Maria De Filippi, Cristiano Malgioglio e Paolo Bonolis a Pasqua e pasquetta radioconduttori per un giorno su Rtl 102.5

Una programmazione speciale con tre personaggi televisivi ‘prestati’ alla radio per un giorno. Per le giornate di Pasqua e Pasquetta, infatti, su Rtl 102.5 ci saranno tre radioconduttori d’eccezione: Maria De Filippi, Cristiano Malgioglio e Paolo Bonolis.

coronavirus_pasqua_pasquetta_maria_de_filippi_cristiano_malgioglio_paolo_bonolis_rtl_11154951-768x476

Rtl 102.5 (in radiovisione sui canali tv 36 del Dt e 736 di Sky) regala ai suoi ascoltatori e telespettatori un dialogo diretto con i milioni di italiani che saranno costretti, soli o in famiglia, a passare in modo inconsueto le festività. La domenica di Pasqua dopo la diretta da Piazza San Pietro con l’Angelus di Papa Francesco, la prima radio italiana alle 13.30 cederà il microfono, all’interno del programma ‘Miseria e Nobiltà’, a Maria De Filippi che, collegata da casa, dialogherà con gli ascoltatori facendosi raccontare il pranzo pasquale, le tradizioni familiari e le speranze che in questo momento attraversano ognuno di noi.

Alle 16 toccherà a Cristiano Malgioglio, all’interno del contenitore ‘Mai visto alla radio’, intrattenere il pubblico con i suoi racconti e le sue provocazioni, dispensando consigli divertenti su come resistere con coraggio e sorrisi a questo momento di lotta contro il Covid19.

Il Lunedì di Pasquetta a partire dalle 12 sarà Paolo Bonolis a intrattenere gli ascoltatori, all’interno del programma ‘W l’Italia’. «L’affetto e la costanza con cui i radioascoltatori stanno premiando il nostro lavoro – dichiara il presidente di Rtl 102.5, Lorenzo Suraci – ci impongono di offrire al nostro pubblico una programmazione straordinaria per il giorno di Pasqua. Ringrazio Maria De Filippi e Cristiano Malgioglio per la generosa disponibilità».

Sonia Bruganelli, e quella rosa bianca segno di buon auspicio: «Adesso andrà bene»

Una rosa bianca nel giardino, un segno che ad alcuni potrà non dire nulla, ma a chi segue da tempo le vicende e i racconti dei Bonolis dice tanto. Il conduttore tempo fa aveva raccontato a Domenica IN di quando suo padre in fin di vita, durante la gravidanza di Sonia, gli aveva chiesto di regalare alla nuora un mazzo di rose bianche una volta partorito, nel caso in cui lui non avesse dovuto esserci.

GettyImages-1171807073-1

“Lui morì, nostra figlia Silvia nacque con alcuni problemi e la promessa venne dimenticata. Fino a maggio, quando le rose del nostro terrazzo fiorirono e, da rosse che erano, quell’anno fiorirono bianche. L’anno successivo tornarono a essere rosse.” A distanza di anni, quel cespuglio di rose rosse ha dato alla luce nuovamente una rosa bianca. Sonia Bruganelli ha voluto comunicare questo avvenimento a tutti, postando una foto su instagram: che sia di buon auspicio? Speriamo tutti di sì.

Coronavirus a Bergamo, Roby Facchinetti a Domenica In: «Su quei camion c’era un mio parente»

Alla sua città, martoriata dall’emergenza coronavirus, Roby Facchinetti ha dedicato un brano, “Rinascerò, rinascerai”. Il dolore dell’ex membro dei Pooh, però, non riguarda solo il dramma vissuto dalla città di Bergamo, ma è anche e soprattutto personale.

coronavirus_bergamo_roby_facchinetti_domenica_in_29170927-768x451

In collegamento con Mara Venier a Domenica In, infatti, Roby Facchinetti ha rivelato un dettaglio molto doloroso: «Abbiamo visto tutti i camion dell’esercito che portano via le bare fuori regione. Su quei camion c’erano tanti cittadini di Bergamo, compresi miei amici, conoscenti e uno dei miei parenti. Vivere a Bergamo non è facile: siamo terrorizzati e spaventati, c’è più terrore che paura, i malati vanno via in ambulanza e i familiari sanno che molte volte non li rivedranno più».

