Grande Fratello Vip, Ariadna Romero e Pierpaolo Pretelli: «La fine della nostra storia»

Ariadna Romero torna sulla fine della sua relazione con Pierpaolo Pretelli, ora rinchiuso nella casa del Grande Fratello Vip. I due hanno un figlio e conservano comunque un ottimo rapporto.

Senza_titolo-1-1610036291524.jpg--gf_vip__ariadna_romero_racconta_la_sua_versione_della_fine_della_storia_con_pierpaolo_petrelli

Ariadna Romero torna a parlare della fine del loro rapporto, lei era partita per Miami e poi è stata raggiunta da Pierpaolo Pretelli, che però gli ha confidato che avrebbe partecipato a “Temptation Island”: “Abbiamo riprovato, abbiamo dormito insieme – ha spiegato Ariadna ospite di Casa Chi su Instagram – Prima di partire però mi dice “Devo dirti una cosa, ho firmato un contratto per andare a Temptation Island“. Lì mi è crollato il mondo addosso perché pensavo di essere tornata insieme a lui”.

Poi Pierpaolo ha cercato di recuperare, ma decidendo contestualmente di prendere parte a “Uomini e donne”: “Mi chiama e mi dice “Ho fatto la cazzat* della vita, io ho bisogno di te ti prego torna”. Torno da Cuba a settembre e lui a ottobre o novembre va a fare Uomini e Donne. Già lì capisci che è finita per sempre”.

Quando è entrata nella Casa per andarlo a trovare sembrava che i sentimenti fossero ancora vivi: “Quando mi ha visto era il momento in cui le cose con Elisabetta Gregoraci non erano andate come lui sperava e probabilmente ha avuto questo crollo e si è appoggiato a me. Io però sono sicura che non è innamorato di me, come non lo sono io”.

Uomini e donne, Roberta Di Padua e Riccardo Guarnieri: «Trovato la parte che mi mancava in un rapporto»

Fra Roberta Di Padua e Riccardo Guarnieri a “Uomini e donne” è tornato il sentimento. Riccardo Guarnieri e Roberta Di Padua si erano già frequentati in passato durante il dating show di Maria De Filippi, poi lui ha avuto una relazione, ormai conclusa, con Ida Platano.

5612061_1920_roberta_di_padua_riccardo_guarnieri

Roberta Di Padua non nasconde l’emozione che ha provato quando ha visto Riccardo in studio: “Sinceramente non mi aspettavo di rivederlo in trasmissione – ha fatto sapere al “Magazine di Uomini e donne” – Quando è entrato in studio per me è stata una bella botta. D’impatto ai miei occhi è sempre bello, continua a piacermi e devo dire che si è tenuta veramente ben. Al di là dell’aspetto fisico, non appena ha varcato la porta dello studio, ho ripercorso con la mente tutti i momenti passati insieme, i tre mesi in cui ci siamo frequentati, e quei ricordi mi fanno un bell’effetto”.

In passato infatti è stata molto presa da lui: “Ho preso una bella sbandata. Anche se oggi lui ancora stenta a crederci, probabilmente perché con la testa all’epoca era da un’altra parte: nel periodo in cui ci siamo frequentati ero entrato da poco nel programma, non conoscevo bene la storia fra lui e Ida, quanto fosse importante, e ho vissuto la mia frequentazione con Riccardo ignara di tutto il resto”.

Ora sembra andare tutto a gonfie vele e lei sente la sua presenza: “In lui ho trovato questa parte che mi mancava in un rapporto. La presenza, la considerazione, le attenzioni. Riccardo ogni mattina, anche molto presto, mi manda il buongiorno e per me già svegliarmi e ritrovarmi il messaggio di una persona che mi ha pensata è tanto. Ci sentiamo più volte al giorno e facciamo lunghe telefonate, Abitiamo abbastanza distanti: il telefono è l’unico modo per sentirci più vicini e condividere la nostra giornata”.

Sesso, pene fratturato durante il rapporto: 30enne operato d’urgenza all’ospedale di Treviso

L’ennesimo caso di rottura del pene è stato trattato con successo, nelle scorse settimane, dall’équipe di urologia dell’ospedale Ca’ Foncello di Treviso. Si trattava di un trentenne, residente nel Distretto Asolo, reduce da un rapporto troppo “focoso”. Sottoposto a immediato intervento chirurgico, è stato dimesso dopo alcuni giorni di degenza, perfettamente in forma.

