Fedez risponde a Bocelli: «Gli presento il mio amico che a 18 anni ha subito un trapianto ai polmoni per il Covid»

Fedez risponde ad Andrea Bocelli, oggi autore di dichiarazioni “negazioniste” sulla reale pericolosità del coronavirus durante il suo intervento al convegno in Senato “Covid-19 in Italia: tra informazione, scienza e diritti”, evento al centro di polemiche in seno alla comunità scientifica italiana. «Se non conoscete nessuno che sia stato in terapia intensiva e vi permettete di instillare il dubbio che la pandemia sia stata fantascienza – scrive il rapper su Twitter – vi presento un mio amico che causa Covid ha dovuto subire un trapianto di polmoni a 18 anni. Poi fare silenzio ogni tanto non fa male eh».

5371241_2103_fedez_attacca_bocelli_covid_convegno

Il post pubblicato da Fedez è accompagnato dalla foto insieme al diciottenne ridotto in fin di vita per il Covid-19, salvato grazie ad un trapianto di entrambi i polmoni, che il virus gli aveva letteralmente ‘bruciato’ rendendolo incapace di respirare nel giro di pochi giorni. L’intervento, il primo del genere in Europa, è stato eseguito dai medici del Policlinico di Milano, sotto il coordinamento del Centro nazionale trapianti, con il Centro regionale trapianti e il Nord Italia transplant program.

«Mi sono sentito umiliato e offeso come cittadino quando mi è stato vietato di uscire di casa. Devo anche confessare, e lo faccio qui pubblicamente, di aver anche in certi casi disobbedito volontariamente a questo divieto perché non mi sembrava giusto né salutare. Ho una certa età e ho bisogno di sole e di vitamina D». Sono queste le parole pronunciate oggi da Andrea Bocelli, che con la mente è tornato ai momenti più duri del lockdown, raccontando come li ha vissuti. Bocelli, che ha in passato raccontato di aver affrontato personalmente Covid-19 e di essere guarito. «Ho accettato questo invito ma sono lontano dalla politica – ha detto ancora – Durante il lockdown ho anche cercato di immedesimarmi con chi doveva prendere decisioni difficili. Ma poi le cose non sono andate bene. Man mano che il tempo passava, non ho mai conosciuto nessuno che fosse andato in terapia intensiva, quindi perchè questa gravità?».

Fedez: «Dopo la raccolta fondi ho avuto 15 denunce dal codacons»

Nel giorno di uscita del suo nuovo singolo Bimbi per strada, musica di una hit anni Novanta, Children di Robert Miles, cui lui ha aggiunto le parole, Fedez è stato intervistato dal quotidiano La Repubblica e ha parlato tra le altre cose del coronavirus e della raccolta fondi promossa insieme a sua moglie Chiara Ferragni. Contro il Covid, i Ferragnez hanno raccolto soldi per un nuovo reparto di terapia intensiva all’ospedale San Raffaele di Milano.

5281555_1023_fedez_chiara_ferragni_covid_15_denunce_codacons

Un successo, a differenza di quello realizzato in Fiera, costruito in tempi biblici «al triplo o quadruplo dei costi di quello del San Raffaele». E ora Fedez crede che sia arrivato il momento per fare chiarezza: «Da cittadino io desidero che i soldi delle tasse che pago siano usati come si deve, non così. E sempre da cittadino, se posso, dopo aver visto Report vorrei delle risposte vere e serie da Fontana. È il momento di approfondire quel che è successo, di punire certe persone. Penso alla Pivetti: vorrei che non avesse più a che fare con la cosa pubblica».

EROI NAZIONALI Fedez e Chiara Ferragni, che recentemente hanno anche partecipato al corteo di Black Lives Matter, con la consegna a domicilio della spesa a chi non poteva permetterselo e l’iniziativa del San Raffaele da personaggi oggetto di critiche sui social per la loro ostentazione sono diventati nei dintorni eroi nazionali. «Ma non l’abbiamo fatto apposta – precisa il rapper – o meglio l’abbiamo fatto perché era giusto, punto e basta. Di quello che si scrive sui social – tiene a far sapere Fedez – non ci interessiamo affatto», mentre gli sta a cuore che l’idea di raccogliere soldi per costruire il reparto di terapia intensiva abbia coinvolto «192mila persone, persone comuni, cosa che ci ha reso felicissimi. E ancor più felici è che sia stato realizzato, sia entrato in funzione e abbia salvato un gran numero di vite».

