“Live Non è La D’Urso”, Maria Laura De Vitis ha tradito Paolo Brosio? L’imprenditore paparazzato: «Ecco la verità»

Un faccia a faccia a “Live Non è La D’Urso” tra Maria Laura De Vitis, fidanzata di Paolo Brosio e l’imprenditore Diego, che sostiene di aver avuto una storia con lei mentre Brosio era recluso nella casa del Grande Fratello Vip.

paolo-brosio-maria-laura-de-vitis_30002932

Lui ha raccontato di averla conosciuta in una cena, averla poi accompagnata a casa e baciata, mentre venivano paparazzi. Paolo è poi uscito dal reality, ma lui vorrebbe continuare la relazione: “Spiegami perché la settimana scorsa ti ho invitato a uscire e mi hai risposto che avevi paura dei fotografi – ha fatto sapere ai microfoni della trasmissione – Ho le prove sul telefonino, manderò la conversazione alla redazione. Noi ci siamo baciati e mi sembra strano che non lo ricordi, perché è abbastanza difficile. Non abbiamo una relazione nascosta, ti sento tutti i giorni”.

Sia Brosio che Maria Laura lo accusano di essere in cerca di popolarità e Paolo scambia un appassionato bacio in diretta con la fidanzata: “Un vero uomo in caso bacia e sta zitto, ti sei un driver, un autista. Tu la porti in giro e io la bacio. Io so tutto, so che la senti tutti i giorni. Non ho niente da aggiungere, la storia non esiste”.

Domenica Live, l’incubo di Daniela Rosati : «Presa a calci dal compagno quando ero incinta»

Daniela Rosati ha scelto Domenica Live con Barbara D’Urso per raccontare, per la prima volta, le violenze che ha subito anni fa dal suo compagno dell’epoca. Rosati ora vive da suora laica, vicino Stoccolma.

«Avevo ventidue anni, il mio fidanzato, un giorno, voleva andare in barca con degli amici. Io ero incinta, non mi sentivo bene, non volevo andare. Forse aveva bevuto… Ho scoperto solo dopo che aveva un problema, lo avevo visto sempre bere solo acqua», ricorda.

danielarosati1200

«Lui è impazzito. Mi ha gettata in terra e mi ha dato un calcio in pancia. Sono svenuta, mi sono ripresa all’imbrunire. Ero immersa nel sangue, ho perso il bambino. Lui intanto era andato in barca. Io ho pulito tutto, non volevo che la signora che veniva a fare le pulizie avesse uno choc. Poi non ricordo più nulla, ero scioccata. A lui non ho detto nulla e lui non ha dato nulla a me. Non mi ha mai chiesto scusa».

Di questa storia, Daniela Rosati non ha voluto mai parlare. Non ha raccontato nulla nemmeno ai parenti. Quella volenza non è stata un episodio isolato.

«Una volta mi ha dato una spinta, aveva degli stivali da texano. Lui voleva darmi un calcio, non voleva colpirmi in faccia. Io sono caduta male, e lui mi ha dato un calcio in faccia, il labbro si è spaccato, si vedevano i denti sotto. Lui ha iniziato a piangere, dicendo: “Ti ho rovinata” . Io sono andata in bagno, poi gli ho detto: “Portami in ospedale”. Lì, due medici mi hanno ricucita, li ringrazio sempre. Uno cuciva e l’altro mi chiedeva se volevo denunciare. Io non ho voluto, per difendere i suoi figli, non erano i miei, ma non volevo sapessero che il padre poteva fare quelle cose».

Il racconto delle violenze non si ferma.
«Una volta, in un locale, sono andata in bagno, lui mi ha seguita e ha iniziato a prendermi a pugni in pancia. Io aiutata da una persona, sono andata via dal locale e non sono mai più tornata a casa da lui. Non avrei mai più potuto sopportare nulla di simile. Nessuna donna merita una cosa del genere. Suo figlio, l’ultimo, è un po’ come se fosse la mia famiglia. Ha scelto di vivere con me quando aveva sedici anni ed è rimasto con me fino a quando non è diventato padre. Sua figlia mi chiama “nonna”. Ero triste perché nessuno mi avrebbe mai chiamata “nonna” e la bambina pochi giorni dopo mi ha chiesto se poteva farlo».