5470943_1407_rottura_del_pene

Frattura del pene: cause
“La “frattura” del pene, così denominata, in maniera non del tutto propria, per similitudine con le lesioni dei segmenti ossei – spiega il primario, Mario Mangano – consiste nella lacerazione più o meno estesa della capsula che avvolge i corpi cavernosi, che costituiscono lo scheletro del pene. Questo trauma chiuso può verificarsi esclusivamente in erezione quando la suddetta capsula è sotto tensione e assottigliata per effetto dell’ aumento di volume e di rigidità dei corpi cavernosi: in sostanza la frattura di uno o, più raramente, di ambedue i corpi cavernosi è sempre dovuta ad un violento e brusco piegamento del pene eretto. Nella maggioranza dei casi – aggiunge – tale trauma si verifica durante un rapporto sessuale particolarmente appassionato. In particolare, nella letteratura medica si riporta che il rischio di questa lesione traumatica è maggiore nel caso di adozione durante il rapporto sessuale della posizione comunemente nota come “dell’amazzone”. Classicamente il paziente riferisce una sensazione di vero e proprio “crack” durante il rapporto, cui segue l’immediata scomparsa dell’ erezione e il rapido manifestarsi di un voluminoso ematoma che deforma il pene, dovuto alla fuoriuscita di sangue dalla lacerazione del corpo cavernoso.

Rottura del pene: come si cura
Il trattamento più efficace di questi casi – ricorda Mangano – è l’ intervento chirurgico, consistente nella sutura della lacerazione del corpo cavernoso del pene, nel volgere di 48-72 ore dall’evento traumatico. Infatti è dimostrato che la precoce riparazione chirurgica evita importanti conseguenze come l’ incurvamento del pene, da cicatrizzazione anomala, e la disfunzione erettile”. La frattura del pene è un trauma molto raro rappresentando poco più dell’ 1 % di tutti i traumi uro-genitali. Essa è anche conosciuta come “Texas trauma”, visto l’elevato numero dei casi che si verifica nello stato degli USA. “Già da un trentennio a questa parte la casistica dell’ urologia trevigiana – sottolinea Mangano – appare piuttosto elevata, sfiorando la numerosità delle aree sud-occidentali degli Stati Uniti, tant’ è che in passato nel corso di congressi nazionali urologici si parlò del caso della Marca Trevigiana “felice e passionale”. Nell’ultimo quinquennio il numero degli interventi chirurgici per fratture del pene presso l’Unità Operativa di Urologia del “Ca’ Foncello” si è attestato intorno ai 4-5 interventi per anno”.

Meghan Markle, l’indiscrezione choc: «Harry è rimbambito dal sesso. Lo chiamano ‘sesso orale’»

Meghan Markle, l’indiscrezione choc: «Harry è rimbambito dal sesso. Lo chiamano ‘sesso orale’». A poche ore dai rumor su una presunta seconda gravidanza della duchessa di Sussex, spuntano nuove indiscrezioni (poco lusinghiere) sul rapporto tra l’ex attrice di Hollywood e il secondogenito di Lady Diana.

Il sito del settimanale Oggi riporta alcune anticipazioni del libro “Harry and Meghan: The Real Story”, in uscita oggi in versione digitale. L’edizione cartacea uscirà a fine luglio. L’opera è firmata da Lady Colin Campbell, una nobile vicina alla famiglia reale britannica.

Secondo Lady Colin Campbell «Harry è succube della moglie ed è stato rimbambito dal sesso. A corte lo chiamano Blow Job, ovvero sesso orale». Non è tutto. Nel libro sono riportate anche presunte sfuriate di Meghan a Palazzo. «Un giorno un assistente portò a Meghan un abito che secondo lei era spiegazzato. Lei lo avrebbe gettato in terra ordinando ‘Lo voglio stirato a dovere. Subito!’. In un altro episodio avrebbe lanciato contro un cameriere una tazza di tè bollente. Il poverino sarebbe stato liquidato con 280 mila euro in tasca e la promessa di non parlare a nessuno dell’accaduto». Come reagirà la famiglia reale all’uscita del libro choc? Staremo a vedere.

