Grande Fratello Vip, Rossella Izzo ricorda l’incidente di Myriam Catania: «Luca Argentero le ha detto “ti aspetterò per sempre”»

Rossella Izzo, mamma di Myriam Catania, attualmente reclusa nella casa del Grande Fratello Vip, ricorda il terribile incidente in cui è rimasta coinvolta la figlia nella primavera del 2006. Myriam è entrata in coma e al suo fianco c’era Luca Argentero, allora suo fidanzato da 3 mesi.cate

Rossella Izzo ricorda su Twitter i drammatici momenti e come le sia stata a fianco l’allora fidanzato Luca Argentero: “Myriam – ha scritto sul social – ha avuto un terribile incidente. Avevano divelto un palo dello stop ed è stata presa in piena. Dopo 7 giorni di coma, Luca e io sempre con lei, sì é svegliata e gli ha detto “mi aspetti?” Lui le ha risposto “Sì, per sempre!’.

Anche Myriam, oggi a fianco di Quentin Kammermann e mamma di Jaques, ha ricordato l’ex: “Eravamo davvero belli insieme, eravamo felici. Abbiamo passato insieme gli anni più belli della nostra vita, dai 24 ai 35. È il periodo più bello che ci sia, il più entusiasmante, dove si rischia di più, dove si ha di più. Luca è stato un grande compagno, parlerò sempre bene di lui”.

Geppi Cucciari ricorda Giulio Regeni e si schiera con la Raggi: “Je suis patata bollente”

«Siamo abituati alle bugie. Tipo un anno fa è morto in Egitto un ragazzo italiano, Giulio Regeni, e non abbiamo capito ancora perché». Geppi Cucciari, dal palco dell’Ariston, ricorda come manchi ancora la verità sull’omicidio del giovane ricercatore.

Italian actress Geppi Cucciari performs on stage during the 67th Festival of the Italian Song of Sanremo at the Ariston theater in Sanremo, Italy, 11 February 2017. The 67th edition of the television song contest runs from 07 to 11 February.     ANSA/CLAUDIO ONORATI

E poi continua: «Stasera io mi schiero dalla parte della donna: je suis patata bollente». Geppi Cucciari conclude la sua performance all’Ariston schierandosi contro il titolo sessista di Libero sulla sindaca di Roma Virginia Raggi. «Giudicare una donna per quello che molti maschi vorrebbero in dono è sbagliato», ha detto l’attrice, che nel 2012 diede una scossa al festival con il suo appello per Rossella Urru, la volontaria italiana rapita in Algeria. Interviene Carlo Conti: «Scusate per quegli uomini cretini che fanno tante bischerate».