Caterina Balivo compie 41 anni, festa di compleanno con Belen Rodriguez: «Ho espresso il desiderio»

Caterina Balivo festeggia il compleanno con Belen Rodriguez. Caterina Balivo ha compiuto 41 anni e dopo aver celebrato la giornata assieme alla famiglia, si è regalata una divertente serata con le amiche in un locale di Milano.

caterina-balivo-compleanno-belen_23144247

CATERINA BALIVO, ALLA FESTA DI COMPLEANNO C’E’ BELEN RODRIGUEZ
Caterino Balivo ha postato alcuni momenti del piccolo party per il suo compleanno dalle stories del suo account Instagram. Per Caterina al tavolo arriva la torta mentre gli ospiti della serata, fra cui appunto Belen Rodriguez, e i camerieri del locale le cantano in coro “Tanti auguri”. Lei spegne felice le candeline e assicura sul social: “Giuro che ho espresso il desiderio”.

Prima della serata fra amici con Belen Rodriguez, Caterina Balivo, nuovo giudice de “Il cantante mascherato”, era assieme al marito Guido Brera e, sempre dal social, aveva ringraziato per i numerosi auguri che le erano già arrivati. A fianco di un video in cui balla col consorte ha scritto: “Ieri mi avete sommerso di auguri e per ringraziarvi tutti posto il momento più romantico di ieri (l’unico!!!)… Arrivata a Milano oggi e ho ancora spento le candeline… mi sa che potrei continuare per tutta la settimana

Ylenia e Martina allo scoperto, le accuse a Genovese: «Gridavo e lui rideva. Godeva nel vedermi piangere»

«Io gridavo e lui rideva. Godeva nel vedermi piangere». Ylenia Demeo 20 anni, modella barese, insieme all’amica 22enne milanese Martina Facchini, a “Non è l’Arena” di Massimo Gilleti su La7 e al magazine online “Mow”, ha raccontato cosa è successo nella casa di Alberto Genovese, l’imprenditore milanese arrestato lo scorso novembre per violenza sessuale.

ylenia-martina-50_08112441

A volto scoperto le due ragazze hanno ricostruito quei terribi momenti vissuti nel lussoso attico nel pieno centro di Milano. Queste le parole di Ylenia: «Alberto Genovese – spiega la ragazza– un mostro lo diventava. Di base era bravissimo, buffo, intelligente, ti prendeva con la testa ma poi si trasformava quando non dormiva due, tre giorni, strafatto di cocaina. Si incupiva e delirava». «A ottobre – aggiunge – poco prima che succedesse il casino che poi ha scatenato tutto il caso, io subisco la vicenda che ricordo».

«Ho solo dei flash, ma sono dei flash più lunghi – prosegue – ricordo il dolore che provavo e adesso che ne riparlo è come se lo risentissi». Da lui, dicono le due ragazze, non hanno mai preso soldi. «Davo retta a lui che mi diceva che la donna non deve andare all’università e non deve lavorare», spiega Ylenia. Poi parla Martina: «Anche con me faceva certi discorsi, che la donna è stupida e anche se è intelligente non si deve applicare e non deve lavorare. Mi faceva: «Tu a 24 anni ti trovi uno che ti mantiene, a 27 fai una famiglia, così hai il futuro garantito, perché una donna a 27 anni è da buttare».

«Ma quale Briatore, sono io che ho bloccato Milano con la Rolls»: si scusa il gallerista sosia del re del Billionaire

«Ma quale Flavio Briatore. Quello che ha bloccato Milano in Rolls Royce sono io!». A rivelarlo in esclusiva a leggo.it è Luigi Proietti, 61 anni, noto gallerista d’arte che lavora tra Milano, Roma e Cortina d’Ampezzo, il sosia perfetto del re del Billionaire. Stesso colore di capelli, uguale taglio, stesso stile negli occhiali, colorati e dalla montatura evidente. Perfino il look: t shirt tinta unita. Lineamenti e modo di vestire identici. Quasi impossibile distinguerli. «Mi scambiano ogni giorno con Flavio» racconta lui tra il divertito e il preoccupato per quello che è successo. Proietti ci ha pensato un giorno, e poi ha deciso di fare… “outing”.

x5657255_2037_briatore_sosia.jpg.pagespeed.ic.sSReClo5NX

Con Briatore il signor Luigi ha un’altra analogia non da poco: un’auto che non passa certo inosservata, Luigi Proietti guida una Rolls Royce nero opaca 6.700 di cilindrata, immatricolata nel 2010. Questa vettura qualche giorno fa ha bloccato il traffico nel centralissimo corso Magenta, cuore di Milano.

