Monica Leofreddi, il dolore segreto a Io e Te: «Ecco perché ho lasciato la conduzione». Diaco commosso

Su Leggo.it le ultime novità. Monica Leofreddi, il dolore segreto a Io e Te: «Ho lasciato il programma perché era in fin di vita…». Diaco commosso. Ieri, la conduttrice romana è stata ospite nel salotto di Rai1, dove ha ripercorso la sua carriera dagli esordi nelle tv locali ai successi in Rai, come l’Italia sul 2 e Torto o Ragione. Monica Leofreddi ha anche raccontato un momento molto delicato della sua vita.

monicaleofreddi_ioete_diaco_18113027

Ecco le sue parole: «Era il sesto anno che conducevo l’Italia sul 2 con Milo Infante, ma le signore per strada mi iniziavano a fermare per dirmi che mi vedevano triste in tv. Mi avevano capito più loro di quanto mi fossi capita io. Era un momento molto duro nella mia vita privata. Mio padre era in fin di vita, stavo costruendo un rapporto con il mio compagno Gianluca Delli Ficorelli, ma i figli non venivano… Ho lasciato la conduzione quando il programma era al 22 per cento».

Oggi, Monica Leofreddi è mamma di due bambini, Riccardo, 11 anni, e Beatrice, 8. Conclude la conduttrice: «Mi piacerebbe condurre un programma in cui ascolto storie. Sono affamata di vita».

Firenze, pubblica le foto intime dell’ex fidanzata 17enne su un sito di escort per vendetta: era stato lasciato

Pubblica le foto intime dell’ex fidanzata minorenne su siti di escort. L’orribile vicenda è capitata a Firenze dove un ragazzo di 21 anni, che non riusciva ad accettare la fine della sua storia con una 17enne, si è vendicato pubblicando molte foto hard, almeno una decina, dell’adolescente su alcuni siti di escort e prostitute, allengando anche il numero di telefono cellulare della vittima.

5239022_1130_foto_hard_fidanzata_30

La ragazza, subissata di chiamate e sconvolta per l’accaduto, ha deciso di sporgere denuncia e la Polizia postale, su ordine del giudice, ha rintracciato ed arrestato l’ex fidanzato. Le accuse a carico del 21enne sono stalking, revenge porn, sostituzione di persone e diffamazione.

Miley Cyrus: «Sono attratta dalle donne, ho lasciato la Disney quando ho scoperto il sesso»

Miley Cyrus è senza filtri nell’intervista rilasciata a “Elle”. L’artista continua a lasciare tutti a bocca aperta con le sue dichiarazioni bomba. Ha confidato di essere ancora attratta dalle donne, nonostante si sia sposata recentemente con l’attore Liam Hemsworth. La ‘bad girl’, inoltre, ha confessato di aver lasciato il ruolo di Hanna Montana, la serie Disney che le ha dato la fama, subito dopo aver perso la verginità.

4319978_2112_miley_cyrus_topless

Prima di scoprire il sesso era l’idolo delle ragazzine. «Nel minuto in cui ho perso la verginità ho pensato che non avrei più potuto farlo», ha dichiarato. «Era strano e ridicolo, mi sentivo cresciuta per quel personaggio. Una volta andai nel backstage di Disneyland e Peter Pan stava fumando una sigaretta. Pensai: ‘Sono io, questo è il genere di sogni che sto spezzando’. E’ così che si sono sentite le persone quando è uscito il video in cui fumavo il bong. Ma io non sono una mascotte Disney, sono una persona». A 18 anni quel ruolo cominciava a starle stretto e così ha deciso di voltare pagina.

Sul rapporto con il marito precisa: «Amo Liam, ma sono ancora attratta dalle donne. Il mio matrimonio è unico e non permetto alla gente di entrarci, perché è complesso e fuori dagli schemi. Ho un relazione eterosessuale ma sono ancora molto attratta dalle donne». La Cyrus, inoltre, non sembra intenzionata ad allargare la famiglia: «Se non vuoi avere bambini, le persone sono dispiaciute per te. Pensano che tu sia una str*** senza cuore, incapace di amare. Perché pensiamo che l’amore sia mettere noi in secondo piano e la persona che ami al primo? Se ami te stesso allora ti metti al primo posto».

Carola Rackete libera, ha lasciato Agrigento nella notte. Le prime parole: «Una vittoria della solidarietà»

Carola Rackete è libera. Ha lasciato nella notte l’abitazione di Agrigento dove è stata ospitata per due notti in attesa della decisione del gip arrivata nella tarda serata di ieri. Come apprende l’Adnkronos la comandante Sea Watch 3 accompagnata dal suo legale ha lasciato la casa di via Dante 163 in piena notte per evitare la ressa di telecamere. Pare che la donna abbia lasciato il territorio Agrigentino in attesa dell’interrogatorio del 9 luglio per l’inchiesta che la vede indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

carola_rackete_libera_prime_parole_03094635

Carola Rackete si è detta «molto commossa per la solidarietà espressa nei miei confronti da così tanta gente». Così, la comandante della nave Sea watch ha accolto la decisione del gip di Agrigento che l’ha scarcerata dopo tre giorni di domiciliari. «Sono sollevata dalla decisione del giudice, che considero una grande vittoria della solidarietà con tutte le persone, dai rifugiati ai migranti, ai richiedenti asilo, e contro la criminalizzazione degli aiutanti in molti paesi in Europa», ha aggiunto.

«Voglio sottolineare – ha proseguito la capitana – che tutto l’equipaggio della Sea Watch 3 ha reso questo possibile e nonostante che l’attenzione si sia concentrata su di me, è come una squadra che abbiamo tratto in salvo le persone, ci siamo presi cura di loro e le abbiamo portate in salvo». Infine Carola Rackete ha rivolto «un grande ringraziamento alla squadra degli avvocati che ha fatto un lavoro fantastico per assistermi».