Il rapporto con l’uomo che la picchiava è andato avanti.
«Io lo vedo, è stato l’unico a preoccuparsi quando ero da sola in Svezia ed è arrivato il virus. C’è un’amicizia affettuosa tra noi. Credo che lui si sia pentito. Io non voglio che nessuno chieda perdono a me ma che si chieda perdono a Dio. A questi uomini dicono: confessate e chiedete perdono».

Tu si que vales, lo scherzo a Sabrina Ferilli finisce “male”. Il fuorionda choc: «Vaffanc***»

Su Leggo.it le ultime novità. Tu si que vales, lo scherzo a Sabrina Ferilli finisce “male”. Il fuorionda choc: «Vaffanc***». In onda stasera su Canale 5, la finale del programma Mediaset del sabato sera. Tra un’esibizione e l’altra, Maria De Filippi organizza uno scherzo all’amica Sabrina Ferilli.

92f2a730-fe22-11e9-9c5d-ee1cd17612e0

All’improvviso c’è un blackout in studio ed entra un personaggio mascherato da zombie che spaventa Sabrina Ferilli. Non è tutto. La poltrona dell’attrice inizia a roteare per tutto lo studio. Sabrina Ferilli, con la sua proverbiale ironia, commenta: «Maria ma pure in diretta? Guarda che partono le parolacce. Mi devo levà le scarpe?».

Partono le risate in studio. Ma all’improvviso la trasmissione viene interrotta dalla pubblicità. Si sente però in sottofondo: «Vaff***». Il fuorionda fa il giro del web. Su Twitter, i fan commentano: «Ma è Sabrina che ha detto vaff***? Mitica».

Alberto Matano chiude all’improvviso il collegamento e s’infuria a Vita in Diretta: «Questo non deve più accadere…»

Su Leggo.it le ultime novità. Alberto Matano chiude all’improvviso il collegamento e s’infuria a Vita in Diretta: «Questo non deve più accadere…». Oggi, nel programma di Rai1 si è tornati a parlare della morte improvvisa di Diego Armando Maradona. Il conduttore si è collegato in diretta con l’inviata Antonella Delprino che si trova a Napoli, fuori allo stadio San Paolo.

matano1200-690x362

Gli assembramenti di tifosi che ci sono vicino il San Paolo fanno infuriare Alberto Matano che chiude il collegamento e sbotta: «Scusa Antonella, torno in studio anche perché vedo che lì ci sono molti ragazzi senza mascherina. Questo non deve accadere, non voglio fare il censore di nessuno. Stiamo raccontando il ricordo di Maradona ma quell’assembramento senza mascherine che stiamo vedendo non lo voglio vedere. Togliamo il collegamento da Napoli per favore, non è una cosa che possiamo documentare in questo momento, non esiste davvero che si possa vedere questo. Capisco il ricordo, ma dobbiamo ricordarci che siamo nel pieno di una pandemia e dobbiamo stare tutti molto attenti».

Alberto Matano torna a collegarsi con Napoli un’ora più tardi, quando la situazione si è un po’ tranquillizzata. L’epidemiologa Stefania Salmaso commenta: «Ci stanno levando tutto, gli abbracci, il contatto fisico. La gente ha bisogno di esternare. Rischiamo di scontarla tra dieci giorni, è un grande rischio».

Uomini e donne, Roberta Di Padua e Riccardo Guarnieri: «Trovato la parte che mi mancava in un rapporto»

Fra Roberta Di Padua e Riccardo Guarnieri a “Uomini e donne” è tornato il sentimento. Riccardo Guarnieri e Roberta Di Padua si erano già frequentati in passato durante il dating show di Maria De Filippi, poi lui ha avuto una relazione, ormai conclusa, con Ida Platano.

5612061_1920_roberta_di_padua_riccardo_guarnieri

Roberta Di Padua non nasconde l’emozione che ha provato quando ha visto Riccardo in studio: “Sinceramente non mi aspettavo di rivederlo in trasmissione – ha fatto sapere al “Magazine di Uomini e donne” – Quando è entrato in studio per me è stata una bella botta. D’impatto ai miei occhi è sempre bello, continua a piacermi e devo dire che si è tenuta veramente ben. Al di là dell’aspetto fisico, non appena ha varcato la porta dello studio, ho ripercorso con la mente tutti i momenti passati insieme, i tre mesi in cui ci siamo frequentati, e quei ricordi mi fanno un bell’effetto”.

