Giorgia Palmas positiva al Covid dopo Filippo Magnini: ecco come sta la figlia di appena 3 mesi

Giorgia Palmas positiva al Covid. Dopo l’annuncio della malattia del compagno Filippo Magnini anche per l’ex velina è arrivata la brutta notizia nel giorno di Natale. Ad annunciarlo è stata lei stessa con un lungo post su Instagram in cui ha informato i followers del suo stato di salute e di quello di tutta la famiglia.

40115439_2194008547584283_5983997201292984320_n

«Io e Fili non volevamo nulla da questo Natale, solo stare tra di noi a casa, rispettando le regole come abbiamo sempre fatto, invece è arrivata la doccia fredda prima della positività al covid di Fili e poi della mia positività (ieri)…», ha annunciato su Instagram dopo aver fatto gli auguri a tutti i followers sottolineando che questo sarà per tutti un Natale particolare, diverso ma che permetterà di riscoprire il senso della famiglia.

Giorgia ha rassicurato sulle condizioni di salute di tutti i suoi cari: «Al momento cmq stiamo bene, spero di continuare così… Fortunatamente le bimbe stanno bene, Sofia già da qualche giorno era via da casa per passare questo Natale con il suo papà e ieri è risultata negativa al tampone, la nostra piccola roccia Mia non ha alcun sintomo e sta benone… prego Dio che tutto prosegua bene, non chiedo altro». Poi conclude: «Le preoccupazioni ci sono è ovvio ma anche la positività di spirito e la voglio tenere stretta tra le mani ora più che mai. Adesso per questo Natale ho un desiderio e credo che tutti abbiate già capito quale».

Gerry Scotti, il dramma a Verissimo: «Purtroppo non ce l’ha fatta…». Silvia Toffanin scoppia a piangere

Su Leggo.it le ultime notizie. Gerry Scotti in lacrime a Verissimo: «Purtroppo non ce l’ha fatta…». Silvia Toffanin scoppia a piangere. Oggi, il conduttore è stato ospite nel salotto di Canale 5 e ha parlato della sua battaglia vinta contro il Covid.

133814518-8fe63890-b6e7-41a4-bda8-bc81ae00c92b

«Dopo una settimana di dolori – spiega Gerry Scotti – sono andato in ospedale per un controllo e mi hanno detto di fermarmi. Ero in un reparto Covid e il panorama erano persone molto malate, con caschi e respiratori. Io ero quello che stava meglio. All’inizio avevo l’ossigeno con la mascherina. Ho avuto il casco ed è stata l’esperienza più straniante. È una specie di tortura per chi soffre di claustrofobia, ma è una delle strade più sicure per uscire dalla malattia. Hanno preferito trasferirmi nell’anticamera della terapia intensiva perché dovevo essere monitorato tutta la notte. Dopo 36 ore sono tornato nella mia stanzetta. Poi è lunga, prima di riprendere le forze. È lunga anche da guariti. Mi scrivevo con Carlo Conti e Iva Zanicchi, che erano ricoverati nello stesso momento. In quei momenti, se sei credente, è un buon momento per pregare. Quando capisci che le tue condizioni non sono così critiche, ti viene più di pregare per gli altri. Sono passato da chiuso nella stanza d’ospedale, a chiuso nella mia stanza. Ma ero ancora positivo. Oggi, mi sento bene. Maria De Filippi è di poche parole, ma sempre le parole giuste nel momento giusto, è stata una sorella».

Poi, Gerry Scotti ricorda in lacrime Veronica Franco, la concorrente di Tu si Que Vales: «Se fosse riuscita ad arrivare alla finale, avrebbe vinto. Purtroppo non ce l’ha fatta. È la vincitrice morale». Silvia Toffanin scoppia a piangere. Emozione in studio.

