Quarantena sexy, le vip chiuse in casa non rinunciano alla sensualità

Il motto è sempre #iorestoacasa, ma la quarantena non è un buon motivo per rinunciare alla sensualità. Questo è quello che sembrano pensare le celebrità che non fanno a meno di postare sui social, tra un appello alla prudenza e un videotutorial in diretta, anche qualche scatto decisamente più piccante.

135854322-78625f5b-d0e2-499e-8411-1f6fed9013f6-768x427

La Mosetti si dedica alla ginnastica con i consigli via Instagram del suo personal trainer e per farlo sceglie una mise a dir poco hot: solo un reggiseno sportivo e un paio slip sgambatissimi che sottolineano le sue forme perfette. Rita Rusic si riprende in body nero davanti allo specchio, e provoca i follower con sguardo languido e movimenti seducenti. Mise a dir poco sexy per Justine Mattera, con un abito forato che mostra più di quel che nasconde. Belen è super hot: posa senza nulla addosso, con un gioco di luci ed ombre che mette in evidenza solo il profilo del suo corpo completamente nudo. Anche Andrea Delogu posa senza veli, o per lo meno senza maglietta: il suo topless di spalle regala uno scorcio bollente sul profilo del seno.

Nudità bollenti anche per Romina Carrisi che, alle prese con la beauty routine, copre il seno con le mani. Sarah Altobello si affaccia alla finestra, con una maglia scollatissima che mette in mostra tutta la procacità del suo “davanzale”. Lei scherza e fa battute, e intanto i fan la inondano di like. La Marino, in dolce attesa e con il pancione bene in vista, fa perdere la testa facendosi fotografare con indosso solo un reggiseno velato che lascia intravedere il seno. Stesse trasparenze audaci per Clizia Incorvaia, che mostra disinibita il petto nudo sotto al top nero. La Mazza in lingerie mette in risalto il suo décolleté bombastico, mentre Cecilia Capriotti posa languida e mostra il pizzo del reggiseno, lo stesso vale per Chiara Biasi. Anche la Rivelli indossa solo la biancheria intima color carne (oltre alle scarpe) per un video in diretta comodamente seduta… sul water.

Violante Placido: “Io vittima dei bulli, nessuno voleva essermi amico”

“Pur nella condizione privilegiata di figlia di attori ed emigrante di lusso, mi sentivo diversa: ero la straniera stralunata, che si vestiva strana, parlava strano e nessuno voleva essermi amico”, confessa Violante Placido in un’intervista rilasciata a Candida Morvillo per l Corriere della Sera.

© Piergiorgio Pirrone - LaPresse 31-08-2011  Venezia Lido spettacolo 68esimo Festival del cinema di Venezia  Red carpet del film Le idi di marzo che inaugura il 68esimo festival del cinema di Venezia. nella foto: Violante Placido © Piergiorgio Pirrone- LaPresse 31-08-2011  Venice Lido 68 Venice Filmfestival "The ides of march"  for the opening red carpet of the 68Venice cinema festival. In the picture: Violante Placido

L’attrice racconta di essere stata vittima dei bulli quando si è trasferita negli Stati Uniti e ha frequentato una scuola a Los Angeles. “Le altre ragazzine – continua – già si depilavano, alcune portavano lenti a contatto colorate. Io ero intimidita, impaurita, e troppo orgogliosa per fare il primo passo”.
“Mi facevano piccoli ricatti, sottili violenze psicologiche, non fisiche. Il rappresentante di classe aveva il compito di fare l’appello e mi faceva mettere in punizione per ritardi minimi. Oppure qualcuno m’invitava al cinema, ma a patto che lo facessi copiare in spagnolo, in cui ero la prima della classe. Mi offrivano amicizia sotto forma di ricatto. E se invece, in classe, davo aiuto a quelli più emarginati di tutti, facevano la spia”.
Violante ha un figlio di tre anni che sta educando a vivere il rapporto con gli altri in maniera sana: “Per ora, Vasco è solare, giocherellone e ha un suo senso di giustizia innato: una volta, un amichetto ha strappato un gioco a una bambina e lui è intervenuto, ha detto ‘ridaglielo, è suo’. Cerco innanzitutto di essere io per prima rispettosa nei suoi confronti. Non puoi chiedere a un bimbo di essere giusto se il senso di giustizia glielo insegni con la coercizione. E se gli trasmetti autostima, sarà difficile che senta il bisogno di prevaricare qualcuno”.