Kylie Jenner in bikini, pose sexy e un lato B da perdere la testa

E’ sempre la stagione per sfoggiare un bikini da urlo, come insegna Kylie Jenner. La bombastica influencer a bordo piscina nella sua villa californiana non perde occasione per mettere in mostra le sue forme esplosive e posa per i social con indosso solo un micro bikini. La stoffa è poca, le forme sono generose e le pose provocanti fanno il resto: ai follower non resta che ammirare a bocca aperta lo shooting ad alto tasso erotico.

111933167-1cfa652a-91da-4a9d-a963-cc1914853f37

Seduta sul lettino a bordo vasca, Kylie si lascia baciare dal sole e si esibisce in pose sensuali e piccanti. I lunghi capelli sciolti sulla schiena, gli occhi di volta in volta socchiusi o puntati dritti all’obiettivo, e soprattutto il lato B esagerato sottolineato dal perizoma: è un’escalation di sensualità quella che l’influencer 23enne regala ai suoi follower.

Ha curve da perdere la testa e le usa come arma di seduzione per tenere i fan incollati allo schermo. Dagli abiti scollati ai top trasparenti, niente è troppo hot per la più giovane miliardaria del mondo. Lusso e sensualità sfrenata sono le sue armi di seduzione, che la hanno permesso di colpire al cuore la bellezza di 200milioni di fan.

Uomo mostra una testa mozzata ai passanti: «Pensavamo fosse uno scherzo di Halloween». In realtà aveva appena ucciso il vicino

Un uomo in mezzo alla strada con una sacco di plastica che urla: «Ho una testa, ho una testa». Per i passanti sembrava uno scherzo di cattivo gusto di Halloween. Il protagonista ha poi buttato il sacco dentro un cassonetto della spazzatura. Qualche ora dopo si è scoperta la verità: all’interno c’era la testa mozzata del vicino. La scena horror – come riportano siti locali – è avvenuta ieri pomeriggio verso le 15 a Huelva, in Spagna, vicino al confine con il Portogallo. Giunta sul luogo la polizia ha accerchiato la casa dell’omicida e verso le 21 è riuscita ad arrestare l’uomo.

elmexicano

I testimoni oculari hanno dichiarato alla polizia che «l’uomo ha lasciato cadere un sacco della spazzatura ed è scappato. Il sospetto urlava ‘Ho una testa, ho una testa, ho una testa’». Due vicini lo avevano visto credendo che fosse uno scherzo di Halloween. Poco dopo hanno scoperto la verità.

Fonti vicine alle indagini della polizia hanno dichiarato che il principale sospettato di questo crimine sarebbe una figura ben nota di Huelva, conosciuta con il soprannome di “El Méxicano”. Anche se inizialmente si diceva che fossero fratelli, successivamente si è scoperto che la vittima fosse il vicino di casa. Secondo queste stesse fonti, “El Mexicano” avrebbe problemi psichiatrici.

Savona choc, un 22enne come Willy: «Pestato con calci alla testa». Arrestati cinque giovani

Hanno pestato a sangue un ragazzo di 22 anni, accusandolo di aver rubato una borsetta ad un’anziana, ma non era vero niente: un caso che ricorda la morte di Willy Monteiro Duarte, finito per fortuna in maniera diversa dato che il giovane vittima dell’aggressione è guarito, dopo essere stato ricoverato inizialmente in prognosi riservata.

5464015_1448_savona_22enne_come_willy

L’orrore è avvenuto a Savona lo scorso primo giugno, ma la vicenda è emersa soltanto ora: ad aggredire il 22enne, accusandolo di furto, cinque italiani tra i 22 e i 33 anni, arrestati questa mattina dai carabinieri di Savona con l’accusa di sequestro di persona e lesioni aggravate. L’aggressione durò quasi un’ora: uno dei cinque arrestati lo fermò nei pressi della stazione di Savona, lo trascinò per i capelli fino a una via vicina e lì lo picchiò minacciandolo con un coltello.

Successivamente portò il 22enne in un parco della zona dove lo attendevano gli altri quattro componenti del branco: lì il giovane fu ripetutamente colpito con calci alla testa, anche quando era già a terra completamente inerme, fino a farlo svenire, procurandogli lesioni e una frattura allo zigomo. Ricoverato inizialmente con prognosi riservata, il giovane è stato poi dimesso dopo alcuni giorni con 30 giorni di prognosi ed è oggi guarito.

Gioele, le ricerche: «Trovati resti di un tronco di un bimbo a 500 metri da quelli di Viviana Parisi. Rinvenuta anche una testa». Il Procuratore a Caronia

Sarebbero di Gioele Mondello i resti umani ritrovati da un carabiniere in congedo (ecco la sua testimonianza) in una zona a poche centinaia di metri dal traliccio in cui è stato trovato il corpo della madre del bambino, Viviana Parisi, in provincia di Messina.

5412543_1303_gioele_news

È «quasi certamente» del piccolo Gioele il corpo ritrovato nelle sterpaglie «ma per la certezza si aspetta il riconoscimento», spiegano gli investigatori. I resti distano, in linea d’aria, tra i 400 e i 500 metri dal luogo in cui è stato ritrovato cinque giorni dopo la scomparsa il corpo di Viviana Parisi. Tra i resti, riferisce l’Adnkronos, ci sarebbe anche una testa – trovata lontana dai resti del tronco – e degli abiti. I resti sarebbero sparsi nel raggio di diverse decine di metri. Si fa nuovamente strada l’ipotesi di una aggressione da parte di animali selvatici. Verso le 18 è arrivata una piccola bara per ricomporre i resti di quello che potrebbe essere il corpo del piccolo Gioele. Il procuratore di Patti ha ammesso che si tratta di “resti compatibili con bimbo di quella età”.

