Via il reggiseno, guarda le vip nude sui social

Nuda nel letto, abbracciata al cuscino e con un lenzuolo che copre i punti strategici. Stefania Orlando infiamma Instagram con uno scatto ad alto tasso erotico, ma non è l’unica a postare foto bollenti e con il décolleté che fa capolino. Anna Falchi si gode l’idromassaggio con il seno in libertà, Sarah Altobello in vasca nasconde i capezzoli con la schiuma, per non parlare di Eva Riccobono, Wanda Nara, Alessandra Ambrosio: a loro il reggiseno proprio non serve.

C_2_articolo_3222965_upiImagepp

La Nara in barca indossa solo perizoma e cappello, mentre posa con sensualità coprendosi il petto esplosivo con la mano. La Altobello invece scatena l’immaginazione dei follower mentre si gode un bagno rilassante… proprio come fa Valeria Marini che manda baci stellari circondata da mille bolle e senza nulla addosso. Taylor Mega regala una vista mozzafiato sul suo lato B e usa i capelli per coprire il profilo del seno, ma Kendall Jenner e Ludmilla Radchenko sono le più spudorate: per loro il nudo è frontale e sono coperti solo i capezzoli e le parti intime.

Matteo Salvini, acrobazie hot in spiaggia con Francesca

Scoppia sulla spiaggia di Milano Marittima la passione tra il vicepremier e ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e la compagna Francesca Verdini. I due, che nelle precedenti uscite pubbliche si erano limitati a coccole ed effusioni, sul bagnasciuga si lasciano andare alle acrobazie hot. Il settimanale Diva e Donna li ha fotografati durante una “luna di miele” davvero bollente.

C_2_fotogallery_3100589_6_image

E così mentre la ex, Elisa Isoardi, racconta la sua singletudine e la ritrovata libertà posando sulle cover in topless, Salvini si avvinghia alla Verdini e regala siparietti a due davvero piccanti. Baci appassionati in acqua, coccole tra le onde e il relax sul lettino è scatenato. Festeggiano quattro mesi d’amore in un crescendo di felicità. E’ stato un colpo di fulmine, i due bruciano le tappe velocemente e c’è chi scommette che possano arrivare anche delle nozze lampo…

Claudia Gerini in libertà, guarda che mezzo topless!

E’ stato il costume azzurro intero a giocarle un brutto scherzo. Per la gioia dei paparazzi. Claudia Gerini in vacanza a Formentera viene pizzicata dal settimanale Diva e Donna con un seno in libera uscita.

C_2_fotogallery_3100591_2_image

Il mezzo topless che finisce nell’obiettivo per colpa di un piccolo incidente sexy. L’allacciatura dietro al collo si smolla e il capezzolo finisce in primo piano.

Claudia Gerini è una mamma sensuale e bellissima. Con la figlia Linda, avuto dal suo ex Federico Zampaglione, improvvisa lezioni di nuoto mostrando il suo fisico allenato, ma non mancano nemmeno gli scatti bollenti con porzioni di pelle nuda a vista.

Il papà le dona un rene, Marianna si salva: «Mi ha dato la vita due volte»

poster_009«Mio padre mi ha dato la vita due volte: quando mi ha concepito e il 13 dicembre di quest’anno, donandomi un rene». Così Marianna Maione dal letto dell’azienda ospedaliera Federico II racconta la sua storia. «Già ero molto legata a mio padre, ora lo sono ancora di più. Sul braccio ho un tatuaggio: l’iniziale del suo nome disegnata in modo da creare un cuore».

Marianna è napoletana, ha 26 anni e come tutte le ragazze della sua età ama la vita, l’indipendenza e la libertà. Ma ha dovuto drasticamente ridimensionare sogni ed ambizioni perché alcuni anni fa ha scoperto di soffrire di insufficienza renale cronica, combattuta con la terapia medica e il rispetto di stretti regimi di vita. Dalla scorsa estate è entrata in quella fase della malattia che conduce inevitabilmente alla dialisi salvo che non si riesca prima ad accedere al trapianto.

