Ragazzo perde ai videogiochi, distrugge mezza casa e uccide il fratello di 7 anni: «Avevo paura raccontasse tutto a mamma»

Perde ai videogiochi e distrugge la casa, poi uccide il fratello per paura che raccontasse tutto alla mamma. Un adolescente russo ha ammesso di aver ucciso il fratello di appena 7 anni perché aveva paura facesse la spia su quanto aveva fatto dopo aver perso una partita ai videogame.

5201645_1525_perde_videogiochi_uccide_fratello

Alexander di Dudinka nella regione russa di Krasnoyarsk Krai ha messo a soqquadro la casa, ha distrutto il telefonino e fatto altri danni dopo aver perso ai videogiochi, tutto sotto gli occhi stupiti del fratellino. Temendo che quando sarebbe tornata la madre avesse fatto la spia facendogli prendere una punizione ha deciso di mettere a tacere per sempre il bambino e lo ha ucciso, come riporta anche il Mirror.

Il ragazzo di 13 anni stava giocando con il telefonino, ma si sarebbe fatto prendere dall’ira. Dopo il game over ha prima distrutto lo smartphone poi ha buttato giù diversi mobili e distrutto altri oggetti svegliando il fratellino di 7 anni. Quando se lo è visto comparire davanti ha pensato alla punizione che gli avrebbe dato la madre, così ha afferrato un coltello e ha pugnalato per 15 volte il bambino fino ad ucciderlo.

Emanuela Orlandi, le tombe in Vaticano sono vuote. Sparite pure le ossa di due principesse. Il fratello Pietro: «Incredibile»

Non c’era assolutamente nulla nelle due tombe all’interno delle mura vaticane, nel cimitero teutonico. Non sono stati trovati «né resti umani, né urne funerarie».
Eppure sono state aperte per tentare di far luce sul caso di Emanuela Orlandi, la ragazza di cui si sono perse le tracce da 36 anni. Un mistero che continua a restare tale, solo che dopo lo stupore scuscitato dall’ultimo nulla di fatto, la vicenda si arricchisce di particolari che suscitano nuovi interrogativi.

4613265_1033_emanuela_orlandi_tombe_vuote_40

Il portavoce vaticano Alessandro Gisotti fa sapere nel dettaglio che «l’accurata ispezione sulla tomba della Principessa Sophie von Hohenlohe ha riportato alla luce un ampio vano sotterraneo di circa 4 metri per 3,70, completamente vuoto. Successivamente si sono svolte le operazioni di apertura della seconda tomba-sarcofago, quella della Principessa Carlotta Federica di Mecklemburgo. Al suo interno non sono stati rinvenuti resti umani». Già, ma come sia stato possibile tutto ciò nessuno ancora lo sa.

La ristrutturazione del vano trovato vuoto sotto la tomba nel Cimitero Teutonico «non era di duecento anni fa», sottolinea infatti il fratello di Emanuela Orlandi, Pietro, all’uscita del Cimitero Teutonico spiegando che le pareti erano in cemento e non in calce. «Non c’era nulla, nulla, neanche le principesse», riferisce spiegando che le segnalazioni che avevano avuto, in merito alla possibile sepoltura di Emanuela nella Tomba dell’Angelo «non erano anonime». L’avvocato Laura Sgrò aggiunge: «Tutto ci spettavamo meno che di trovare le tombe vuote».
Si è infatti aperto un nuovo giallo: «Ora anche i familiari delle principesse dovranno chiedersi che fine hanno fatto le ossa», dice sempre Pietro Orlandi. Ma bisogna anche capire che documentazione sia in possesso del Vaticano relativamente al contenuto delle tombe.
Attacca monsignor Gianfranco Girotti, già reggente della Penitenzieria apostolica da sempre interessato al caso della figlia del commesso del Vaticano di cui si sono perse le tracce 36 anni fa: «Stiamo parlando di tombe degli anni passati, che appartengono ad alcune famiglie principesche che chiedevano di aver lì la sepoltura. Con il passare degli anni, come succede in molti altri cimiteri, le spoglie vengono tolte e portate altrove e sul posto resta la storia commemorativa della famiglia. Il caso Orlandi finisce qui: il Vaticano ha voluto dire stop alle tante illazioni».

Figlio segreto di Carlo e Camilla, ecco il volto del presunto fratello di William e Harry: «Vive in Australia»

maxresdefault-1-768x432William e Harry hanno un fratellastro segreto, figlio di Carlo e Camilla? Secondo il presunto figlio illegittimo, sarebbe proprio così. Simon Charles Dorante-Day, questo è il nome del’ipotetico fratello dei figli di Lady Diana, ha 53 anni e vive in Australia. L’uomo ribadirebbe continuamente sul suo profilo Facebook di essere il figlio illegittimo di Carlo e Camilla, evidenziando la sua somiglianza con la coppia reale.

Come riporta Il Giornale, Simon sosterrebbe di essere stato concepito ai tempi in cui Carlo e Camilla vivevano la loro relazione clandestina. E di essere stato dato in adozione, dal momento che i presunti genitori sarebbero stati poco più che adolescenti.

Il clamoroso rumor sta facendo il giro del web, ma non è tutto. Simon Charles Dorante-Day adesso chiederebbe dall’Australia il test del Dna, aggiungendo che perfino Lady Diana avrebbe saputo della sua esistenza. Finora, Buckingham Palace non avrebbe commentato il gossip choc. Tempesta reale in arrivo? Staremo a vedere.