Paola Perego choc: «Sono andata dall’esorcista, sentivo che stavo morendo…»

Paola Perego, il dramma segreto: «Sentivo che stavo morendo, sono andata dall’esorcista…». La conduttrice si è raccontata in un libro intitolato Dietro Le Quinte delle mie Paure e ha parlato a cuore aperto della sua guerra contro gli attacchi di panico.

paola perego-17

Come riporta il sito Coming Soon, nel presentare il suo libro Paola Perego ha rivelato: «All’improvviso senti che stai morendo e nessuno ti può salvare. Stai per essere aggredita da una belva feroce. Peccato che la belva feroce non esiste, sei tu».

Paola Perego ha raccontato di essersi rivolta a Don Luigi per un esorcismo: «I miei genitori erano disperati, mi vedevano star male. Sembravo una posseduta. Mi hanno fatto bruciare cuscini e materassi». Poi la conduttrice lancia un appello ai suoi fan: «Mi sento di dire solo un’ultima cosa, non sottovalutate mai i mali dell’anima, non vergognatevi di chiedere aiuto, ma parlatene, tirate fuori quello che avete dentro. Quando lo farete, scoprirete che lì, ad aspettarvi oltre la vostra corazza di paure, c’è un mondo che può capirvi e darvi una mano».

Meghan Markle contro la regina Elisabetta: «La guerra è iniziata subito dopo le nozze a causa di un incidente»

Meghan Markle contro la regina Elisabetta: «La guerra è iniziata subito dopo le nozze a causa di un incidente» A svelarlo è l’esperta di affari reali Lady Colin Campbell che ha scritto un libro su come si sia deteriorato il rapporto tra la sovrana d’Inghilterra e l’ex attrice americana. Le tensioni sarebbero cominciate in un momento ben preciso e a causa di un piccolo incidente avvenuto quattro giorni dopo il matrimonio con il principe Harry.

5297687_1748_meghan_markle_regina_elisabetta_guerra_quattro_giorni_dopo_matrimonio

Nel libro “Harry and Meghan: The Real Story”, in uscita in Gran Bretagna il 25 giugno, parla di un episodio verificatosi al garden party per i 70 anni del principe Carlo. Non ha fornito dettagli – nella speranza di attrarre i lettori – ma in un’intervista al Daily Star Campbell ha affermato che fu proprio quell’aneddoto a «infrangere le aspettative della Regina nei confronti di Meghan» e a scatenare la guerra. «Non posso raccontarlo – ha aggiunto – è nel libro. Ma posso dire che si tratta di qualcosa accaduto proprio durante il primo garden party a Buckingham Palace per celebrare il 70esimo compleanno del principe Carlo e il suo lavoro nelle charities», ha dichiarato al tabloid.

Il litigio con la regina, tuttavia, rappresenta solo una piccola parte del racconto. Nel libro si parla di Meghan come di una donna «assetata di fama e successo». Un’opera che preannuncia nuovi scandali per la Famiglia Reale al pari di altre future pubblicazioni come la biografia bomba di Harry e Meghan Markle (“Finding freedom”, disponibile online in tutto il mondo dall’11 agosto), e “Kensington Palace: an Intimate Memoir From Queen Mary to Meghan Markle” che svela anche i motivi per cui Kate Middleton e Meghan non si sopportano.

Belen Rodriguez e Stefano De Martino si separano: i motivi dell’addio fra gelosia e guerra fra famiglie

Belen Rodriguez e Stefano De Martino si sono lasciati. I due, circa un anno fa, erano tornati insieme dopo un lungo periodo di separazione che aveva visto la showgirl argentina fidanzarsi col pilota Andrea Iannone. Ora escono le prime indiscrezioni sui motivi dell’addio, fra gelosia e “guerra” fra famiglie.

5268307_1452_belen_rodriguez_stefano_de_martino

Se infatti, secondo i beninformati, a far esplodere la coppia era stata la convivenza forzata da lockdown da coronavirus, per il settimanale “Oggi” la crisi nasce da molto più lontano, già a gennaio. Secondo la rivista infatti Stefano non sarebbe nuovo ad avventure extraconiugali, provocando l’ira e la gelosia di Belen. La showgirl, di conseguenza, negli ultimi periodi avrebbe controllato spesso il telefonino del marito, contestando ogni movimento sospetto.

Altro punto, quello della presenza delle famiglie: molto presente quella della Rodriguez, che abita nello stesso palazzo, molto più in disparte e meno influente invece quella di De Martino. Stefano infatti in passato aveva avuto a che ridire col fratello di Belen, Jeremias…

Coronavirus a Bergamo, Roby Facchinetti a Domenica In: «Su quei camion c’era un mio parente»

Alla sua città, martoriata dall’emergenza coronavirus, Roby Facchinetti ha dedicato un brano, “Rinascerò, rinascerai”. Il dolore dell’ex membro dei Pooh, però, non riguarda solo il dramma vissuto dalla città di Bergamo, ma è anche e soprattutto personale.

coronavirus_bergamo_roby_facchinetti_domenica_in_29170927-768x451

In collegamento con Mara Venier a Domenica In, infatti, Roby Facchinetti ha rivelato un dettaglio molto doloroso: «Abbiamo visto tutti i camion dell’esercito che portano via le bare fuori regione. Su quei camion c’erano tanti cittadini di Bergamo, compresi miei amici, conoscenti e uno dei miei parenti. Vivere a Bergamo non è facile: siamo terrorizzati e spaventati, c’è più terrore che paura, i malati vanno via in ambulanza e i familiari sanno che molte volte non li rivedranno più».