Covid, Federica Pellegrini: «Io sto meglio, ma mia madre ha tutti i sintomi della malattia»

Federica Pellegrini teme che la mamma sia stata contagiata e abbia sviluppato il Covid. «Io mi sono svegliata bene, niente febbre, avevo voglia di alzarmi dal letto. Bad news purtroppo: mia mamma ha i sintomi del covid, domani farà il tampone , ma quasi sicuramente lo ha preso».

5535203_1326_federica_pellegrini_mamma_contagiata_covid

Federica Pellegrini continua sui social il suo diario della convalescenza dopo aver contratto il virus e ora teme di aver contagiato sua mamma. «Io dovevo partire per Budapest e mia mamma era qui in quei giorni perché ci dovevamo dare il cambio con i cani – spiega l’olimpionica del nuoto in un video su Instagram – lei è rimasta in quarantena preventiva qui a casa da me, abbiamo cercato di mantenere le distanze e usare le mascherine, di stare attente. Ma ha i sintomi da stamattina, domani farà il tampone e di sicuro sarà positivo. Ha mal di testa, 37.4 di febbre e tanti dolori: poverina mi dispiace tantissimo. La cosa buona è che ora io sono in grado di darle una mano, ho gli anticorpi e posso starle vicino. Questo virus veramente si attacca con una facilità che non immaginavo, vivendo insieme è stato facile». Per lei invece la ripresa continua: «Niente febbre, gusto e olfatto non li ho ripresi ma mi hanno detto che ci vorrà tanto tempo – continua Federica Pellegrini -. Ieri ho fatto una ecografia ai polmoni e sono ok. Devo dire che era la cosa che mi preoccupava di più e mi sento rincuorata».

Dalila di Lazzaro, il suo dramma a Storie Italiane: «Ho un dolore cronico. Ho speso piùà di 750mila euro per curarmi». Eleonora Daniele: «E’ una malattia molto seria»

Ha raccontato il suo dramma nella puntata di oggi di Storie Italiane, su Rai1, Dalila Di Lazzaro. Ospitata da Eleonora Daniele, l’ex modella ha partecipato tramite collegamento al talk sulle pensioni, lamentando di non avere una buona pensione a causa di un incidente che le ha cambiato la vita molti anni fa.

4442786_1437_camilla_de_mori

Dalila Di Lazzaro ha raccontato: «Ha rotto un momento magico della mia carriera. A causa di quell’incidente non ho più potuto lavorare. Non sono arrivata a quarant’anni di lavoro ma se anche lo avessi fatto, pur avendo sempre versato, oggi non avrei una pensione dignitosa», chiedendo poi a gran voce: «Se una persona è costretta a smettere di lavorare e non può più fare niente, come si deve comportare? […] mi mancavano circa dieci anni di lavoro, ho chiesto mille volte di avere un’integrazione, ma è come chiedere l’elemosina».

Sul suo problema di salute, che Eleonora Daniele ha definito molto serio, Dalila Di Lazzaro a Storie Italiane ha spiegato: «Ho un dolore cronico. Ho speso più di 750mila euro per curarmi. Vorrei riconoscessero che il mio problema è grave. Anche se mi vedete così, io non posso muovermi. Durante l’incidente ho battuto la schiena e un pezzo di trapezio mi ha strappato dei tessuti nervosi dalla spina dorsale. Soffro di un dolore cronico neuropatico, non posso muovermi come tutti voi. Posso fare due passi ma sempre con la morfina in tasca».

Georgette Polizzi si racconta dopo Temptation Island: «La mia odissea tra violenze e malattia»

Il grande pubblico la conosce soprattutto per essere stata, nel 2016, una delle concorrenti di Temptation Island insieme al fidanzato Davide Tresse, diventato suo marito due anni più tardi. Ma Georgette Polizzi, stilista (suo è il brand GeorgettePol) e influencer da 600.000 followers, prima di diventare una donna di successo ha dovuto sopportare ingiustizie, maltrattamenti, discriminazioni. Un passato difficile e doloroso che racconta per la prima volta nel libro “I lividi non hanno colore” (Mondadori Electa).

georgette-polizzi-678x381

Perché ha scelto questo titolo?
«Perché sulla pelle nera i lividi non si vedono. Però sono segni che il tempo non può cancellare».

