato con una collega di partito, l’esponente di spicco del Pd romano Michela Di Biase, la pasionaria dem impegnata in Campidoglio in dure opposizioni alla sindaca Virginia Raggi durante le sedute nell’Aula Giulio Cesare.