La berlina di lusso inglese («Ma oggi vale la metà di una Mercedes» tiene a precisare lui) parcheggiata evidentemente non in modo corretto, bloccava il passaggio dei tram. Subito si è creato il caos: qualcuno ha immediatamente filmato il tutto e il video è diventato virale. Peccato che i “social-maniaci” abbiamo ripreso anche l’automobilista che di corsa è andato a spostare la Rolls Royce dopo pochi colpi di clacson. E quell’uomo fosse identico in tutto e per tutto al Flavio… nazionale. Risultato? La news diventa virale: Briatore (quello vero, secondo il mondo dei social) blocca il traffico di Milano. Non era esattamente così…

Ed è proprio il sosia di Briatore, Luigi Proietti, a raccontare come sono andate le cose: «Dovevo svolgere una commissione urgente. Ho parcheggiato pensando di non creare disagio a nessuno. Figuriamoci. Tempo qualche minuto e ho capito che invece la vettura bloccava il tram. Non ci avevo pensato. Sono subito uscito dal negozio e l’ho spostata». Il danno però era fatto: «Qualcuno aveva già ripreso la scena e si era diffusa la notizia che fosse stato Briatore. Proprio Flavio mi ha contattato: mi scuso con lui. Ci ho parlato al telefono, è stato gentilissimo con me. Preciso che non ha alcuna responsabilità: chiedo scusa ai milanesi se per colpa mia ho fatto perdere 4 minuti a qualcuno che transitava in corso Magenta».

Una lunga telefonata di scuse e alla fine Luigi Proietti («Con questo nome avevo pure il problema che quando prenotavo al ristorante mi chiedevano se fossi l’attore…») rivela: «Briatore non lo conoscevo di persona, ora siamo diventati quasi amici. Mi ha raccontato che sta aprendo un ristorante a Riad e mi ha invitato ad esporre alcune delle mio opere nel suo nuovo locale. Lo farò molto volentieri, spero di sdebitarmi in questo modo. E’ stato subissato di insulti sui social, ma non ha alcuna colpa. Ho sbagliato io e mi scuso ancora con Flavio e i milanesi». Proietti garantisce: «La prossima volta ci penserò bene prima di lasciare l’auto in divieto…».

COSA AVEVA DETTO IL VERO BRIATORE
«Ci sono notizie di un episodio a Milano ieri, avrei bloccato il traffico con una Rolls Royce in via Carducci alle 5 del pomeriggio, con la folla inferocita che mi urlava contro: una bufala completa», dice il manager dal suo profilo Instagram. «È una bufala, io ero a Monaco e non vado a Milano da almeno 20 giorni. Una bufala enorme, non controllano, non chiedono. E poi non vado in giro in Rolls Royce ma in Range Rover”…. vabbeh…».

Berlusconi ricoverato al San Raffaele di Milano nel reparto solventi. La tac: polmonite bilaterale

Silvio Berlusconi è stato ricoverato a Milano al San Raffaele per accertamenti dopo che è risultato positivo al covid. Il presidente, dopo la comparsa di alcuni sintomi, è stato ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano a scopo precauzionale. Il quadro clinico non desta preoccupazioni. E’ quanto si legge in una nota dello staff di Berlusconi.

Il ricovero di Silvio Berlusconi in ospedale è avvenuto attorno alla mezzanotte di ieri. A quanto si apprende, infatti, il leader di FI presenta alcuni sintomi legati al coronavirus che richiedono accertamenti. In isolamento domiciliare ad Arcore da mercoledì dopo essere risultato positivo al Covid, il leader di Forza Italia ieri nel tardo pomeriggio è intervenuto telefonicamente a un convegno del partito a Genova spiegando di stare «abbastanza bene», di non avere più febbre e dolori. Qualche ora più tardi, però, è stato deciso il ricovero al San Raffaele. L’ex premier si trova in una stanza isolata del settore D, dedicato ai pazienti solventi.

Dagli esami effettuati a Silvio Berlusconi è stata riscontrata una polmonite bilaterale allo stato precoce. Sarebbe questa, a quanto si apprende da fonti sanitarie, la diagnosi emersa dalla tac a cui è stato sottoposto il Cavaliere e che ha portato ad un suo ricovero precauzionale.

L’ex premier – e lo ha detto anche nel collegamento con una iniziativa di FI in Liguria – non ha mai sottovalutato il problema, anzi chi lo ha sentito nei giorni della pandemia lo ha trovato quasi terrorizzato per il diffondersi del Covid. Del resto si era rifugiato subito in Francia.
Da allora controlli stringenti imposti dalla primogenita Marina: minimi contatti, stesso personale e sempre le stesse guardie del corpo. E fra i contagiati nella cerchia di Berlusconi, c’è anche un uomo della sua scorta, quest’estate al suo fianco ad Arcore e in Provenza.
Ma Berlusconi ripete: «Non so come l’ho preso, ma non importa. Può capitare, non do certo alcuna colpa».