La principale responsabile di quei lividi è stata sua madre.
«Sì, mi ha picchiata fin da piccolissima. Adesso ho capito che era malata, ma quando sei bambina non lo capisci, pensi che quella rabbia sia la normalità, che tutti i genitori reagiscono così per punire i figli quando magari rompono qualcosa, credi di meritarle. A 15 anni sono finita in ospedale e mi hanno allontanata da lei: da quel momento sono cresciuta in una Casa famiglia».

Ha subito violenze solo tra le mura domestiche?
«No, per strada i compagni di scuola mi facevano cadere, mi tiravano i sassi in testa per il colore della mia pelle. Erano gli anni Ottanta, il razzismo era tanto. Mi sono resa conto di essere diversa a 6-7 anni, stavo malissimo. Probabilmente da lì nasce la mia voglia di rivalsa, di dimostrare agli altri che sapevo fare le cose come loro e forse ancora meglio di loro».

Pensa che il razzismo sia sparito, da allora?
«No, c’è ancora, ma in maniera velata. Prendere posizione contro il razzismo fa moda, fa tendenza, e credo che tutti i post sulla morte di George Floyd siano state soltanto forme di esibizionismo».

Oggi combatte contro la sclerosi multipla. Cosa vuole dire a chi, come lei, ne è affetto?
«Che bisogna amare la vita e non buttarsi mai giù, perché in questo tipo di malattie i farmaci fanno molto, ma senza la testa non ci si riprende. Io da un giorno all’altro mi sono ritrovata paralizzata, ma con grande impegno e forza di volontà ho ripreso a camminare in quattro mesi. Se ce l’ho fatta io, ce la può fare chiunque».

Che esperienza è stata Temptation Island?
«Una parentesi che mi ha dato la possibilità di farmi conoscere, di questo devo ringraziare quel programma, ma fare televisione non è una cosa a cui penso: io avevo un sogno e l’ho realizzato, ora ho un’azienda con dei dipendenti».

Piero Chiambretti è guarito dal coronavirus: “Un messaggio di speranza che voglio condividere”

Piero Chiambretti è guarito dal coronavirus. “Ho due tamponi negativi. Un messaggio di speranza che voglio condividere e trasmettere a tutti”, ha dichiarato il conduttore di “#CR4-La Repubblica delle donne” che è stato dimesso dall’ospedale Mauriziano di Torino dove era ricoverato dal 16 marzo scorso insieme alla madre Felicita che purtroppo, anche lei contagiata, non ce l’ha fatta.

piero-chiambretti

Chiambretti era risultato positivo al Covid-19 e dopo due lunghe settimane di lotta contro il virus finalmente torna a casa. Ora lo aspetta un periodo di convalescenza.

“Ringrazio con tutto il cuore il personale sanitario del Pronto Soccorso dell’ospedale Mauriziano di Torino che mi ha assistito e curato con abnegazione, passione e grande umanità in questi lunghi giorni di malattia e di sconforto psicologico. Sono guarito”, è il messaggio del conduttore.

Donatella Rettore, choc: «Devo essere rioperata d’urgenza»

Donatella Rettore choc: «Operata in oncologia, non va bene. Devono rioperarmi, il mio esame istologico non va bene». Con Twitter, la cantante Donatella Rettore, 66 anni, ha comunicato oggi ai suoi fan di essere stata operata ieri all’Istituto Oncologico di Vicenza, per una grave malattia che l’ha colpita ormai da mesi.

1564391804819

«Bene, ve lo dico tanto in mezzo alla bufera sarà solo un tuono in più. Mi hanno operato allo Iov (è l’Istituto Oncologico di Vicenza, ndr). Ieri hanno avuto il risultato dell’esame istologico e non va bene. Debbono rioperare e in fretta. Ciao a tutti, vi voglio bene. Abbiate cura di Claudio, Orso, Lupo e Collins».