In passato infatti è stata molto presa da lui: “Ho preso una bella sbandata. Anche se oggi lui ancora stenta a crederci, probabilmente perché con la testa all’epoca era da un’altra parte: nel periodo in cui ci siamo frequentati ero entrato da poco nel programma, non conoscevo bene la storia fra lui e Ida, quanto fosse importante, e ho vissuto la mia frequentazione con Riccardo ignara di tutto il resto”.

Ora sembra andare tutto a gonfie vele e lei sente la sua presenza: “In lui ho trovato questa parte che mi mancava in un rapporto. La presenza, la considerazione, le attenzioni. Riccardo ogni mattina, anche molto presto, mi manda il buongiorno e per me già svegliarmi e ritrovarmi il messaggio di una persona che mi ha pensata è tanto. Ci sentiamo più volte al giorno e facciamo lunghe telefonate, Abitiamo abbastanza distanti: il telefono è l’unico modo per sentirci più vicini e condividere la nostra giornata”.

Detto Fatto, il tutorial sulla “spesa sexy” finisce sulla stampa inglese: «Fuori dal…carrello»

Le fiamme della polemica continuano ad ardere intorno a Detto Fatto, programma della Rai condotto da Bianca Guaccero e sospeso dopo il “tutorial su come fare la spesa in modo sensuale”, andato in onda il giorno prima della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. Dopo le scuse della conduttrice per lo scivolone mandato in onda sul servizio pubblico, arrivate dopo una valanga di critiche, l’indignazione ha infatti superato i confini italiani, arrivando perfino oltremanica. Hanno infatti riportato la notizia alcuni dei quotidiani più famosi del Regno Unito: The Sun, Daily Mail, The Guardian.

1606380199-1606311306-spesa-sexy

«Fuori dal carrello: programma tv italiano cancellato dopo il bizzarro tutorial per fare la spesa sexy», titola il The Sun. Sulla stessa linea d’onda il Daily Mail e il Guardian. Si tratta di alcune delle testate britanniche più lette e conosciute in assoluto, dunque migliaia di persone anglofone hanno potenzialmente letto gli articoli. La stampa britannica ha spiegato minuziosamente tutta la vicenda, dai “consigli” della ballerina Emily Angelillo in minigonna per fare la spesa come se il supermercato fosse un palcoscenico alle scuse social della conduttrice Bianca Guaccero, passando per la condanna del programma sia sui social che dal mondo politico. Di certo, non una bella figura per il nostro Paese agli occhi dei nostri vicini inglesi.

Guendalina Tavassi e i video hot: «Ecco come sono entrati nel mio telefonino»

Guendalina Tavassi, vittima degli hacker, ha visto i video hot col marito Umberto D’Aponte custoditi sul suo telefonino finire in rete. Guendalina Tavassi, che era già stata vittima dei pirati informatici sul suo account instagram, spiega come secondo lei sono riusciti ad avere accesso al suo materiale privato.

guendalina-tavassi-instagram-21

I video di Guendalina Tavassi erano conservati in una cartella nascosta: “Mi era capitato un fatto del genere in passato con il mio account Instagram – ha raccontato in un’intervista a “Fanpage.it” – Mi avevano mandato una mail in cui mi chiedevano di accedere al mio account, io pensavo volessero darmi la spunta blu, ho cliccato e me l’hanno rubato. Succede in questo modo. Potrebbero avere hackerato il mio telefono così come quello di mio marito. Quei video erano in una cartella di foto nascoste. Non so com’è potuto accadere ma so che si sono sparsi in una maniera così veloce che è impossibile fermarli”.

E’ stata avvisata da un’amica e a ruota l’ha chiamata il marito: “Ero a un parco giochi insieme ai miei figli quando mi ha chiamato un’amica da Napoli per avvertirmi. Quando mi ha detto che i video erano miei e che erano girati nel mio bagno sono rimasta sconvolta. Contemporaneamente mi ha chiamato mio marito. Urlava, era sconvolto, lo aveva avvisato sua sorella”.

Si raccomanda perché altre non facciano il suo stesso errore: “La voglia di dire a tutte le ragazze di non fare mai video, nemmeno per tenerli per sé. Questi dati non sono mai completamente protetti, può accadere qualsiasi cosa. E a quelle che ci sono passate e magari adesso si vergognano voglio dire che devono continuare a uscire a testa alta”.