Gianmarco Tognazzi, il dramma segreto a Vieni da me: «Stavo per morire, mi si è gonfiato il collo. Poi…». Balivo senza parole

Su Leggo.it le ultime novità. Gianmarco Tognazzi, il dramma segreto a Vieni da me: «Stavo per morire, mi si è gonfiato il collo. Poi…». Oggi, l’attore romano è stato ospite da Caterina Balivo e nello spazio “una canzone per te” si è raccontato a cuore aperto, dagli esordi al rapporto con papà Ugo Tognazzi.

gianmarcotognazzi_vienidame_caterinabalivo_21183714

Parlando della sua infanzia, Gianmarco Tognazzi ha rivelato: «Enzo Jannacci era un amico di famiglia. Mi salvò la vita durante un Natale a Varese. Ebbi una strana crisi, mi si gonfiò il collo, stavo per soffocare e mi fece un punturone che mi salvò la vita. Avevo quattro anni e non ricordo bene. Ma era un grande dottore».

E conclude: «Jannacci e Gaber sono stati fin da bambino i miei riferimenti musicali». Caterina Balivo conclude: «Sono un po’ invidiosa dei figli d’arte, perché i vostri genitori non scompariranno mai. Continuerete a vederli negli splendidi filmati dei loro film e spettacoli».

Martina Colombari, lo sfogo: «Mi dicono anoressica schifosa»

“Ho molti follower su Instagram e cerco di far vedere una Martina reale. Sui social si lamentano perché sono troppo muscolosa o troppo magra”, Martina Colombari parla del suo rapporto con i social, dove la criticano per il fisico, rimproverandola di essere troppo magra o troppo muscolosa, fino a definirla anoressica schifosa.

martina-colombari-magra-645

Lei non dà il cattivo esempio: “Mi arrabbio molto quando dicono che sono un cattivo esempio per le ragazze – ha fatto sapere in ‘intervista a “I Lunatici”, sulle frequenze di Rai Radio2 – che porto il messaggio della donna anoressica. Non si rendono conto che l’anoressia è una malattia che porta alla morte, è come se mi accusassero di incitare alla magrezza. Le ragazze che soffrono di anoressia e bulimia soffrono per mancanza d’amore, sicurezza, affetto, una violenza subita, un lavoro perso. E quindi mi spiace perché mi incolpano di un qualcosa che io veramente non faccio”.

Ai social servirebbe gentilezza: “Non si rendono conto che con le parole si feriscono le persone. Mi dà molto fastidio. Spesso li lascio perdere, quando però iniziano ad essere pesanti o scrivono cattiverie è giusto rispondergli. Va bene la democrazia, va bene che sei un personaggio pubblico, però c’è differenza tra un commento, una critica, o una minaccia. Bisogna tornare ad avere maniere gentili che ci siamo un po’ dimenticati. Questo fatto che i social ci avvicinano non significa che una pacca sulla spalla è concessa. Ci siamo dimenticati che cos’è l’educazione. Se tu mi incontrassi per casa, avresti il coraggio di dirmi certe cose? Non credo. E allora cosa ti dà il coraggio di dirmi che sono una anoressica schifosa?”.

In quarantena ha avuto la possibilità di trascorrere molto tempo col marito, Billy Costacurta: “Non ci sono stati problemi, tant’è che domenica mio marito è stato fuori tutto il giorno e mi è mancato. Ero in casa da sola ed ero persa, non riconoscevo più la casa, gli spazi, mi sentivo un po’ abbandonata. La quarantena di coppia è andata bene, siamo anche molto bravi nel rispettare gli spazi dell’altro, ci conosciamo talmente bene che capiamo se abbiamo voglia di parlare o viceversa”.

Harry e William, volano insulti: «Cafone», «Irrispettoso»: è guerra tra i due fratelli?

È gelo tra Harry e William: i due fratelli non si parlerebbero quasi più e il rapporto tra loro sarebbe molto burrascoso. A raccontare vecchi e nuovi retroscena con discussioni e insulti tra fratelli ci ha pensato il Mail on Sunday.

harry-william-1

Le incomprensioni risalirebbero ad anni fa, quando Harry ha iniziato a sentirsi meno considerato in famiglia rispetto al fratello maggiore. Le cose sarebbero peggiorate con l’arrivo di Meghan: William non era d’accordo sul matrimonio e avrebbe suggerito a Harry di pensarci bene. L’ex attrice americana non sarebbe mai stata simpatica al cognato, che avrebbe avuto nei suoi confronti un atteggiamento ‘arrogante e cafone’. Dopo le nozze, gli attriti hanno coinvolto anche Kate, scoppiata a piangere dopo una brutta lite con Meghan. I Duchi di Sussex hanno deciso così di allontanarsi gradualmente dalla Royal Family, trasferendosi a Frogmore Cottage. Poi l’addio definitivo alla Famiglia Reale con la rinuncia ai titoli e il trasloco in Canada.