Tale madre, tale figlia: quando il lato B è una questione di famiglia

Il lato b di Aurora Ramazzotti, che postato su Instagram durante la vacanza in Grecia ha conquistato i fan, non può non ricordare quello di mamma Michelle Hunziker in una pubblicità che l’ha resa celebre (foto, sotto).

4680236_1245_michelle_aurora_hunziker-1

Quella dell’intimo di Roberta resta indimenticabile a distanza di anni, per la precisione 24. Tutto merito di Michelle Hunziker che, da modella agli esordi, posò poco meno che diciassettenne come testimonial del marchio di lingerie, ben prima di diventare la conduttrice di successo amatissima dagli italiani. Italiani che all’epoca restarono stregati da quell’immagine ormai diventata un mito. E ricordiamo che Michelle fu scelta tra 300 modelle.

Non da meno ha riscosso apprezzamenti (e like) il lato b della figlia Aurora. Insomma, è proprio il caso di dirlo: tale madre, tale figlia.

Chiara Ferragni, il direttore artistico di Roberto Cavalli si scusa con lei

1486560262-chiara-9Gli utenti Instagram che commentano i post di Chiara Ferragni si possono generalmente dividere in due categorie: quelli che la venerano e quelli che la insultano, e questa non è una novità. A sorprendere, però, è che questa volta tra i commenti contro la fashion blogger ne sia comparso uno a firma di un famoso stilista: Roberto Cavalli, che non glie le ha mandate a dire. Ma qeusta lo sapevamo già. Quello che non sapete è che al commento dello stilista, poi, hanno fatto seguito le scuse da parte del direttore creativo dello stilista: Paul Surridge.

Ecco il commento poco carino, da parte di Cavalli, comparso sotto una delle tante foro della fashion blogger di fama mondiale: «Stai facendo pubblicità al tuo ombelico! Chi credi di essere! Sei solo una macchina da soldi! Non c’è spontaneità né amore in ciò che fai». In quel momento Chiara Ferragni ignorò il messaggio, ma ci pensò suo marito Fedez a rispondere con un sarcastico: «ditemi che è un fake vi prego».

Dopo 48 ore Chiara Ferragni può dichiarere vittoria. Infatti, come mostra in una story, ha ricevuto a casa un mazzo di fiori e un biglietto dal direttore creativo del marchio Roberto Cavalli, Paul Surridge: «Cara Chiara, a nome di tutta la Roberto Cavalli Company,vorrei scusarmi per il commento pubblicato sul tuo account Instagram». Il biglietto conteneva anche apprezzamenti alla fashion blogger, che ha risposto dicendo: «Grazie per i fiori e per aver preso le distanze dallo stupido commento di Roberto Cavalli»