“La Pupa e il Secchione e Viceversa”: docce, strip e sexy car wash per le Pupe

Quella de “La Pupa e il Secchione e Viceversa” è stata una partenza con il botto. Oltre il 13% di share per la prima puntata del reality di Italia 1 condotto da Paolo Ruffini. Merito della leggerezza e delle situazioni divertenti del programma, ma anche dell’avvenenza delle Pupe che, già dall’esordio, sono state protagoniste di alcune sequenze al cardiopalmo, tra docce, strip e sexy car wash.

085620225-f39f182d-88a3-4a31-a1fc-83c783aaf585 (1)

Tra le più disinibite c’è sicuramente Stella Manente, l’influencer di 27 anni, che fa coppia con “Il più intelligente d’Italia”, Lorenzo De Lauretis. La Manente infatti non si è fatta problemi a spogliarsi per la doccia e non ha voluto abbandonare la sua abitudine di dormire nuda. Disinibita sì, ma tenendo le giuste distanze: infatti il povero De Lauretis è stato costretto a dormire sul divano.

Particolarmente frizzante è anche la ragazza immagine romana Martina Di Maria. Protagonista assoluta del car wash con cui i protagonist hanno dovuto ripulire un furgoncino dal fango, ha messo in mostra un lato B scultoreo, che ha provocato qualche imbarazzo nel maestro di scacchi Alessandro Santagati, quando ha dovuto prenderla in braccio per aiutarla a pulire il veicolo.

Un momento particolarmente intrigante è stato quello della sfida finale, dove i Secchioni bendati e indossando guanti, hanno dovuto riconoscere la propria Pupa solo palpeggiandola sotto la doccia. Qualcuno si è mostrato particolarmente scafato, altri decisamente più imbranati, al punto che alla fine qualche Pupa si è lamentata:; “Dovevi toccaredi più!”. Avranno tempo di imparare per le prossime puntate.

Nora Amile di La Pupa e il Secchione, racconto choc: «Volevo suicidarmi»

“Tra le pupe avevo il ruolo della svampita, ma in realtà non sono così”, parlare Nora Amile, showgirl diventata popolare con la sua partecipazione al reality “La Pupa e il secchione”, nella prima edizione condotta da Enrico Papi e Federica Panicucci.

Nora-Amile-Foto-Instagram-17

Il suo personaggio era molto lontano da lei: “Ho un diploma da attrice e ho studiato con il metodo Stanislavskij – ha fatto sapere a “Novella2000” – Parlo quattro lingue: italiano, inglese, spagnolo e arabo. E sono una donna abbastanza colta”
Col passare del tempo però, prigioniera del personaggio, ha avuto un crollo emotivo che nel 2011 ha messo a rischio la sua vita: “Ho avuto una crisi d’identità e volevo suicidarmi (…) Tutti mi associavano solo ed esclusivamente alla “pupa” e ho tentato il suicidio”.

Per fortuna il suo intento non è riuscito: “Quando sono venuti in soccorso mi hanno portato in una clinica psichiatrica, perché pensavano che avessi perso la testa totalmente e hanno iniziato a curarmi. Per fortuna, anche in quel caso ho reagito bene e ho dimostrato di non essere pazza, ma solo depressa”.
Ora a breve potrebbe tornare in tv: “Ci sono buone possibilità che mi rivediate in tv, ma al momento devo tenere la bocca cucita”.