Bambino di 6 anni viene ripreso perché gioca con una bambola, lui replica: «Sono il papà, mica la mamma»

Un bambino di 6 anni viene ripreso perché giocava con le bambole ma la sua risposta ha spiazzato tutti. «Sono il papà, mica la mamma», ha replicato a chi voleva fagli notare che quello non era un gioco adatto ai ragazzi dando una grandissima lezione di vita contro ogni pregiudizio a molti adulti.

5345723_1005_bimbo_gioca_bambole

A raccontare la storia del piccolo Giovanni di Roma è il gruppo Facebook “Guida senza patente” creata da un genitore, Daniele Marzano, in prima linea contro le discriminazioni di genere che descrive la difficoltà dell’essere genitore in alcuni casi. «Giovanni ha 6 anni e sta giocando con il suo Cicciobello. Passa un signore anziano lo guarda e gli dice: “Ma giochi con le bambole? Sei un maschio dovresti giocare con i soldatini”», così inizia il post che racconta la storia del bambino e la lezione che ha dato a un passante.

«Giovanni lo guarda negli occhi e non si scompone e regala una risposta da Oscar: “Sono il papà mica la mamma!”», spiega ancora nel post dicendo che il bimbo ha anche specificato che il nome del suo bambino è Mario. Una risposta che è un insegnamento per tutti, un gesto di grande civiltà e contro ogni pregiudizio.

«Giovanni non lo sa che con una semplice risposta sta rendendo il mondo un posto più bello. La sua saggezza ha tanto da insegnare a chi probabilmente si crede più saggio», prosegue su Facebook e poi conclude: «Avanti Giovanni, sarai un grande papà e un grande uomo. E sicuramente hai dei grandi genitori».

Roma, pestato a 12 anni dalla baby gang: è grave. «Aveva difeso un’amica». L’ombra del cyberbullismo

Picchiato da una baby gang di ragazzi più grandi, solo per aver difeso una ragazza: è l’incubo capitato ad un ragazzo di 12 anni a Roma, che si trova in ospedale ricoverato in gravi condizioni dopo le botte subìte dal branco di giovanissimi. Una vicenda molto grave, come racconta oggi Marco De Risi sul quotidiano Il Messaggero, sulla quale indaga la polizia.

5264595_2012_moglie_picchiata_roma_grave_ultime_notizie_2_giugno_2020

È successo ieri pomeriggio all’Eur, in viale Europa: un passante ha trovato il 12enne esanime a terra, sanguinante dalla bocca e da un orecchio, e ha chiamato polizia e ambulanza. Il giovane è stato portato all’ospedale Bambino Gesù: ne avrà per oltre un mese.

La causa del pestaggio sarebbe la difesa di una ragazza più grande, amica dei ragazzi della baby gang: questi ultimi hanno voluto dargli perciò una lezione per quello interpretato come un affronto. La vittima ha descritto ai poliziotti i suoi aggressori, ma data la gravità delle sue condizioni, scrive Il Messaggero, per formalizzare una denuncia servirà che si riprenda del tutto.

Alla base di tutto, conclude l’articolo, potrebbe esserci un risvolto legato al cyberbullismo: qualcuno della baby gang potrebbe aver condiviso sui social immagini rubate di una ragazza, e sarebbe per questo che il dodicenne sarebbe intervenuto in sua difesa, per poi venire picchiato. Intanto i genitori, al Bambino Gesù al fianco del figlio, sono sconvolti.

Tra Sara e Nicola è tornato il sereno e spunta un tatuaggio

Il falò di Nicola Panico e Sara Affi Fella andato in onda lo scorso lunedì sera su canale 5 è stato tra i più attesi di questa edizione di Temptation Island. Tra coppia ci sono 13 anni di differenza ma chi si è dimostrato essere più maturo tra i due è stata senza dubbio Sara.

2588392_1232_nicola_panico_sara_temptation_tatuaggio

La bellissima modella campana ha dato al suo fidanzato una vera e propria lezione di vita senza mai trascendere e soprattutto essendo sempre rispettosa. Sara ha lasciato il fidanzato con un “Non mi merita! Esco sola!”, salvo poi ripensarci. Un mese dopo la registrazione dello show Filippo Bisciglia è andato a trovare sia il calciatore campano che Sara facendo scoprire ai telespettatori che tra i due è tornato il sereno.
A suggello dell’amore ritrovato Sara e Nicola hanno fatto un tatuaggio insieme. E’ stato Nicola Panico a condividere la foto su Instagram corredata da questa frase ” A volte per ritrovarsi bisogna perdersi.. quasi del tutto”.

Campionessa di fitness si allena con i ragazzi: loro sono distratti dal lato b perfetto

Le si chiama Nicole Mejia ed è una campionessa di fitness statunitense: in questa serie di video, lanciata su Youtube, si allena insieme ad un gruppo di ragazzi.

Nicole-Mejia-19

In uno dei filmati, però, i suoi ‘allievi’ non riescono a concludere la lezione perchè vengono continuamente distratti dalle forme mozzafiato della coach: uno di loro sbircia ripetutamente il lato b di Nicole.
Si tratta in realtà di una sorta di ‘esperimento’ lanciato su Mtv2: lo scopo finale era quello di aiutare Nicole Mejia a farle vincere il premio come miglior lato-b dell’anno. Le immagini parlano chiaro: sicuramente è da podio.