Carabinieri arrestati, in manette anche la compagna di Montella: «Amore lo abbiamo massacrato»

Anche la compagna di Giuseppe Montella è finita in manette nell’inchiesta che ha visto l’arresto di sei carabinieri e il sequestro di una intera caserma a Piacenza. Maria Luisa Cattaneo, la compagna dell’appuntato napoletano leader del gruppetto di militari accusati di pestaggi, estorsioni, spaccio e anche di tortura, è finita ai domiciliari perché accusata di aver aiutato il 37enne nell’approvvigionamento della droga. Inoltre nelle intercettazioni, scrive Repubblica, parlava anche lei di soldi e droga.

5365688_1535_giuseppe_montella_comapgna

«La personalità dell’indagato rivela come egli abbia la profonda convinzione di poter tenere qualunque tipo di comportamento, vivendo al di sopra della legge e di ogni regola di convivenza civile», la descrizione di Montella data dal gip di Piacenza, Luca Milani. Un uomo che «non mostra paura di nulla ed è dotato di un carattere particolarmente incline a prendere parte ad azioni pericolose e violente».

Dalle foto su Facebook, a bordo piscina della sua villa, sembra un padre affettuoso, sempre sorridente, amante della famiglia. E infatti alla famiglia raccontava le sue gesta – lui che definiva il suo gruppo «una associazione a delinquere» e diceva di essere a capo della «piramide» – senza tralasciare i particolari più cruenti.

Accennando alla moglie di una operazione di servizio appena conclusa, dopo aver sottolineato di essersi stirato un muscolo correndo dietro a uno spacciatore le dice senza problemi: «Amore, però lo abbiamo massacrato». E ancora, sempre parlando con la moglie, raccontando le fasi dell’arresto di un maghrebino, si vanta così: «Questo c’ha fatto penare… Mamma quante mazzate ha pigliato… Abbiamo aspettato là dieci minuti, siamo riusciti a bloccarlo, non parlava, e ha preso subito due-tre schiaffi. Ne ha prese amore… in Caserma, amore! Colava il sangue, sfasciato da tutte le parti. Un ragazzino del ’96. Non ha detto ‘A’».

Tina Cipollari e Vincenzo Ferrara nuovo fidanzato: «Ecco cosa mi ha fatto innamorare di lui»

Dopo il lungo matrimonio con Chicco in arte Kikò Nalli, durato tredici anni, la storica opinionista di “Uomini e donne” Tina Cipollari ha ritrovato il sorriso a fianco di Vincenzo Ferrara, imprenditore nel campo della ristorazione: “Mi sono innamorata prima della sua anima e poi del suo aspetto. Mi ha saputo conquistare col carattere e la personalità”.

1574418971_5dd7ba1ac0efd

Gli opposti si attraggono: “Vincenzo è il mio contrario così ci, compensiamo – ha svelato a “Nuovo, che pubblica anche le immagini di una loro romantica passeggiata per Firenze – È paziente e pacato, non litiga mai e difficilmente si arrabbia. Quando si trova di fronte a un problema, cerca di superarlo con la sua positività. Insomma, è una persona che sorride spesso e questo ha contribuito a farmi innamorare di lui”.

Parlano di nozze, ma non sembrano affatto all’orizzonte: “Come tutte le coppie innamorate anche a noi capita di parlare di nozze. Ma sinceramente adesso non è il momento giusto, perché non avremmo il tempo per organizzarle. Se ne discute però non c’è nulla di concreto: non perché non ci sia la volontà, ma perché si tratta di una scelta importante. Sono reduce da un matrimonio, quello con Chicco, durato tredici anni e, prima di rimettermi nella stessa situazione, vorrei pensarci bene”.

Intanto non mancano le “follie” di coppia: “L’anno scorso, una sera abbiamo deciso all’ultimo momento di andare in montagna e siamo partiti poco prima di mezzanotte. Era inverno, il tempo non era dei migliori e la strada è diventata ben presto disastrata. Mi sembrava di essere tornata a Pechino express, ma alla fine abbiamo raggiunto la nostra meta”.

Claudia Pandolfi: «Ho ricevuto avances da alcune donne, e le ho anche accettate»

Claudia-pandolfi-gtre-638x425 (1)«Sono eterosessuale, ma anche un po’ lesbica». Claudia Pandolfi rivela alcuni dettagli della propria vita privata, sostenendo di essere stata sempre una persona molto curiosa e di aver avuto dei rapporti anche con altre donne.

«Sì, ho ricevuto avances da parte di alcune donne, e in alcuni casi le ho anche accettate. Non ho mai avuto nessuna storia, sia ben chiaro, e pensate che il mio primo bacio, con una donna, lo diedi nel film Le amiche del cuore di Michele Placido» – ha rivelato Claudia Pandolfi a Spy, in un’intervista riportata anche da Tgcom24 – «Ho giocato anche io, con delle amiche, ma a me piace scoprire l’essere umano e poco importa l’identità».

Al settimanale, in uscita domani, l’attrice romana ha poi spiegato: «So di piacere molto agli omosessuali, forse è per via di una parte della mia personalità». Claudia Pandolfi, 44 anni, ha due figli: Gabriele, nato dalla relazione con Roberto Angelini, e Tito, avuto da Marco De Angelis.

In questi giorni, l’attrice è impegnata nella promozione di due produzioni a cui ha partecipato: il nuovo film di Leonardo Pieraccioni, Se son rose…, e la serie tv Baby, in onda su Netflix, ispirata alla vicenda delle prostitute minorenni dei Parioli.