Boris Johnson positivo al coronavirus. «Ho febbre e tosse, guiderò il governo da casa»: Contagiato anche un ministro

Boris Johnson è positivo al coronavirus: il premier britannico è stato contagiato dal Covid-19 ed è in autoisolamento, riporta Downing Street, che precisa che i sintomi sono al momento «leggeri». «Nelle ultime 24 ore ho avvertito alcuni sintomi e sono risultato positivo al coronavirus – ha fatto sapere in un video postato su Twitter il premier inglese – Ora sono in autoisolamento, ma continuerò a lavorare in videoconferenza e a guidare il Governo nella battaglia contro questo virus. Insieme lo batteremo».

Johnson ha ringraziato tutto lo staff e «il nostro meraviglioso personale» sanitario. Il premier nel suo video spiega di avere febbre e tosse, ma di essere in grado di guidare il Paese. «Sto lavorando da casa in auto-isolamento perché è assolutamente la cosa giusta da fare. Ma non abbiate dubbi che posso continuare a guidare la controffensiva nazionale contro il coronavirus, col mio top team, grazie alla magia delle moderne tecnologie».

IERI IL TAMPONE Il tampone è stato eseguito ieri dopo che il primo ministro conservatore aveva accusato sintomi definiti leggeri di contagio da Covid-19. «Dopo aver manifestato sintomi lievi ieri, il Primo Ministro è stato sottoposto al test sul coronavirus su personale consiglio del chief medical officer, il professor Chris Whitty», ha detto oggi una portavoce di Downing Street. «Il test è stato eseguito da personale dell’Nhs (il servizio sanitario nazionale britannico) qui al numero 10 e il risultato è stato positivo».

La portavoce ha precisato che comunque Johnson al momento non ha smesso di lavorare e «continua a guidare la risposta del governo all’emergenza coronavirus». Nei giorni scorsi era stato precisato che, in caso d’impedimento, la guida dell’esecutivo sarebbe passata temporaneamente al suo vicario di fatto, il titolare degli Esteri, Dominic Raab, uno dei due ministri elevati nei mesi scorsi al rango di Primo Segretario di Stato (l’altro è Michael Gove).

POSITIVO ANCHE IL MINISTRO DELLA SANITA’ Il coronavirus dilaga nel governo britannico colpendo dopo Boris Johnson un’altra figura chiave nell’emergenza: il ministro della Sanità, Matt Hancock, che ha confermato in prima persona di essere a sua volta risultato positivo al test e di avere al momento «sintomi lievi». Hancock è ora in auto-isolamento, come ha fatto sapere.

Coronavirus, Rugani e Persico positivi e in dolce attesa

“Sto bene ma invito tutti a rispettare le regole perché questo virus non fa distinzioni. Facciamolo per noi stessi, per i nostri cari, per chi ci circonda”. Così Daniele Rugani racconta di essere positivo al coronavirus e insieme alla fidanzata, Michela Persico, anche lei positiva, aspetta il suo primo figlio. “Non ho sintomi, sono sola, al momento non posso vedere nessuno. Ma ce la farò” racconta al settimanale Chi Michela Persico che ha appena superato il terzo mese di gravidanza.

110047498-d6ee547b-5376-4c13-ba9b-f974794a41f2

“Daniele non aveva sintomi, poi improvvisamente due linee di febbre, quasi niente, ma è partito il controllo. Positivo. Ma stava bene” racconta la Persico al settimanale Chi. Così i due ragazzi hanno deciso di vivere separati, anche se lei ora spiega: “Lui sta bene e anch’io, anche se mi è appena arrivato il risultato del test: positivo”.

Michela però ha molta paura perché prima del risultato del coronavirus aveva una splendida notizia da dare: lei e il calciatore aspettano il loro primo bebè. “Non riesco ancora nemmeno a parlarne. Ma al momento devo capire cosa succederà – spiega la Persico – Spero che il virus non incida sulla gravidanza. I medici mi hanno assicurato che non dovrebbero esserci problemi. Ma mettetevi nei miei panni: ho una paura infinita”.

La Bond Girl di 007 Olga Kurylenko è positiva al coronavirus

“Rinchiusa in casa dopo aver saputo di essere positiva al coronavirus”, con queste parole postate accanto allo scatto di una finestra chiusa su un cortile Olga Kurylenko, attrice franco-ucraina, ha comunicato ai suoi fan il risultato del test effettuato: “In realtà sono malata da quasi una settimana. Febbre e affaticamento sono i miei sintomi principali. Abbiate cura di te e prendete questa cosa sul serio!”, ha aggiunto l’ex Bond Girl del film “Quantum of Solace”.

104309477-bddb2b85-7a72-46c5-9960-2ef665cde741

Dopo Tom Hanks e Rita Wilson la Kurylenko, famosa al grande pubblico per il suo ruolo nel ventiduesimo film della saga di James Bond “Quantum of Solace” (2008), al fianco di Daniel Craig, è solo l’ultima di una lunga lista di star contagiate dal virus. L’attrice sarà prossimamente sul grande schermo in “The Bay of Silence”, thriller del 2019 diretto da Paula van der Oest in cui recita insieme a Brian Cox e Claes Bang.

Malore per il regista Tinto Brass: grave in terapia intensiva

Il regista Tinto Brass, di 86 anni, è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Sant’Andrea di Roma a causa di una febbre improvvisa. Attualmente è in terapia intensiva e la prognosi è riservata. A chiamare i soccorsi è stata la moglie, Caterina Varzi, che era con lui quando ha avuto il malore nella notte. Nel 2010 Brass, che è considerato il maestro del cinema erotico italiano, era stato colpito da ictus.

“Fino all’ora di cena tutto bene, poi gli è salita la febbre e alla fine ho dovuto chiamare un’ambulanza perché stava male”, ha raccontato la moglie del regista a Il Corriere della Sera. “Ora i medici stanno facendo alcuni accertamenti, si tratta di un momento delicato e deve stare sotto osservazione”, ha aggiunto.

Il bollettino dei medici: “E’ vigile e collaborante” – Il bollettino medico diffuso riguardo le condizioni di Brass parla di “discrete condizioni generali”. Il regista “è vigile e collaborante”. Ulteriori esami sono tutt’ora in corso.