I nonni Paterni del piccolo Gioele, Letterio Mondello e la moglie, hanno raggiunto il luogo del ritrovamento del corpo senza arti e senza testa. Daniele, il papà di Gioele, invece dopo avere parlato con i poliziotti, ha preferito non raggiungere il luogo. Il procuratore Cavallo da oltre tre ore e sul posto.
Sul posto il procuratore di Patti Angelo Vittorio Cavallo, la polizia scientifica e i vigili del fuoco del Sapr. Sul posto anche il geologo forense incaricato dalla procura. Gli investigatori sottolineano che per capire se si tratti del piccolo Gioele è necessario aspettare il riconoscimento poiché i resti – secondo fonti investigative un tronco di bambino – sono irriconoscibili. L’ipotesi che non escludono gli investigatori è che il corpicino martoriato possa essere stato trascinato da animali, tanto che, ragionano, per determinare con certezza l’identità della piccola vittima «serve l’esame del dna».

È arrivata anche il medico legale Elvira Spagnolo sul luogo del ritrovamento dei resti umani di un bambino. È stata lei a eseguire l’autopsia sul corpo di Viviana Parisi la madre del piccolo Gioele.

Si chiama Giuseppe Di Bello il carabiniere in congedo che ha trovato i resti che sarebbero riconducibili a quelli di un bambino e una maglietta, compatibile con quella indossata dal piccolo Gioele. I resti sono stati ritrovati nei pressi del traliccio in cui è stato trovato il corpo di Viviana Parisi, a circa duecento metri dall’autostrada Messina-Palermo dove madre e figlio sono stati visti per l’ultima volta. L’uomo fa parte dei volontari che questa mattina sono venuti per partecipare alle ricerche del piccolo Gioele.

Momenti di ansia per i familiari del piccolo Gioele che sono arrivati sul luogo della segnalazione.

Il soccorritore
«È stato straziante vedere quel tronco di bambino senza arti, con un pezzetto di femore e null’altro». Lo racconta all’Adnkronos uno dei soccorritori che si trova nel luogo del ritrovamento dei resti umani da bambino Nelle campagne di Caronia (Messina). «C’è anche un ciuffo di peli, non si sa se sono del bimbo o di un animale – dice il soccorritore- accanto ai resti». Sul posto ancora il procuratore di Patti Angelo Vittorio cavallo con il medico legale e la polizia scientifica.

Ilary Blasi e la foto a testa in giù che fa impazzire i fan. Ma il commento di Totti è esilarante

Ilary Blasi e Francesco Totti tornano a far divertire i loro fan. Nell’ultimo scatto condiviso sui social Ilary si mostra in una singolare posa che crea uno strano effetto ottico. Nella foto si vede una donna a testa in giù (lei?), che fa la verticale con le gambe poggiate a un muro e la gonna che scenda a coprire il volto; le mani poggiate a terra ma all’interno di un paio di stivali. “Punti di vista” scrive Ilary nella caption del simpatico scatto.

5355796_40_20200719142607

L’illusione ottica è d’effetto e molti fan ne restano colpiti anche se in tanti non possono fare a meno di notare anche un altro dettaglio: sul muro immortalato nella foto sono appese tre lettere FIC. La scritta ha suscitato maliziose allusioni: “Manca la lettera A” hanno osservato in tanti…

Ma soprattutto ad attirare l’attenzione è una battuta, fulminante, di Francesco Totti che fa scattare l’ilarità dei fan della coppia. Il Capitano, infatti, scrive: “Ecco perché non ti trovavo oggi”, riferendosi al fatto che il viso di Ilary non è visibile in questa particolare posa.

Lavinia, che fece perdere la testa a Berlusconi, ora sposa un grillino

Ci sono la politica e il gossip sulla strada che porta all’altare davanti a cui pronunceranno entro l’estate il fatidico sì due giovani “vip”, il consigliere regionale Jacopo Berti, 33 anni, e Lavinia Palombini, 24 anni. Da ieri mattina sono esposte le pubblicazioni del matrimonio sull’albo pretorio del Comune di Padova.

41272127

Lui, padovano, amante dello sci, che pratica e insegna sulle piste di Cortina, è capogruppo in Regione per il Movimento 5 Stelle. Lei, bellezza bionda, figlia di un imprenditore romano, milita tra i Giovani di Forza Italia. E proprio in virtù della sua militanza forzista, a Lavinia venne attribuita nel febbraio dello scorso anno una falsa love story con Silvio Berlusconi: il Cavaliere avrebbe perso la testa per lei telefonandole decine di volte al giorno, e la circostanza avrebbe scatenato litigi furiosi con la fidanzata Francesca Pascale. Questo il pettegolezzo. Che venne prontamente smentito, ma fu sufficiente a far convergere sulla ragazza una enorme attenzione mediatica.
Ora i promessi sposi appaiono lontani anni luce da queste voci e sono concentrati sulle nozze, che saranno celebrate a Cortina. Una scelta non casuale. Il capogruppo pentastellato è, infatti, maestro di sci e da sempre frequenta il capoluogo ampezzano dove trascorre lunghi periodi nella casa di famiglia. Sulla data esatta del matrimonio, il riserbo degli sposini è totale. Essendo state esposte le pubblicazioni a partire da ieri, i due hanno a disposizione sei mesi – quindi fino al 9 di novembre – per convolare a nozze, ma pare che lo scambio degli anelli avverrà in estate: il 29 luglio.