Stefano D’Orazio morto, Barbara D’Urso sotto choc: «Sono disperata…». Il messaggio social commovente

Morto Stefano D’Orazio dei Pooh, Barbara D’Urso disperata. Con uno struuggente messaggio social la conduttrice televisiva ha voluto dare l’ultimo saluto a un volto storico dei Pooh come Stefano D’Orazio, morto ieri nella tarda serata a Roma. «Sono disperata…. un pezzo del mio cuore #stefanodorazio», ha scritto postando una foto di qualche anno con loro due abbracciati durante una festa.

x5571644_0727_stefano_d_orazio_d_urso.jpg.pagespeed.ic.PKSiIKdI_N

«IO PER TE ERO “URSUS” E TU PER ME “ORAZIO”..HAI VISTO CRESCERE I MIEI FIGLI..NATALI E NATALI PASSATI INSIEME..E NON SOLO..SEI STATO IL PRIMO A CORRERE A NAPOLI UN ATTIMO DOPO CHE IL MIO PAPÀ MI AVEVA LASCIATO..», ha scritto Barbara D’Urso in un altro tweet postato in prima mattinata.

IL LUTTO

È morto a 72 anni Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh. La notizia, annunciata su Twitter dall’amico Bobo Craxi, è stata confermata da Roby Facchinetti su Facebook: «STEFANO CI HA LASCIATO! Due ore fa… era ricoverato da una settimana e per rispetto non ne avevamo mai parlato… oggi pomeriggio, dopo giorni di paura, sembrava che la situazione stesse migliorando… poi, stasera, la terribile notizia», scrive.

Giorgio Panariello, Domenica In choc: «Mio fratello morto di freddo e abbandonato per strada. Poteva succedere a me»

Giorgio Panariello racconta a Domenica In l’infanzia difficile vissuta senza genitori e la tragica fine di suo fratello Franco. Un dramma contenuto in un libro dal titolo emblematico “Io sono mio fratello”, presentato da Mara Venier in diretta. «Mio fratello non è morto per overdose, si è sentito male durante una cena e i suoi amici lo hanno lasciato sul lungomare di Viareggio come un vecchio materasso. È morto di ipotermia».

5559639_1430_giorgio_panariello_fratello_franco_morto_di_freddo_droga

I PROBLEMI CON LA DROGA «Volevo raccontare la storia di un ragazzo che ha avuto sfortuna. Potevo essere io, ci sono stati momenti della vita in cui ho avuto la stessa disperazione e stavo cadendo nella trappola delle sostanze stupefacenti. Mi sono fermato in tempo, perché ho soggezione di certe cose», aggiunge il comico prima di spostare l’attenzione sulla sua infanzia. Panariello non ha mai conosciuto suo padre ed è cresciuto credendo di essere figlio dei nonni. Incontrava la mamma, «una donna giovane ed elegante», sono durante le feste.

L’INFANZIA Il fratello Franco viveva in collegio perché i nonni non potevano permettersi di allevare un altro bambino. Questa è stata la sua sfortuna. «Per me era “mio fratello ogni tanto”. Non posso dire di aver avuto un’infanzia difficile, però qualcosa dentro mi è rimasto. Forse quello mi ha portato a fare il comico nella vita, volevo esorcizzare. Mia madre non mi ha mai insegnato ad amarla. Non conoscevo l’amore materno, per me era solo una signora che ci portava questi regali. I padri non sono mai usciti, sono rimasti nell’ombra anche quando sono diventato popolare», spiega l’artista.

L’AMORE PER IL FRATELLO ‘Franchino’ era una persona buona e sorridente, un poeta e un grande calciatore. Così lo ricorda Giorgio «Se non avesse incontrato l’eroina chissà cosa sarebbe diventato, giocava a pallone in maniera meravigliosa… Aveva solo fame d’amore e voglia di essere amato… Per anni mi sono sentito in colpa per essere nato un anno prima o per essere diventato popolare. Quando ho capito che lui era fiero di me ho capito che potevo vivere senza colpa».

LA MORTE Le persone che lo hanno abbandonato per strada e hanno chiamato dopo la polizia segnalandone la presenza sono finite sotto processo. «La condanna peggiore è quella psicologica», conclude Panariello sottolineando che nell’ultimo periodo della sua vita Franchino aveva trovato la forza di chiudere con la droga.

Gianni Dei, morto l’attore e cantante. Mara Venier in lutto: «Come farò senza di te?»

Triste risveglio per Mara Venier che su Instagram annuncia la scomparsa di Gianni Dei, suo grande amico. “Gianni mio come farò senza di te… Sei stato tutto per me, amico, fratello, complice… Il mio cuore è spezzato” scrive la conduttrice.

5533102_1316_gianni_dei_mara_venier

Nella scorsa puntata di Domenica In, la conduttrice aveva riservato un saluto all’amico, che non stava bene, augurandogli una pronta guarigione. “Proprio ieri lo avevi salutato” osserva con profondo cordoglio qualcuno commentando il post. A poche ore da quel dolce pensiero, la triste notizia che ha gettato Mara nello sconforto. Gianni Dei aveva 80 anni ed era stata un grande attore e cantante italiano.

