Sanremo 2020, Achille Lauro ed Elettra Lamborghini «genitore 1 e genitore 2». Il meme fa impazzire il web

Sanremo 2020, Achille Lauro ed Elettra Lamborghini «genitore 1 e genitore 2». Il meme fa impazzire il web. Dopo l’esibizione di Elettra Lamborghini, sul web impazzano vignette divertenti dedicate al suo outfit stravagante. E il pensiero va subito allo “spogliarello” di Achille Lauro, avvenuto ieri sera, sul palco dell’Ariston.

5031583_2356_elettralamborghini_achillelauro_sanremo2020

Neanche a dirlo, i follower si ingegnano. Nel meme che fa il giro del web, i due artisti indossano i loro outfit di scena, con la scritta «genitore 1 e genitore 2». Un chiaro riferimento alla canzone ironica dedicata a Giorgia Meloni, diventata un cult social. Boom di like per Achille Lauro ed Elettra Lamborghini, i più stravaganti del Festival.

Sanremo 2020, il figlio di Amadeus emoziona: il gesto toccante e inaspettato del bambino di 10 anni

Durante il festival di Sanremo 2020, dopo l’esibizione di Paolo Palumbo, il più giovane malato di sla d’Europa, il Teatro Ariston gli ha giustamente dedicato una standing ovation. Quello che però in molti hanno notato è che a farla partire è stato un bambino seduto in prima fila, ovvero Josè Alberto, il figlio di Amadeus. Ecco cosa è successo.

5033017_43_20200206065443

Paolo Palumbo sul palco dell’Ariston colpisce tutti
Andiamo con ordine. Nella seconda serata del Festival di Sanremo è salito sul palco dell’Ariston Paolo Palumbo, un ragazzo di 22 anni colpito dalla sla a soli 18 anni. Lui, il malato di sla più giovane d’Europa, si è esibito sulle note di “Io sto con Paolo”, una canzone estremamente toccante dedicata appunto alla sua condizione.

“La mia non è la storia di un ragazzo sfortunato, ma quella di uno che non si è mai arreso”, ha detto Paolo durante il suo momento, colpendo al cuore il pubblico. Tanto è vero che all’Ariston per lui è partita la standing ovation.

Sanremo 2020: il figlio di Amadeus fa partire la standing ovation
Quello di cui però si sono accorti in tanti è che a far partire la standing ovation della platea di Sanremo 2020 è stato il figlio di Amadeus. Proprio Josè Alberto, infatti – seduto in prima fila accanto alla mamma – si è alzato in piedi per regalare il tributo del pubblico a Paolo Palumbo, un momento veramente sentito.

“Un applauso al figlio di Amadeus che si è alzato per primo – ha scritto un internauta su Twitter – un bambino di meno di 10 anni che si alza ad applaudire per primo davanti ad una performance così toccante, rispetto a tutte le vecchie me**e che volevano stare sedute”.

Belen canta una canzone romantica e incanta il web: “A volte sono tua, a volte no…”. A chi sarà dedicata?

IBIZA – Ormai si sa che Belen Rodriguez ha una voce da usignolo. E questa volta la showgirl argentina ha incantato i fan di Instagram intonando una canzone malinconica in spagnolo dal titolo “Quando nessuno mi vede”.

2556491_1940_belen (1)

Una canzone toccante e malinconica, impreziosita dalla voce dell’ex signora De Martino. Una strofa della canzone recita “A volte sono tua, a volte no…”.
Che il brano sia dedicato al fidanzato Andrea Iannone con cui si vocifera ci sia aria di crisi? O all’ex Stefano con cui sarebbe arrivata la tanto agognata pace? Staremo a vedere.
Intanto Belen con la sua esibizione fa il pieno di like e in poco tempo supera le 647mila visualizzazioni.

Sanremo 2017, Michele Bravi: gesto commovente a fine esibizione

Ha soltanto 22 anni, ma di traguardi ne ha già superati tanti tra dischi d’oro, collaborazioni con i più importanti cantanti del nostro panorama musicale e un canale Youtube in fortissima ascesa.

Michele-Bravi-1024x666

Per Sanremo 2017 Michele Bravi ha tutta l’intenzione di annientare quel briciolo di autodifesa rimasta ai fan per sopportare il suo talento, la sua grande sensibilità, la sua voglia di credere fino in fondo nei progetti che firma e ‘Il diario degli errori’ ha la forza giusta per riuscire nell’intento: quella credibilità di chi – come il vincitore di X Factor – ha toccato il cielo con un dito, si è scottato le ali perché troppo vicino al sole, è crollato e poi si è rialzato.
In attesa del suo ultimissimo lavoro, ‘Anime di carta’, in uscita il prossimo 24 febbraio, sull’Ariston il giovane interprete umbro ha tolto qualsiasi maschera e lasciato trapelare la profondissima emozione mista a tensione che sentiva dentro e che si è sciolta alla fine dell’esibizione in un abbraccio liberatorio dietro le quinte con Helio Di Nardo, il suo produttore.
Terminato di cantare il brano in gara a Sanremo 2017 Michele Bravi è corso nel backstage a stringere forte colui che in questo periodo di duro lavoro, aspettative altissime e ansia da prestazione c’è sempre stato: le telecamere hanno ripreso l’abbraccio tra il manager di Show-Reel e il cantante e in men che non si dica le immagini sono diventate virali sui social.
“La scena più bella – scrive uno spettatore – è l’abbraccio tra Michele e Helio”, “Canzone bellissima – ha aggiunto un altro fan – tu super e quell’abbraccio con Helio ha dato qualcosa in più”.
Al termine della performance sul palco di Sanremo 2017 Michele Bravi ha realizzato un piccolo video diffuso sui suoi canali social in cui – evidentemente commosso e con gli occhi lucidi – ringraziava quanti lo avessero seguito e supportato.