Helena Christensen in costume sull’albero, la sua quarantena in montagna

Ha praticato l’allontanamento sociale a modo suo. Con sensualità e sex appeal. Helena Christensen ha scelto di allontanarsi dalla città per rifugiarsi tra i boschi insieme al figlio e a un’amica e approfittando per regalare scorci di paradiso. Le sue curve da ex top model 51enne in costume di bagno lasciano senza fiato i follower e il panorama tra i monti è perfetto.

120041362-e049c775-b37c-4fe2-b997-eadee7aae558-1024x584

Nelle ultime ore della sua fuga in montagna si vedono solo una baita circondata dalla neve e sani manicaretti, ma prima ha regalato fotografie imperdibili arrampicata tra i rami, nascosta nel bosco, o immersa in un gelido fiume in alta quota. Ha lasciato New York insieme al figlio Mingus, 20 anni, e l’amica Camilla Staerk. Entrambi con lei sono protagonisti di video e scatti immersi nella natura. Si tuffano nelle acque, si fotografano reciprocamente in una sorta di shooting da quarantena. Attorno a loro non c’è nessuno solo alberi e natura incontaminata.

La Christensen, nata a Copenaghen, ha vinto il concorso di Miss Danimarca nel 1986 e ha rappresentato il suo Paese alla selezione di Miss Universo. E’ stata protagonista delle sfilate degli anni Novanta insieme a Carla Bruni, Claudia Schiffer, Cindy Crawford e Naomi Campbell. Vent’anni fa il ritiro salvo sporadiche apparizioni. E’ tornata a calcare le passerelle durante la settimana della moda di Parigi.

Helena Christensen in costume sull’albero, la sua quarantena in montagna

Ha praticato l’allontanamento sociale a modo suo. Con sensualità e sex appeal. Helena Christensen ha scelto di allontanarsi dalla città per rifugiarsi tra i boschi insieme al figlio e a un’amica e approfittando per regalare scorci di paradiso. Le sue curve da ex top model 51enne in costume di bagno lasciano senza fiato i follower e il panorama tra i monti è perfetto.

120041362-e049c775-b37c-4fe2-b997-eadee7aae558-768x438

Nelle ultime ore della sua fuga in montagna si vedono solo una baita circondata dalla neve e sani manicaretti, ma prima ha regalato fotografie imperdibili arrampicata tra i rami, nascosta nel bosco, o immersa in un gelido fiume in alta quota. Ha lasciato New York insieme al figlio Mingus, 20 anni, e l’amica Camilla Staerk. Entrambi con lei sono protagonisti di video e scatti immersi nella natura. Si tuffano nelle acque, si fotografano reciprocamente in una sorta di shooting da quarantena. Attorno a loro non c’è nessuno solo alberi e natura incontaminata.

La Christensen, nata a Copenaghen, ha vinto il concorso di Miss Danimarca nel 1986 e ha rappresentato il suo Paese alla selezione di Miss Universo. E’ stata protagonista delle sfilate degli anni Novanta insieme a Carla Bruni, Claudia Schiffer, Cindy Crawford e Naomi Campbell. Vent’anni fa il ritiro salvo sporadiche apparizioni. E’ tornata a calcare le passerelle durante la settimana della moda di Parigi.

Modella di 14 anni collassa e muore dopo 13 ore di sfilate no-stop

Sul suo contratto c’era scritto che doveva lavorare un massimo di tre ore al giorno, in realtà ne passava almeno 12 sfilando, senza assicurazione medica né giorni di festa. Venerdì, dopo l’ennesima, estenuante giornata passata in passerella a Shanghai è collassata e, dopo due giorni di coma, è morta.

russian-mode-vlada-dzyuba-201547

Vlada Dzyuba aveva solo 14 anni, veniva dalla città russa di Perm, e da tre mesi era impegnata in una serie di sfilate in Cina. Secondo la prima ricostruzione medica la giovane soffriva di meningite cronica ed esaurimento nervoso. Adesso è partita un’indagine, che ha riaperto il dibattito sulle condizioni di lavoro, anche minorile, nel mondo della moda. Mosca ha chiesto chiarimenti alla Cina e alla società per cui Vlada lavorava. Sulla vicenda sta indagando anche l’autorità del Cremlino sui diritti umani, Pavel Mikov.
Secondo le prime ricostruzioni, la 14enne non aveva un’assicurazione medica e il decesso è stato causato da una meningite cronica, aggravata da un grave esaurimento nervoso. A riportare la notizia sono i tabloid britannici, che citano una ricostruzione del The Siberian Times, secondo cui la ragazza aveva la febbre altissima quando ha iniziato a sfilare. Dodici ore dopo, è collassata per la stanchezza. La madre, disperata, ha raccontato che Vlada le diceva sempre che si sentiva stanca, e che voleva dormiva. «Io la pregavo di andare all’ospedale». La donna stava cercando di ottenere un visto per raggiungerla. Il capo dell’agenzia di moda che aveva dato a Vlada la possibilità di partire per il suo viaggio di lavoro, Elvira Zaitseva, ha ammesso di non aver controllato il contratto della ragazzina: «Adesso raccogliamo ciò che abbiamo raccolto».

Ramazzotti e Pellegrinelli al bacio tra sfilate e concerti

C_2_fotogallery_3013038_14_image (1)Prima la sfilata di Armani a Milano, poi via di corsa destinazione San Siro per assistere al concerto di Tiziano Ferro. Marica Pellegrinelli ed Eros Ramazzotti, bellissimi ed eleganti, hanno trascorso un’intensa giornata mondana, ma nonostante il caldo e gli impegni, non hanno dimenticato di scambiarsi baci appassionati. Al concerto con loro c’era anche la figlia del cantante Aurora Ramazzotti…