È morto Enzo Totti, il papà di Francesco aveva contratto il Covid-19. Era ricoverato allo Spallanzani

Il Covid uccide. Questo si sa. E purtroppo stamattina ha fatto scendere le lacrime sul viso di Francesco Totti per la scomparsa di suo padre, Enzo.

5519083_1644_download_3_

Aveva spento lo scorso maggio 76 candeline ed oggi, lunedì 12 ottobre 2020, è deceduto all’Ospedale Lazzaro Spallanzani a causa del Covid-19. Saranno state decisive, come nella maggior parte dei decessi per mano del coronavirus, le patologie croniche regresse: qualche anno fa Enzo, detto “Lo sceriffo”, era stato infatti colpito da un infarto, che lo aveva tenuto lontano dalle trasferte per seguire il figlio Francesco in giro per l’Italia.

Loretta Goggi a Domenica In, la gaffe di Mara Venier sul marito morto: «Anche Romina e Al Bano…»

Loretta Goggi a Domenica In, la gaffe di Mara Venier sul marito morto: «Anche Romina e Al Bano…».
Nell’ultima puntata di Domenica In Mara Venier si è abbandonata a una doppia gaffe con l’ospite Loretta Goggi (che ha stupito i fan con un caschetto biondo platino).

Loretta-Goggi

Si parla della vedovanza di Loretta Goggi che ha perso il marito, il coreografo Gianni Brezza, nove anni fa per colpa di un cancro. Sono stati insieme 32 anni. Troppo tempo per Romina che si è separata da Al Bano ma per chi sta bene in coppia è troppo poco invece. Questione di punti di vista. E infatti Goggi è rimasta un tantino interdetta quando Romina ha detto «Che coraggio stare con qualcuno 32 anni!». Poi Goggi ha raccontato della scelta, maturata dopo la morte del marito, di non cantare più. «Però Romina Power canta ancora le canzoni con Albano», ha commentato zia Mara. Goggi, senza scomporsi, ha fatto notare: «Eh, ma Al Bano è vivo mio marito Gianni è morto».

Jarabe de Palo, morto il cantante Pau Donés: aveva 53 anni ed era malato di cancro

È morto Pau Donés. Il celebre cantante dei Jarabe de Palo aveva 53 anni e da tempo era malato di cancro. La malattia lo aveva anche indotto ad abbandonare per un po’ l’attività musicale, preferendo concentrare le proprie attenzioni e le proprie energie sulla famiglia.

5277536_JARABE6

Ad annunciare la scomparsa di Pau Donés, avvenuta questa mattina a Barcellona, è la famiglia del cantante e musicista, fondatore e frontman dei Jarabe de Palo, che combatteva con il cancro dall’agosto del 2015. «Vogliamo ringraziare il personale sanitario dell’ospedale della Vall de Hebròn, il Sant Joan Despì Moisés Broggi, l’Istituto catalano di oncologia, il Servei de Paliatius del Hospital de Viella e l’Istituto oncologico della Vall Hebròn per tutto il loro lavoro e la loro dedizione in questi anni» – rende noto la famiglia Donés Cirera – «Chiediamo il massimo riserbo e rispetto in questi momenti così difficili».

Pau Donés non aveva mai nascosto la propria malattia e ne aveva parlato spesso, rivelando una versione di se stesso molto intima e lontana da quella a cui aveva abituato il pubblico dal palco. Dopo essere stato colpito dal cancro, il cantante dei Jarabe de Palo aveva anche partecipato a concerti e altre attività benefiche per raccogliere fondi a favore della ricerca. Nell’autunno 2018, quando sembrava stesse guarendo dalla malattia, il cantante aveva annunciato di volersi ritirare per passare più tempo con la propria famiglia, salvo poi tornare prepotentemente all’attività negli scorsi mesi, insieme al suo gruppo.

Proprio con i Jarabe de Palo, recentemente Pau Donés aveva presentato un singolo, Eso que tu me das, tratto dal suo quattordicesimo album, Tragas o escupes, disponibile in digitale dallo scorso 26 maggio e in formato fisico dal prossimo 29 giugno. Il gruppo spagnolo, negli anni, ha pubblicato grandi hit internazionali come La Flaca, Depende o Bonito.

Alba Parietti in lacrime a Io e Te: «Non ci credo che è morto, che oggi non mi telefonerà…». Diaco commosso

Su Leggo.it le ultime novità. Alba Parietti in lacrime a Io e Te: «Non ci credo che non ci sia più, che oggi non mi telefonerà…». Pierluigi Diaco commosso. Oggi, Alba Parietti è stata ospite nel salotto di Rai1 dove si è raccontata a cuore aperto, tra carriera e vita privata. Poi la conduttrice ha parlato di un momento duro che ha vissuto recentemente.

5279981_1715_albaparietti_ioete_diaco

«Non riesco a credere – spiega – che Ezio Bosso non ci sia più. Avevamo un’amicizia speciale. Era un genio, ma non era facile essergli amica. Come tutti, era un po’ angelo e un po’ diavolo. Gli volevo molto bene e anche se ultimamente non ci vedevano tanto, ci sentivamo e ci scrivevamo».

«Ancora non ho realizzato la sua morte – conclude commossa – mi sembra strano che oggi alla fine della trasmissione lui non mi chiamerà». Commozione in studio.