Per questo motivo, Roby Facchinetti lancia un appello a tutti gli italiani: «Qui a Bergamo stiamo male: troppo dolore, troppo pianto… Viviamo su un campo minato, è peggio di una guerra. In guerra morivano i giovani, questo virus invece si prende tutti, senza distinzioni, non guarda in faccia a nessuno. Non capisco come alcune persone non riescano ancora a capire la gravità della situazione».

L’ex componente dei Pooh ha poi spiegato che, anche a fine emergenza, sarà difficile ritornare alla vita di sempre. «Non abbiamo mai vissuto una situazione umana così dura dal punto di vista psicologico. Cosa succederà poi? Usciamo tutti? A fare cosa? Ci vorrà molto tempo per elaborare e tornare alla vita di un mese fa. Sono convinto che ripartiremo e ci rifaremo economicamente, anche con gli interessi. I bergamaschi e i lombardi hanno sempre avuto queste capacità e le tireremo fuori anche stavolta» – ha spiegato Roby Facchinetti – «La musica mi ha salvato e mi salva anche in questi momenti, ma adesso ogni volta che squilla al telefono è un colpo al cuore. Faccio cose che mai avrei creduto di fare: consolare nipoti, amici e parenti che hanno perso i loro cari».

Roby Facchinetti, infine, rivolge un appello a tutti, dai cittadini agli esponenti politici: «In questo orribile viaggio siamo tutti uguali. Vorrei dire che siamo sulla stessa barca, anzi dico sullo stesso barcone o gommone. Siamo tutti uguali».

Harry e William, volano insulti: «Cafone», «Irrispettoso»: è guerra tra i due fratelli?

È gelo tra Harry e William: i due fratelli non si parlerebbero quasi più e il rapporto tra loro sarebbe molto burrascoso. A raccontare vecchi e nuovi retroscena con discussioni e insulti tra fratelli ci ha pensato il Mail on Sunday.

harry-william-1

Le incomprensioni risalirebbero ad anni fa, quando Harry ha iniziato a sentirsi meno considerato in famiglia rispetto al fratello maggiore. Le cose sarebbero peggiorate con l’arrivo di Meghan: William non era d’accordo sul matrimonio e avrebbe suggerito a Harry di pensarci bene. L’ex attrice americana non sarebbe mai stata simpatica al cognato, che avrebbe avuto nei suoi confronti un atteggiamento ‘arrogante e cafone’. Dopo le nozze, gli attriti hanno coinvolto anche Kate, scoppiata a piangere dopo una brutta lite con Meghan. I Duchi di Sussex hanno deciso così di allontanarsi gradualmente dalla Royal Family, trasferendosi a Frogmore Cottage. Poi l’addio definitivo alla Famiglia Reale con la rinuncia ai titoli e il trasloco in Canada.

Regina Elisabetta, con la sua morte si scatenerà un allarme come in periodo di guerra

Quando la Regina Elisabetta morirà, si scatenerà una serie di eventi concatenati. Un domestico vestito a lutto affiggerà all’esterno di Buckingham Palace un avviso che comunica la morte della sovrana.

4902353_40_20191202192810

Il sito web di Palazzo cambierà colore e tutti i contenuti saranno eliminati temporaneamente per dare spazio a una sola pagina con l’annuncio funebre. Verrà poi attivato un allarme radio simile a quello che passa in periodo di guerra e la BBC sospenderà la programmazione per approfondire la triste notizia. Anche i piloti sugli aerei comunicheranno a personale di bordo e passeggeri che Sua Maestà è morta.

Noemi Magni, chi è la ragazza di 27 anni morta per la tromba d’aria a Fiumicino

Capelli biondi e sorriso stampato in viso. Noemi Magni, 27 anni, è stata uccisa dalla forza di una tromba d’aria questa notte a Fiumicino, in via Coccia di Morto.

Stava tornando a casa – verso le due – dopo essere uscita a comprare un pacchetto di sigarette, quando la sua Smart è stata letteralmente travolta dalla violenza del vento. La macchina è stata sbalzata via e per lei non c’è stato nulla da fare.

noemi-magni

La ragazza abitava a Focene. Il sindaco del comune alle porte di Roma, Esterino Montino, dopo la tragedia ha dichiarato: «Sembra un teatro di guerra. Appena giunto a Focene ho potuto incontrare i genitori della ragazza. A loro e a tutti quelli che la conoscevano va il mio più caloroso abbraccio e la mia più sincera vicinanza per la tragedia che li ha colpiti», ha concluso Montino.