«Silvia Romano è tornata con un orologio d’oro al polso»: perché è una fake news

Silvia Romano è tornata in Italia da due giorni ma non si placa l’inciviltà dei social che l’ha accolta dopo la sua liberazione. Non bastassero le polemiche sull’eventuale riscatto pagato ai suoi sequestratori di Al Shabaab, le voci (false) sulla sua gravidanza e i commenti (terribili) sulla sua conversione, c’è chi si è inventato addirittura che al suo polso all’arrivo in aeroporto ci fosse un orologio di lusso.

Schermata-2020-05-12-alle-17.34.56-720x341

Già, perché non contenti degli insulti e delle minacce nei confronti di Silvia (che hanno portato l’antiterrorismo ad aprire un’indagine per minacce aggravate, e le autorità a valutare l’ipotesi di una scorta per proteggerla), il meraviglioso popolo degli internauti ha tirato fuori una chicca: Silvia Romano al suo polso aveva un Rolex Lady Oro, con il cinturino «in pelle di coccodrillo». Ovviamente tutto falso, inventato da chi ha bisogno quotidianamente di inventare calunnie contro il nemico del giorno, che da domenica è la giovane volontaria rapita da Al Shabaab e liberata dopo 18 mesi di prigionia. Colpevole di essere tornata in Italia viva, libera e convertita alla religione che più le aggrada.

La prova che quella dell’orologio è una fake news è semplice, come spiega il sito di debunking Bufale.net: Silvia indossa un orologio col quadrante rettangolare, e il Rolex Lady Oro non ha il quadrante rettangolare. Chi si indigna e condivide acriticamente questo tipo di bufale, non ascolta e non ascolterà le spiegazioni di chi gli dimostra che è tutto falso: d’altronde come stupirsi, dal momento che milioni di italiani sono ancora convinti che i migranti intaschino dallo Stato 35 euro al giorno?

Michelle Hunziker risponde alle accuse sul servizo con Giovanna Botteri: «Non è body shaming, è una fake news»

«Un polverone su una fake news». Così Michelle Hunziker dal suo profilo Instagram risponde alle polemiche di chi ha accusato Striscia la Notizia di aver fatto body shaming alla giornalista, inviata dalla Cina Giovanna Botteri. Michelle, da sempre schierata dalla parte delle donne, è stata accusata di aver appoggiato un servizio che è in realtà discriminatorio nei confronti di una donna.

5205639_1113_michelle_hunziker_giornalista_fake_news

Da qualche settimana, purtroppo, la Botteri è finita nel vortice di polemiche a causa dei suoi abiti che in diretta sembrano essere sempre simili e per una messa in piega non perfetta nonostante la consapevolezza di andare in onda. La giornalista aveva risposto già in passato, affermando che lavorando in condizioni di crisi, legate al coronavirus, di fretta e in modo frenetico, l’aspetto fisico per lei passava in secondo piano rispetto all’informazione e alla professionalità con cui vuole fornirla ogni volta. Nel servizio del tg satirico di Antonio Ricci andato in onda il 28 aprile si sottolineava che “a ogni collegamento dalla Cina, la corrispondente sfoggiava il medesimo abito nero” ma ultimamente la giornalista aveva i “capelli splendenti”.

Sui social sono piovute critiche alla trasmissione e anche alla presentatrice per via del suo attivismo contro le discriminazioni sulle donne con la onlus Doppia Difesa. Michelle però ha risposto: «Noi abbiamo mandato in onda un servizio a favore di questa giornalista dicendo che tanti media e molti social l’hanno presa in giro per il suo look e invece noi prendiamo atto del fatto che si è fatta un’ottima e una bellissima messa in piega. Questo non è attaccare una persona ma è rimanere nei toni di Striscia come sempre, e soprattutto non è body shaming». Poi mostra il comunicato stampa.

Paola Barale incinta? Era tutta una messinscena (organizzata da lei)

4142216_1225_baralepaola1Paola Barale incinta a 51 anni? Una foto aveva fatto scatenare il gossip. Ma è stata proprio la showgirl ospite ieri sera a Mai dire Talk, il nuovo programma della Gialappa’s Band, a smentire categoricamente. Era una messinscena costruita ad arte dalla stessa Barale con la regia occulta dei Gialappi.

E’ lei stessa a svelare l’arcano: «Non è vero, non sono incinta. E’ una fake news“. L’intento pare fosse proprio quello di dimostrare quanto sia relativamente facile costruire una notizia dal nulla e fare in modo che tutti i media ci caschino. Peccato che farlo con la complicità del protagonista sia senza dubbio più facile. Infatti è stata la stessa Barale a postare foto su Instagram che facevano pensare che potesse essere incinta.