LE 15 DENUNCE DEL CODACONS Fedez, sulle iniziative centrate in pieno in questo periodo, tiene a sottolineare che lui e Chiara Ferragni non hanno pensato al loro tornaconto di immagine ed anzi ricorda anche le reazioni meno positive alle idee mese in campo: «Io comunque ne esco con 15 denunce del Codacons, se non ho perso il conto. Loro hanno criticato la mia raccolta fondi e io ho risposto per le rime, facendo notare… aspetti, calibro le parole – dice – perché non voglio la denuncia numero 16 e non voglio che denuncino anche lei…. ecco, la poca trasparenza delle loro azioni. Il risultato, atti giudiziari per diffamazione, calunnia, associazione a delinquere, violenza, minacce plurime e induzione a commettere reati e una richiesta di 393mila euro di danni, che avranno solo l’effetto di intasare i tribunali».

“NE SIAMO USCITI DIVERSI” Tirando le somme, quindi, e la di là di quello su cui occorre approfondire, molte cose per Fedez sono andate bene. «Per la prima volta ho percepito un senso collettivo di appartenenza all’Italia, la gente ha contribuito non solo con donazioni, ma anche con comportamenti civili e rispettosi. Ho visto tassisti portare gratis medici e infermieri per esempio. Non so dire se siamo stati più bravi di altri Paesi, di sicuro siamo stati bravi, e questo già mi conforta. Forse usciamo dal virus diversi».

Chiara Ferragni e Fedez, gita “turbolenta” al Lago Maggiore. Scoppia la lite: «Vaff*** puoi dire una cosa del genere?»

Chiara Ferragni e Fedez, gita “turbolenta” al Lago Maggiore. Scoppia la lite: «Vaff*** puoi dire una cosa del genere?». Oggi, l’influencer più famosa del mondo e il rapper hanno raggiunto il Lago Maggiore per una prova di coraggio decisamente ardua: zipline ovvero il volo dell’angelo.

5272549_2045_chiaraferragni_fedez_lite

Ma se Fedez ha desistito, Chiara Ferragni si è messa in gioco. Pochi attimi prima del lancio, quando la tensione è palpabile, il rapper prova a incoraggiare la moglie con una frase che però non ottiene l’effetto sperato. «Amore finché morti non ci separi», dice ironico Fedez. Chiara, già pronta per il lancio, va su tutte le furie: «Ma vaff***. Ma sei serio? Puoi dire una cosa del genere?».

Fedez cerca di recuperare: «Amore, era per dire che ti amo». Ma Chiara è già concentrata per il lancio. Neanche a dirlo, il video del volo fa il giro del web.

Fedez prende in giro Chiara Ferragni, lo scherzo è esilarante ma lei non reagisce bene: «Che c*** vuoi»

Nuovo siparietto per Fedez e Chiara Ferragni. Per ingannare il tempo in quarantena i Ferragnez si lanciano quotidianamente in una sorta di “Casa Vianello” 2.0. Una delle ultime gag è andata in scena in camera da letto mentre l’imprenditrice digitale si prendeva cura del suo viso con una maschera. L’ironico marito l’ha presa in giro davanti ai followers mettendo a confronto una sua versione decisamente più sexy.

5191752_1314_chiara_ferragni_fedez_scherzo_maschera (1)

In un video pubblicato su Instagram il cantante mostra prima una foto di Chiara in rosso, truccata e sensuale e poi gira la camera inquadrando la moglie a letto, in pigiama, con i capelli arruffati e la maschera di bellezza sul volto. «Scusi cameriere, io ho ordinato questo e mi è arrivato questo», scherza Fedez.

La reazione alla presa in giro è immediata e furiosa. «Che ca**o vuoi?!» risponde con un’espressione imbrociata, mentre sotto la clip su Instagram ha commentato: «Bellissima sempre e comunque». Il video è finito anche su Tik Tok e ha divertito molti followers.

In un filmato precedente uno scherzo del cantante e la vendetta della Ferragni hanno dato il via ad altri momenti esilaranti. Fedez aveva appoggiato vicino alla moglie dormiente una ciocca di capelli finti, molto simili a quelli dell’influencer. Con una macchinetta per rasare i capelli ha finto di tagliarli. Lei si è svegliata di soprassalto e vedendo la ciocca accanto a lei ha sbottato: «Ti stacco il caz***». L’esternazione colorita ha fatto il giro del web.