Ma la possibilità di trovare un organo compatibile e disponibile, quando ad attenderlo vi è una lunga lista di pazienti, non è assolutamente facile. Luigi, 56 anni, padre della ragazza, si informa e scopre che è possibile realizzare un trapianto di rene da donatore vivente e che se il trapianto viene effettuato prima che il malato entri in dialisi si possono ottenere migliori risultati in termini di sopravvivenza e qualità di vita. Non ci pensa su due volte: può essere lui il potenziale donatore. «Non ho mai avuto dubbi. Dal momento in cui ho scoperto che avrei potuto donare il rene a mia figlia ho avviato immediatamente l’iter, con grande determinazione» spiega Luigi.

L’uomo si rivolge al professore Michele Santangelo direttore della Uoc di Chirurgia Generale e dei Trapianti di Rene del Policlinico Federico II per offrirsi come donatore. Santangelo si dichiara immediatamente. L’ospedale si stava già riorganizzando nel riprendere l’attività di trapianto da vivente dopo uno stop durato 15 anni (l’ultimo risale al 2003) con metodiche più moderne che offrono maggiori vantaggi e garanzie al donatore.

L’iter per stabilire che il trapianto di rene si possa effettuare prevede un’attentissima analisi clinica, immunologica e psicologica da parte dell’equipe sulla coppia donatore-ricevente. Al termine di questa valutazione, una commissione costituita da un team di specialisti, estraneo all’iter clinico di studio della paziente, riesamina il caso per essere certi della correttezza della procedura e della consapevolezza del donatore e del ricevente. Concluso il riesame, la pratica viene rimessa al magistrato che, se ne riconosce la correttezza procedurale, ne autorizza il compimento.

Monica Bellucci: “Sono una mangiatrice di vita, ma ora cerco la gentilezza

Icona della bellezza italiana e attrice eclettica, madre (di due bambine, ndr) e personaggio pubblico, a 52 anni Monica Bellucci fa il punto della sua vita e della sua carriere e sul settimanale F svela: “Ho sempre vissuto intensamente e per questo sempre a rischio, ma è l’unico modo di vivere che conosco”. Si definisce “mangiatrice di vita”, e ammette di aver sempre cercato “lo scontro con il diavolo”. Adesso però si gode “la scoperta della libertà”, uno dei vantaggi dell’invecchiare.

monica-bellucci-foto

“Da ragazzi siamo divorati dalle paure. Quando sei adulta devi fare i conti con la realtà e comincia il ‘vediamo chi sei veramente'”. E proprio in questa fase della sua vita che si trova Monica Bellucci adesso. Più pacata, più riflessiva, professionalmente e sentimentalmente. “Quando ero giovane cercavo storie maledette, lo scontro col diavolo, la sfida, il pericolo – dichiara l’attrice a F – In realtà cercavo attraverso gli altri il diavolo che è in me, le mie parti sconosciute. È interessante ma alla fine diventa sterile”. E aggiunge: “Quando sei giovane, c’è un impulso se. ssu. ale fortissimo legato alla riproduzione. La cosa bella è che oggi non sono più schiava dell’impulso. È la testa che controlla il corpo”. Pronta a ripartire proprio da qui adesso l’attrice afferma di cercare in una relazione soprattutto “la gentilezza… e la signorilità dell’animo”.
La Bellucci, che vedremo nel cast del nuovo capitolo di “Twin Peaks”, negli ultimi anni ha recitato anche per Kusturica, è stata Bond Girl, protagonista di un film di Alice Rohrwacher e nel cast di “Mozart in the Jungle”. “Oggi mi arrivano proposte di ruoli che 10 anni fa non avrei potuto fare”, afferma l’attrice, che anche sul set ammette di “aver spesso esplorato il limite… Essere attrice è anche questo”.