Coronavirus, Amuchina e disinfettanti gel introvabili: la ricetta dell’Oms per farli da soli in casa

I disinfettanti per le mani sono ormai quasi impossibili da trovare, i prezzi in alcuni casi sono alle stelle. Per questo motivo sui social e tramite WhatsApp si sono iniziate a divulgare ricette per creare dei prodotti fai da te che possano essere al pari di quelli in commercio. Bigogna però fare attenzione, perché non tutte le soluzioni sono efficaci contro batteri e virus.

5073914_1331_coronavirus_amuchina_prezzo_25_febbraio_2020

Numerose ricette propongono soluzioni a base di sale, di detersivi, di candeggina e altri prodotti. Sebbene di base si possa trattare di prodotti igienizzanti, come sottolineano anche gli esperti, la cosa che più conta in certe soluzioni sono i dosaggi, che se sbagliati di fatto possono portare a un effetto nullo del prodotto, quindi risultare inefficaci.

Prima di tutto è bene sapere che lavandosi spesso le mani, con acqua e sapone, per circa 20 secondi, si ottiene lo stesso effetto di un disinfettante, quindi non è necessario acquistarne uno. Una pulizia costante delle mani, in modo particolare sotto le unghie, è il primo rimedio fai da te.

Se non si ha la possibilità di lavarsi le mani i disinfettanti migliori sono quelli a base di ipoclorito di sodio. I prodotti a base di cloro sono efficaci disinfettanti (a certe concentrazioni) soprattutto per le superfici, tra loro anche la candeggina sebbene non sia indicata come presidio medico. Per disinfettare le superfici, per paura del proliferare del virus, quindi i detersivi che si acquistano normalmente al supermercato vanno più che bene.

Ma come si fa un disinfettante fatto in casa se proprio non si ha la possibilità di lavarsi le mani e non ce ne sono più in commercio? LOMS e il Ministero della Salute consigliano prodotti a base di Alcol etilico o alcol isopropilico. Gli esperimenti mostrano che l’alcol etilico è efficacissimo per disinfettate in poche decine di secondi la pelle a patto che le mani siano pulite e che la concentrazione di alcool sia tra il 60% e l’80% circa. La ricetta, consigliata proprio dall’OMS è la seguente, per ottenere un litro di prodotto:

833 ml di alcol etilico al 96%
42 ml di acqua ossigenata al 3%
15 ml di glicerina (glicerolo) al 98%
Acqua distillata oppure bollita e raffreddata quanto basta per arrivare a 1 litro

Mariana Aresta del Collegio cacciata di casa perché lesbica: «Mi hanno detto che non sono normale»

«Possono dei genitori abbandonare un figlio? Mi hanno detto di nuovo che me ne devo andare di casa perché non sono normale. Non so più cosa fare, aiuto». È lo sfogo social di Mariana Aresta che su Instagram ha dichiarato di esser stata cacciata di casa dai genitori perché lesbica. A scatenare il tutto sarebbe stata la foto insieme alla fidanzata pubblicata sul suo profilo social.

11

«Ogni volta che insultate i vostri genitori – scrive nelle stories di Instagram pubblicando foto in lacrime – ricordatevi che io farei di tutto per avere una famiglia. Posso avere fama, autostima, tutto quello che volete, ma non ho mai avuto una famiglia». Poi la risposta al papà, che secondo le accusa di Mariana Aresta sarebbe il responsabile di quanto accaduto: «Messaggio a mio padre: io me ne vado di casa visto che mi ci hai cacciata ma questa foto innocua non se ne va da questo profilo».

La giovane difende invece la mamma: «Visto che ho notato molta poca chiarezza nei fatti che ho esposto in un momento di super panico – aggiunge Mariana Aresta – ci tengo a precisare che mi è venuta contro tutta la famiglia eccetto mia madre che riteneva che avrei potuto evitare tutto questo non postando quella foto, ma che è comunque rimasta dalla mia parte, pertanto anche lei è stata “cacciata” di casa».

Mara Venier: «Due dita steccate, ma a Domenica In ci sarò. Damose na’ grattata». Incidente in casa

Paura per Mara Venier dopo un incidente in casa, ma la conduttrice di Domenica In tranquillizza i fan in un video postato sulla sua pagina Instagram: il popolare volto televisivo di Raiuno ha subìto una distorsione a due dita di un piede e ha pubblicato il filmato mentre esce da una clinica di Roma, sorretta da una sua amica. Nulla di grave però: domenica sarà prontamente in studio a condurre la sua trasmissione domenicale.

4864790_1519_mara_venier_dita_steccate (1)

«Niente di grave, due dita steccate» al piede destro, «ma tutto bene», le parole della Venier nel video su Instagram. «Andiamo in onda domenica anche con la distorsione del ditone». Un piccolo infortunio domestico, scrive nel post con l’hashtag #damosenagrattata, dovuto al fatto che cammina «sempre scalza in casa».

Tanta la solidarietà raccolta dai fan, che le vogliono sempre un gran bene e le mandano, tra migliaia di like e commenti, i migliori auguri di pronta guarigione. «Forza, riprenditi», commentano, aggiungendo che «sei egualmente speciale anche così» e, concludono con un abbraccio social: «Domenica In in pantofole? L’importante è che ci sei».