Briatore positivo al tampone Covid: la conferma ufficiale dal San Raffaele

Flavio Briatore è positivo al Covid. Lo ha reso noto lo stesso ospedale San Raffaele di Milano, dove l’imprenditore è ricoverato da lunedì. L’esito del tampone parla chiaro, anche se dall’ospedale precisano che il ricovero è avvenuto per un’altra patologia – la prostatite, come dichiarato dal diretto interessato – e gli accertamenti Covid sono stati effettuati per seguire il protocollo.

Flavio Briatore, comunica l’Irccs ospedale San Raffaele di Milano, «si è rivolto all’ospedale per una specifica patologia diversa da Covid-19 e che è stato sottoposto prima del ricovero, come tutti i pazienti, al tampone rinofaringeo per il rilevamento del coronavirus Sars-Cov-2. Il tampone è risultato positivo».

«Di conseguenza – spiegano dal San Raffaele Giulio Melisurgo, medico curante, e Pasqualino D’Aloia, direttore professioni sanitarie – al signor Briatore è stato applicato il protocollo standard che prevede l’isolamento e l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale necessari in caso di positività, sia per la sicurezza del paziente, sia per la tutela del personale di reparto e degli altri pazienti ricoverati». L’ospedale ribadisce che «la modalità di ricovero applicata risponde a tutti i requisiti di sicurezza necessari nel rispetto delle norme anti-contagio».

Wanda Nara, che panorama! Lato B al vento e vista su San Siro

In estate Wanda Nara si divide tra Parigi, dove ormai vive con Mauro Icardi e i loro figli, il Lago di Como, dove si rilassa con la famiglia nella villa immersa nel verde, e Milano, dove ha conservato il lussuoso appartamento a due passi dallo stadio. E proprio la piscina panoramica sul tetto dell’edificio è la location d’eccezione per una carrellata di scatti bollenti. A bordo vasca in costume, la showgirl posa languida: per lei il panorama maestoso su San Siro, per i follower quello magnifico sul suo lato B.

080248091-02989250-fd35-41b7-b547-5a92dab2b8db (1)

Wanda sfugge all’afa milanese rilassandosi “in quota” a bordo vasca. Più bollente che mai, indossa un costume intero nero che sottolinea le sue forme e lascia scoperti i glutei tonici e perfetti. Sceglie pose tattiche che mettano in risalto le sue curve e posta su Instagram gli scatti roventi, accompagnati da pensieri poetici. “Proprio quando la farfalla pensò che la sua vita finiva… cominciò a volare” scrive, e si fa ritrarre maliziosa e sognante sdraiata a pancia in giù.

Le foto ad alto tasso erotico sono le preferite dalla Nara e ogni occasione è buona per una posa piccante o una mise rivelatrice. Che sia a Milano, a Parigi o sul Lago di Como, si fa ritrarre mettendo in mostra di volta in volta il décolleté esplosivo o il fondoschiena bombastico. I follower la seguono incantati e si lasciano sedurre e provocare. Lei si diverte a stuzzicare la loro fantasia e loro si godono lo spettacolo.

Giulia De Lellis preoccupa i fan: deve essere operata al naso

Giulia De Lellis dovrà essere operata alla gola, i fan sono preoccupati, ma lei li rassicura: “Poteva andare peggio, mi sono spaventata tutto il giorno. Me la caverò con una operazione al naso, anche se non so quante sedute dalla logopedista e trattamenti vari dovrò poi fare. Il controllo alla gola è stato fastidiosissimo. Purtroppo, non sarà semplice guarire, ma sono molto serena. Diciamo che c’è sempre chi sta peggio, quindi va bene così“. Intanto la bella influencer si diverte con il fidanzato Andrea Damante e il loro cagnolino.

giulia_de_lellis

“Non mi lamento, ma appena tornerò a Milano, mi organizzerò per sistemare anche questa cosina” continua la De Lellis, che si scusa con i follower per la sua assenza e per i capelli (in disordine?). Da tempo lamentava problemi alla gola e continui abbassamenti della voce ed ecco la spiegazione: “Ho avuto un’ansia terribile, ma me la caverò con un’operazione al naso…”.

“In tutto ciò c’è il piccolo Tommy che è andato dal parrucchiere, è tutto pulito e profumato” dice coccolando il suo cagnolino prima di preparare la cena. I fan le hanno subito fatto sentire la loro vicinanza e affetto.