È morto Enzo Totti, il papà di Francesco aveva contratto il Covid-19. Era ricoverato allo Spallanzani

Il Covid uccide. Questo si sa. E purtroppo stamattina ha fatto scendere le lacrime sul viso di Francesco Totti per la scomparsa di suo padre, Enzo.

5519083_1644_download_3_

Aveva spento lo scorso maggio 76 candeline ed oggi, lunedì 12 ottobre 2020, è deceduto all’Ospedale Lazzaro Spallanzani a causa del Covid-19. Saranno state decisive, come nella maggior parte dei decessi per mano del coronavirus, le patologie croniche regresse: qualche anno fa Enzo, detto “Lo sceriffo”, era stato infatti colpito da un infarto, che lo aveva tenuto lontano dalle trasferte per seguire il figlio Francesco in giro per l’Italia.

Vittorio Sgarbi scoppia a piangere a Io e Te: «Non sto bene, non doveva morire…». Diaco si commuove

Su Leggo.it gli ultimi aggiornamenti. Vittorio Sgarbi entra in studio e scoppia a piangere a Io e Te: «Non sto bene, non doveva morire…». Diaco si commuove. Oggi, il critico d’arte è stato ospite nel salotto di Rai 1 e si è raccontato a cuore aperto, dall’infanzia alla sua passione per la cultura. Ma proprio all’inizio dell’intervista, Sgarbi si commuove fino alle lacrime.vittoriosgarbi_ioete_diaco_16143604

«Oggi non sto bene – spiega il critico – ieri è morto Giulio Giorello, un amico. Era stato ricoverato per covid, poi era stato dimesso. Ma forse ha aggravato le sue condizioni. Non doveva morire». Diaco di commuove, poi Sgarbi racconta del suo infarto.

«Ho avuto l’intuizione – spiega – di andare dal medico più vicino. Mi hanno detto che se avessi aspettatio un’altra mezz’ora sarei morto. Dopo l’intervento, ho scritto subito un articolo d’arte per il Corriere della Sera e il caporedattore mi ha risposto ‘Ma non eri morto?’. Mi vennero a trovare un sacco di persone, da Bonaccini a Berlusconi, era diventata una festa. Una volta superato il pericolo, non bisogna fare le vittime».

Joseph Perfection, morto il calciatore della Roma Primavera. Stroncato da un infarto a 21 anni

Joseph Perfection, il giovane immigrato che ha militato nella Roma Primavera di Alberto De Rossi, è morto nella notte. Stroncato da un infarto a soli 21 anni. Come scrive Gianluca Lengua sul Messaggero, il giovane talento camerunese è scomparso nella notte a Roma a causa di un arresto cardiaco.

5248693_1317_100513602

Arrivato in Italia con la promessa di una carriera da calciatore, Joseph perfection fu poi abbandonato dal sedicente agente alla stazione Termini. Da lì, ha cominciato a giocare nella squadra del Liberi Nantes, composta da giocatori rifugiati e richiedenti asilo politico. Proprio in una partita amichevole contro i giallorossi furono notate le sue qualità e la Roma lo portò a Trigoria nel 2015 per riuscire a tesserarlo solo al compimento dei 18 anni, il 1 settembre 2016. La sua carriera è poi continuata al Vicenza e al Cluji.

Elisabetta Canalis super sexy. I fan impazziscono: «Così ci fai prendere un infarto»

Elisabetta Canalis lancia la “Green Collection”, la nuova collezione di capi sostenibili che rispettano l’ambiente di “Intimissimi”, posta gli scatti in intimo sui social e conquista il web. L’ex velina, oggi mamma di Skyler Eva e moglie del dottor Brina Perri, di stanza a Los Angeles dai tempi della sua relazione con George Clooney, è appunto diventata volto (o meglio corpo) della nuova collezione di underwear.

5095136_1640_elisabetta_canalis (1)

Dal suo seguitissimo account social (è stata una delle prime star a capire l’importanza di Instagram) ha postato uno scatto in cui indossa l’intimo e ha subito ricevuto una valanga di like e di commenti, anche molto divertenti.

Ci sono molti vip e colleghe, come Chiara Biasi e Sonia Bruganelli, e poi i suoi follower, che non hanno mancato di mostre il loro apprezzamento: “E da questo momento – ha scritto un utente – in tantissimi rispetteremo l’ambiente, ne sono sicuro.

Le battute non mancano e vanno da “Se per “sostenibile” si intende biodegradabili…ci vorrebbe una bella doccia allora!!sei sempre @littlecrumb_a “Quando ti clonano fammi un fischio…. Mollo tutto e vengo a prenderti”.

Riferimenti anche al Coronavirus, con chi la definisce “Primo caso di MennonaVirus” e chi ammette che “è più facile sopravvivere al coronavirus che agli infarti che mi provochi con le tue foto”.