Fedez fa uno “scherzetto” alla Ferragni: il finale è da censura!

Nel loro lussuoso attico milanese non c’è spazio per la noia. Tra shooting casalinghi, balletti con Leone, workout e performance culinarie, Chiara Ferragni e Fedez hanno trovato il modo di riempire la quarantena. Tra loro non mancano gli scherzi, che a volte sono davvero diabolici. Stavolta la vittima è stata l’influencer: mentre dormiva della grossa in terrazza, il marito le ha fatto credere di averle tagliato una ciocca di capelli. Lei non l’ha presa bene…

084030907-91fdba8d-3552-46b3-82f3-1a47c5da1aef

Distesa al sole in top e pantaloncini, Chiara si stava godendo la sua pennichella. Nel frattempo, Fedez progettava l’agguato. In un video mostra una parrucca bionda low cost, ne taglia una ciocca e poi si avvicina di soppiatto alla moglie, che dorme beatamente e non si accorge di nulla. A questo punto appoggia i capelli posticci accanto a quelli veri e fa partire il rumore del rasoio, che sveglia la Ferragni di soprassalto.

“Ma che c…o fai, sto dormendo!”, salta su Chiara, già su tutte le furie per essere stata disturbata. E poi prosegue preoccupata vedendo la ciocca sul divano: “Amore, è uno scherzo?” per poi lanciare la terribile minaccia: “Amore ti stacco il c…o”. “Ho dovuto censurare alcune parti”, ha scritto Fedez a commento del video postato su Instagram. E in effetti nel filmato si vedono alcuni tagli. Il messaggio, comunque, è arrivato forte e chiaro… ma chissà cosa avrà detto Chiara peggio di così?

Eppure la Ferragni avrebbe dovuto aspettarselo che prima o poi Fedez sarebbe passato al contrattacco. Solo qualche giorno prima era stata lei a tramare alle sue spalle. Mentre lui schiacciava un pisolino, lei aveva posizionato uno sgabello sopra la sua faccia, per poi svegliarlo di soprassalto con una trombetta. Che lui non gliel’avrebbe fatta passare liscia era scontato… la vendetta è un piatto che va servito freddo.

Fedez: «La foto di mio figlio Leone per dire che è morto di coronavirus. Sono senza parole»

Fedez, l’orrore sui social: «Qualcuno ha scaricato le foto di mio figlio per dire che è morto di coronavirus». Il cantante ha pubblicato su Instagram lo screenshot di un post di cattivo gusto in un gruppo Facebook che invita a restare a casa in piena emergenza. Ogni giorno ci sono decine di appelli di questo tipo che mostrano le vittime e i malati del Covid-19 ricordando che è una malattia imprevedibile che può colpire tutti.

fedezcombo.jpg_982521881

«Questa notte il Covid-19 si è portato via mio figlio, Leone di 2 anni e mezzo… Non è vero che solo gli anziani malati muoiono. State a casa», si legge nella didascalia a corredo del post. Nelle foto è riconoscibilissimo il figlio di Fedez e Chiara Ferragni. «Sono senza parole, ma quanto fai schifo?», scrive Fedez denunciando l’accaduto sul suo profilo.

«Se una persona arriva a fare dei gesti del genere lo fa per ricevere delle attenzioni e quindi io penso che sia giusto dare l’attenzione che si merita a questa persona che si è scaricato le foto di mio figlio per dire che era morto di coronavirus. Eccoti, complimenti, hai vinto. Co***** del giorno», ha detto nelle stories successive.

Chiara Ferragni, Fedez mostra il nuovo reparto di terapia intensiva al San Raffaele: «Venerdì pronto, creato in 12 giorni»

Chiara Ferragni, Fedez mostra il nuovo reparto di terapia intensiva al San Raffaele: «Venerdì pronto, creato in 12 giorni». Il rapper milanese ha mostrato sulle stories di Instagram i primi scatti del nuovo reparto di terapia intensiva del San Raffaele di Milano, realizzato grazie alla raccolta fondi promossa con la moglie Chiara Ferragni.

5119054_1957_chiaraferragni_fedez_coronavirus_terapiaintensiva (1)

Il crowdfunding, che ha superato i quattro milioni di euro, servierà per aiutare anche altri ospedali in prima linea nell’emergenza. Ecco le parole di Fedez: «Venerdì 20 sarà pronta per il collaudo la nuova terapia intensiva ad alta tecnologia costruita da ZERO in 12 giorni. Grazie a tutti voi».