Vittima della tratta del sesso viene salvata, torna a casa e si uccide a 15 anni: «Voleva tornare dal suo rapitore»

È stata rapita quando aveva solo tredici anni. Per due anni è stata vittima della tratta del sesso, venduta ad altri uomini per prestazioni e poi rinchiusa nuovamente in casa del suo rapitore. A quindici anni è stata liberata, è tornata a casa. Ma non era più la stessa e così sabati mattina si è chiusa in bagno e si è uccisa. Il papà ha tentato di salvarla ma Leticia Serrano, adolescente di Houston, è morta tra le sue braccia. «Voleva tornare dal suo rapitore», ha dichiarato l’uomo, disperato, che chiede giustizia per la figlia.

leticia_serrano_suicidio_ragazza_tratta_Sesso_17180308

Si crede che l’uomo responsabile del rapimento abbia lavorato con almeno altri tre uomini per drogarla e costringerla ad entrare nel giro del traffico sessuale. Dal giorno della sua liberazione per due volte era fuggita di casa. Quei terribili due anni l’avevano segnata, cambiando il suo destino. E lei non si era più ripresa, al punto da voler tornare lì dove aveva vissuto l’incubo. Nella casa del suo rapitore. «Voglio vederlo in tribunale», dice il papà. «Voglio dirgli che è colpa sua se mia figlia è morta».

Morgan sfrattato da casa urla contro la polizia: «Questa non è giustizia»

Morgan sfrattato da casa. «Questa è la legge ma non è giustizia, la giustizia è un’altra cosa». Così ha urlato Morgan, ovvero Marco Castoldi ex dei Bluevertigo, nel corso del movimentato sfratto dalla sua abitazione di Monza stamani alla presenza dell’ufficiale giudiziario e della Polizia di Stato.

«Sono venuti a portare fuori con la forza persone che non vogliono lasciare la loro abitazione», ha urlato il cantante ai pubblici ufficiali che stavano eseguendo il provvedimento emesso dal Tribunale di Monza, dopo le richieste di risarcimento a fronte del mancato pagamento degli alimenti alla figlia, da parte dell’ex moglie Asia Argento. «Se capitasse a vostro padre o vostro figlio non avreste questa faccia», ha aggiunto Morgan.

Niccolò Centioni de I Cesaroni racconta il dramma: «Mio padre gestiva i miei soldi, ora non ho più nulla»

01917d75-542b-419a-9526-076f65c13e26 (1)«Ero piccolo, i miei soldi li amministrava mio padre, mi faceva spendere quello che volevo». L’attore Niccolò Centioni, della serie “I Cesaroni”, torna a Domenica Live per parlare della sua difficile condizione economica e, stavolta accompagnato in studio dalla madre, punta l’indice contro il padre. Nelle scorse puntate della trasmissione aveva detto di essere ormai lontano dallo spettacolo: è andato in Inghilterra a fare il lavapiatti. Dopo quella dichiarazione, sono stati in molti ad attaccarlo sui social, anche in modo pesante.

«Niccolò è stato danneggiato nella carriera da suo padre – racconta la madre del giovane – era lui che gestiva i soldi che guadagnava lavorando, io non ho mai saputo nulla. Non si sa nemmeno dove sono finiti quei soldi. Non stiamo accusando il padre di appropriazione indebita, però era lui che si occupava dei soldi. E quando ci siamo separati diceva a Niccolò di non rispondermi al telefono».
Dei soldi guadagnati con il lavoro nella serie, Niccolò, divenuto maggiorenne, ha trovato solo una piccola parte che ha impiegato per acquistare una casa, chiedendo un mutuo.
«Mio padre si è fatto garante per quel mutuo – dice Niccolò – ma non mi ha mai aiutato, neppure quando non avevo più i soldi. Non sono più riuscito a pagare il mutuo quindi non ho la casa. Mio padre la sta vendendo».
La madre di Niccolò afferma di essersi rivolta a un avvocato per avere giustizia per Niccolò ma di non essere riuscita neppure così ad avere risposte.

Giulia de Lellis saluta i fan su Instagram prima di entrare nella casa

Giulia de Lellis saluta i fan prima di entrare nella casa del Grande Fratello Vip. Dopo il successo della scorsa stagione, il reality tornerà sugli schermi televisivi lunedì 11 settembre, in prima serata su Canale 5. Conferma per Ilary Blasi e Alfonso Signorini nella conduzione dello show.

21616207_1825384194439732_6722148191439663326_n (1)

La De Lellis ha scelto Instagram per i saluti e si rivolge ai followers confidenzialmente, postando una foto recente: “Vi saluto così.. Con uno dei miei scatti preferiti di quest’estate. Niente d’aggiungere. Sono felice.. Felice di voi, delle mie nuove avventure, della mia storia. Sono orgogliosa di chi ho al mio fianco . Sono felice di una cosa in particolare però : è cambiato tanto, forse tutto ma io mai. Io sono sempre io! E questa per me è la gioia più grande che per l’ennesima volta condividerò con voi, che potrete gustarvi lo spettacolo . Quindi gente .. siate felici per me, e se proprio non riuscite, vi capirò .. Buona visione!”.