Per questo motivo, Roby Facchinetti lancia un appello a tutti gli italiani: «Qui a Bergamo stiamo male: troppo dolore, troppo pianto… Viviamo su un campo minato, è peggio di una guerra. In guerra morivano i giovani, questo virus invece si prende tutti, senza distinzioni, non guarda in faccia a nessuno. Non capisco come alcune persone non riescano ancora a capire la gravità della situazione».

L’ex componente dei Pooh ha poi spiegato che, anche a fine emergenza, sarà difficile ritornare alla vita di sempre. «Non abbiamo mai vissuto una situazione umana così dura dal punto di vista psicologico. Cosa succederà poi? Usciamo tutti? A fare cosa? Ci vorrà molto tempo per elaborare e tornare alla vita di un mese fa. Sono convinto che ripartiremo e ci rifaremo economicamente, anche con gli interessi. I bergamaschi e i lombardi hanno sempre avuto queste capacità e le tireremo fuori anche stavolta» – ha spiegato Roby Facchinetti – «La musica mi ha salvato e mi salva anche in questi momenti, ma adesso ogni volta che squilla al telefono è un colpo al cuore. Faccio cose che mai avrei creduto di fare: consolare nipoti, amici e parenti che hanno perso i loro cari».

Roby Facchinetti, infine, rivolge un appello a tutti, dai cittadini agli esponenti politici: «In questo orribile viaggio siamo tutti uguali. Vorrei dire che siamo sulla stessa barca, anzi dico sullo stesso barcone o gommone. Siamo tutti uguali».

Domenica in, signora del pubblico attacca Selvaggia Lucarelli: «Vai bene con Tina Cipollari»

Selvaggia Lucarelli è stata ospite come opinionista a Domenica In nella puntata speciale su Sanremo.

unnamed (2)

La giornalista non ha usato parole tenere nei confronti di alcuni giovani cantanti stroncando Achille Lauro, Alberto Urso ed Enrico Nigiotti. Il pubblico in sala non ha gradito i suoi commenti e l’ha fischiata più volte finché una donna si è alzata in piedi urlandole contro. Mara Venier ha invitato la signora ad avvicinarsi per spiegare le sue ragioni. “Lei attacca sempre tutti sti ragazzi, sta bene con Tina” ha detto la donna. “Ma Tina Cipollari? Io amo Tina e Gemma!” ha esclamato divertita Mara. Insomma, un’inattesa dose di trash anche a Domenica In che ha fatto impazzire il popolo dei social.

Mara Venier: «Due dita steccate, ma a Domenica In ci sarò. Damose na’ grattata». Incidente in casa

Paura per Mara Venier dopo un incidente in casa, ma la conduttrice di Domenica In tranquillizza i fan in un video postato sulla sua pagina Instagram: il popolare volto televisivo di Raiuno ha subìto una distorsione a due dita di un piede e ha pubblicato il filmato mentre esce da una clinica di Roma, sorretta da una sua amica. Nulla di grave però: domenica sarà prontamente in studio a condurre la sua trasmissione domenicale.

4864790_1519_mara_venier_dita_steccate (1)

«Niente di grave, due dita steccate» al piede destro, «ma tutto bene», le parole della Venier nel video su Instagram. «Andiamo in onda domenica anche con la distorsione del ditone». Un piccolo infortunio domestico, scrive nel post con l’hashtag #damosenagrattata, dovuto al fatto che cammina «sempre scalza in casa».

Tanta la solidarietà raccolta dai fan, che le vogliono sempre un gran bene e le mandano, tra migliaia di like e commenti, i migliori auguri di pronta guarigione. «Forza, riprenditi», commentano, aggiungendo che «sei egualmente speciale anche così» e, concludono con un abbraccio social: «Domenica In in pantofole? L’importante è che ci sei».