Sanremo 2020, Elodie super sexy in Versace. Ma i fan notano un dettaglio: «Sono storte»

Ha sceso le scale dell’Ariston con grazia, complice il passato da modella. Elodie Patrizi si è presentata sul palco di Sanremo 2020 per cantare la sua Andromeda con un look sexy e aggressivo che ha fatto letterarmente girare la testa ai telespettatori. E il web è impazzito.

5030812_elodie2

Elodie, seconda volta al Festival di Sanremo, ha scelto un tubino nero firmato Versace dalla scollatura profondissima e con le gambe bene in vista. E proprio sulle gambe sono arrivate tantissimi commenti: chi le ha paragonate alla Salerno-Reggio Calabria, chi ha sottolineato la disinvoltura nell’affrontare la scalinata e persino chi ha azzardato una critica: «Gambe storte?», si legge su Instagram. Pare proprio di no.

Alena Seredova, i figli a scuola con le maglie stropicciate: «Non c’è niente di male. Stiro meno, sto più tempo con loro»

Alena Seredova e i due figli la mattina del primo giorno di scuola – ormai un mese fa. La mamma dei due ragazzi, nati dal matrimonio con Gigi Buffon, non poteva di certo immaginare che quello scatto buffo pubblicato su Instagram, in cui lei sorride ma i due ragazzi non hanno quella che si definisce una “faccia allegra”, sarebbe diventata oggetto di scandalo per una parte dei suoi follower che di quella immagine hanno notato un unico dettaglio: le magliette di David Lee, 10 anni e Louis Thomas, 12, non sono stirate alla perfezione.

4784322_1034_alena_seredova_figli_magliette_stropicciate (1)

A distanza di tempo da quella foto, in una intervista al Corriere della Sera Alena Seredova torna a quelle magliette non stirate e spiega: «Erano state stirate a fine scuola, a giugno. Infatti, si nota la piega del ferro da stiro sulla manica. Però, erano finite in una scatola per fare spazio nell’armadio ai vestiti delle vacanze e si vede che hanno patito un po’. Comunque, pure se non le avessi stirate, non ci trovo niente di male».

La Seredova è una mamma che lavora e allo stesso tempo si prende cura della famiglia e della casa. Come tantissime altre donne. E rivendica il diritto a non stirare i i vestiti dei figli, piuttosto a dedicare loro attenzione in altri modi: «Sono una mamma che lavora, ho appena lanciato una linea di profumi, ma ho scelto di dedicarmi molto ai figli e di sacrificare qualcosa per loro. Però, non si può far tutto e su qualcosa mollo. Credo che, un giorno, David Lee e Louis Thomas daranno valore a queste cose più che se li avessi fatti uscire inamidati».

Chiara Ferragni in spiaggia con Leone, i follower notano un dettaglio e scoppia una furente discussione

Chiara Ferragni continua a passare le vacanze a Ibiza, in compagnia del figlio Leone e di Fedez. Dopo essere stata vittima di uno scherzo da parte del marito e di Luis Sal, la popolare influencer ha postato diverse foto in spiaggia, in cui è in compagnia del piccolo Leo. Alcuni di questi scatti, però, hanno subito richiamato l’attenzione di alcuni follower.

chiara_ferragni_ibiza_leone_pancino_sospetto_19164646-768x432

Un’utente, infatti, ha notato un certo gonfiore nel ventre di Chiara Ferragni e ha commentato così: «Solo io ho l’impressione che sia incinta?». Il presunto e sospetto pancino ha scatenato i follower, che però si sono divisi. C’è chi ha la stessa impressione della ragazza che ha avanzato questa ipotesi, ma anche chi la pensa diversamente.

Un’altra follower, infatti, crede che dietro l’anomalo gonfiore di Chiara Ferragni si celi altro: «Nell’ultima foto, a me sembra che in realtà abbia un assorbente, quindi mi sa di no…». Ed è a questo punto che le fan di Chiara Ferragni si sono fronteggiate tra chi sostiene la tesi della gravidanza e chi invece crede che la influencer sia solo alle prese col ciclo mestruale. Altri follower, invece, hanno commentato così: «Se dovesse essere incinta, sarà lei ad annunciarlo. Siete insopportabili quando chiedete alle vip se sono incinte, magari semplicemente non riesce ad andare in bagno da tre giorni, a voi farebbe piacere sentire ripetere le stesse domande idiote?».

Belen si mostra bellissima senza trucco e filtri, ma gli hater l’attaccano su un dettaglio

Belen Rodriguez vittima ancora una volta degli haters. La bella showgirl argentina si trova in un periodo d’oro della sua carriera e ha anche ritrovato la serenità familiare ricongiungendosi all’ex marito Stefano De Martino per la felicità anche di loro figlio Santiago. Pur vivendo un periodo tanto felice c’è chi riesce a smontare l’atmosfera con duri commenti sui social.4620163_1521_belen_rodriguez_haters_peli (1)

Belen ha postato una foto in cui si mostra acqua e sapone, senza trucco, spettinata e anche poco vestita. La conduttrice argentina mostra però la sua bellezza anche in assenza di ritocchi e strategie di bellezza, con uno sguardo penetrante e un fisico perfetto, ma anche di fronte alla perfezione c’è chi riesce a trovare il pelo nell’uovo. Infatti è proprio il pelo ad essere finito sotto accusa, alcuni follower hanno criticato la scelta di Belen di non depilarsi le braccia lasciando intravedere della peluria biondastra.

Non è la prima volta che la Rodriguez subisce body shaming in tal senso, in passato le era stato fatto notare che la stessa peluria era presente sulle sue cosce e aveva risposto che da donna latina la ceretta total body non è di suo gradimento. Questa volta Belen non ha risposto, ormai superiore a questo tipo di commenti, ma probabilmente potrebbe dare la stessa spiegazione. Resta evidente che, anche se con qualche peletto biondo, la sua bellezza non è certo da mettere in discussione.

Raz Degan a Roma, a caccia di Paola Barale, la foto svela un dettaglio

Un selfie in piscina e una didascalia con tanti hashtag: “Cercando #aragosta a #Roma, Searching for #Lobsters in #Rome. #isola #Alex #bionda #TheLastShaman”.

2431598_2137_razdeganpaolabaraleroma

Il modello israeliano però non è affatto alla caccia del costraceo. Aragosta è il soprannome con cui chiama Paola Barale che, sempre su Instagram, ha risposto: “Sto arrivando”.
Anche Paola Barale infatti si trova a Roma per prendere parte al Costanzo Show. Raz invece è in città per The Last Shaman, film prodotto da Luca Argentero.