Morto a 81 anni l’ex prete che lasciò la chiesa per sposare un giovane 27enne. Il vedovo: «Ho pianto, ma ora mi godo l’eredità»

L’ex prete che aveva lasciato la tonaca per sposare un giovane di quasi 50 anni meno di lui è morto. Philip Clements è morto da solo, a 81 anni, in un ospedale di Bucarest. Da solo perché il suo giovane sposo di 27 anni Florin Marin, per cui aveva lasciato la tonaca e fatto scandalo in tutto il mondo, non era con lui perché non voleva vederlo soffrire, almeno così ha spiegato.

ex prete-sposa ragazzo-morto_05144615

Clements si era ammalato mentre era a Bucarest ed era stato portato in ospedale. Per giorni il giovane marito si è rifiutato di andarlo a trovare fino a quando non è stato obbligato dallo stesso 80enne. Dopo una serie di analisi è andato in coma ed è morto pochi giorni dopo. Una perdita che però non sembra aver turbato il 27enne che ha dichiarato: «Ho pianto la sua scomparsa, ma due giorni sono sufficienti», ha riportato il Daily Mail, «Philip non avrebbe voluto che soffrissi, ma che fossi felice».

Ora il giovanissimo vedovo ha ammesso che è pronto ad andare avanti e che nel mentre si godrà la consistente eredità lasciata dal marito: 150mila sterline dell’assicurazione sulla vita, una casa da 100mila sterline che l’ex prete gli ha intestato poco prima di morire e una pensione di 2mila sterline al mese.

Michelle Hunziker: “Ho pianto per la disperazione, lavorare mi ha aiutato”

In questi mesi di emergenza coronavirus Michelle Hunziker si è sempre divisa tra casa e lavoro. Sta trascorrendo la quarantena nella splendida casa di famiglia a Bergamo con il marito Tomaso Trussardi, le figlie Sole e Celeste dove fino a pochi giorni fa c’erano anche Auora con il fidanzato Goffredo e Sara, la figlia di Pino Daniele e migliore amica di Auri. Ma non ha mai smesso di lavorare, a “Striscia la Notizia”, come racconta a “Tv Sorrisi e Canzoni”.

122434500-6495873d-e36a-4322-9137-dbc97ed926d5

Per Michelle non è stato smepre facile, il lockdown ha messo a dura prova anche lei: “I primi tempi, quando le scuole si stavano preparando all’insegnamento a distanza ho pianto due volte per la disperazione. Non sapevo ove sbattere la testa tra login, password, applicazioni, collegamenti wi-fi che non andavano, stavo per gettare la spugna, poi le cose si sono sistemate”.

Il lavoro l’ha aiutata tantisismo: “Non abbiamo mai lasciato il nostro pubblico. Gli ascolti sono stati ottimi e spesso Striscia è stato anche il programma più visto della giornata. E questo è molto gratificante sia per me sia per Gerry Scotti, per tutta la squadra. Tra me, Gerry e gli operatori c’è grande affiatamento. Ci divertiamo così non avertiamo nemmeno il senso di vuoto dovuto al fatto che il pubblico non è presente in studio”.

Bergamo è stata una delle città più colpite dal coronavirus: “Quando non sapevamo dove mettere i morti e li portavano via con l’esercito mi sono fatta prendere dallo sconforto. Ho fatto un grande lavoro su me stessa per tirarmi su, è stata dura. Conosciamo tante persone che sono in terapia intensiva o che non ce l’hanno fatta”.

Manuela Arcuri, il dolore segreto a Vieni da me: «Ho pianto tanto, è diventata una fissazione». Caterina Balivo commossa

Manuela Arcuri, il dolore segreto a Vieni da me: «Ho pianto tanto, è diventata una fissazione». Caterina Balivo commossa. Oggi, l’attrice di Latina è stata ospite in collegamento nella trasmissione pomeridiana di Rai1. Manuela Arcuri ha risposto alle domande al buio, raccontandosi a cuore aperto tra lavoro e vita privata.

5223572_1725_manuelaarcuri_vienidame_caterinabalivo

Tra i quesiti apparsi sul led, uno ha toccato in maniera particolare l’attrice: «Qual è stato il momento più buio della tua vita?». Manuela Arcuri ha risposto così: «Il periodo in cui mi sono sentita più angosciata è stata quando ho provato ad avere mio figlio Mattia. Ci ho messo quasi un anno a rimanere incinta. Era diventata una fissazione. Ogni mese, non rimanendo incinta, piangevo. Ho pianto tanto».

E conclude: «Poi quando ho deciso di tornare a lavorare e ho detto al mio compagno Giovanni Di Gianfrancesco di prenderci uno ‘stop’, sono rimasta incinta. Mio figlio Mattia adesso ha sei anni ed è l’amore della mia vita».

Nancy Brilli a Vieni da me: «Ho pianto tanto, sono stata tradita tante volte…»

Su Leggo.it le ultime novità. Nancy Brilli a Vieni da me: «Ho pianto tanto, sono stata tradita tante volte…». Oggi, l’attrice romana è stata ospite in collegamento di Caterina Balivo e si è raccontata a cuore aperto nello spazio dedicato alla “lavatrice, i panni sporchi si lavano in tv”.

5212219_1957_nancybrilli_vienidame_caterinabalivo

Caterina Balivo ha mostrato a Nancy Brilli un fazzoletto bagnato simboleggiante le lacrime e lei ha raccontato: «Ho pianto tanto e sono stata tradita tante volte. Sfido chiunque a non essere stato tradito. Ho avuto due matrimoni e diverse storie importanti. Solo una volta ho risposto con la stessa moneta, ma non mi è piaciuto farlo».

E conclude: «I tradimenti peggiori però sono stati quelli delle amiche, perché non te li aspetti. Ci metti una vita a creare un’amicizia e poi è doloroso scoprire che non era vera».

Meghan Markle e la cognata, continuano le voci sulla lite: «Kate Middleton ha pianto prima del matrimonio»

4135485_1313_katemeghan (1)Meghan Markle e Harry traslocano e gira voce che, tra i motivi, ci siano anche dei malcelati dissapori tra Meghan e la reale cognata Kate Middleton. «Sono molto diverse e non vanno molto d’accordo», rivela una fonte al Daily Mail. Qualcun altro spiega che la nuova Duchessa del Sussex ha problemi ad abituarsi all’etichetta e ai vari formalismi della vita di palazzo: «Meghan è una donna indipendente, che ha vissuo i suoi 30 anni nel modo che meglio credeva, ha i suoi interessi e il suo cerchio di amici. Ci sta mettendo un po’ di tempo ad abituarsi all’etichetta reale, ha le sue opinioni e questo non ha reso le cose facili».

In particolare, in un episodio Kate avrebbe pianto: dopo le prove dell’abito da damigella per la piccola Charlotte in vista del matrimonio di Harry e Meghan. «Era molto emotiva dopo aver partorito il piccolo Louis».

Harry e Meghan avrebbero anche scontentato la cugina Eugenie non presentandosi al party dopo il matrimonio ma, soprattutto, avrebbero scelto proprio quell’occasione per rivelare ai membri della famiglia reale che aspettavano un bambino. Altre fonti però smonterebbero la tesi delle tensioni tra le due cognate: il trasloco di Meghan e Harry da Kensington Palace a Frogmore Cottage sarebbe dovuto solo al loro bisogno di spazio ora che diventeranno genitori.