Giulia Ragazzini hackerata, rubato il profilo Instagram della Miss e influencer: «100mila euro di danni, non ho più nulla»

«Fino a pochi giorni fa avevo un profilo Instagram da 470 mila followers, valeva centinaia di migliaia di euro. Adesso non ho più nulla». Quell’account per Giulia Ragazzini, Miss Europe e fashion influencer, è frutto del lavoro svolto negli ultimi 5 anni. Ma le è stato rubato con l’inganno e usato per truffare altri personaggi da “spunta blu” sul noto social.

giulia_ragazzini-1-1024x731

Romana, classe 1996, per Giulia è un vero e proprio incubo iniziato con la proposta della creazione, da parte di un profilo Instagram altrettanto verificato, di una fanpage su Wikipedia India. Per realizzarla, la miss non avrebbe dovuto far altro che fornire una sua biografia completa di dati sensibili e il versamento di una quota di 250 dollari per le spese di gestione. «Lo so, sono stata sciocca a fidarmi – dice ora Giulia, che oltre a sfilare è anche avvocato – ma quella persona mi ha fornito molte prove. E ci sono cascata».

Con le informazioni a disposizione è stato semplice per l’hacker impossessarsi dell’account, far sparire foto e accedere ai contatti della ragazza. «Un danno da circa 100 mila euro», spiega la miss che senza il suo strumento di lavoro non può onorare i contratti già firmati con diversi brand.
Immediata la richiesta di assistenza a Instagram. Risultato? «Uno scandalo. Centinaia di segnalazioni anche tramite avvocato e da altri profili. Nessuna risposta». Il passo successivo è stata la denuncia in commissariato. L’ultima chance, un esperto informatico che Giulia pagherà profumatamente per provare a riavere quanto le è stato tolto.

«La cosa che non riesco a sopportare – conclude l’influencer – è che questo individuo ora stia provando a truffare i miei contatti. Per favore, fate attenzione e non fidatevi. Non sono io a scrivervi».

Flavio Briatore: «Una petizione per chiedere i danni al governo: hanno distrutto l’Italia»

Flavio Briatore torna ad attaccare il governo Conte II: «Propongo una petizione popolare per chiedere i danni al governo: hanno distrutto l’Italia. Siamo governati da persone tutta teoria e niente pratica, senza nessuna capacità. I peggiori ministri che abbiamo mai avuto».

Intervistato dal quotidiano La Verità, il manager e imprenditore dimostra, ancora una volta, di non apprezzare il governo composto da M5S, Pd e Italia Viva: «Non si rendono conto del disastro. In autunno la gente avrà fame, ci saranno due milioni di disoccupati. È chiaro che ci hanno raccontato palle per settimane: è appurato ormai che soldi non ne arriveranno. Hanno lavato la testa agli italiani, ma per il resto solo elemosine».

«Offrirò un bonus vacanza a tutto il governo: preferisco pagarli per non fare nulla, perché questi come si muovono fanno danni. Adesso dicono: ‘Ripartiamo dal green’ In effetti, grazie a loro, gli italiani sono al verde» – ironizza poi Flavio Briatore – «Gli Stati Generali? Con tutti i problemi che abbiamo, hanno messo su il Grande fratello a Villa Pamphilj. Una specie di festival di Sanremo, con Conte nei panni di Amadeus, mentre la parte comica è stata affidata ai ministri. A cosa è servito?».

Coronavirus, i nuovi sintomi del contagio: «Attenzione a tremori e orticaria»

Tremori e orticaria. Sono dei nuovi sintomi che potrebbero allertare sulla presenza del coronavirus, secondo il British Journal of Dermatology. Pare che il covid stia mutando, secondo gli esperti sarebbe meno aggressivo ma si stanno notando anche dei sintomi che inizialmente non erano venuti a galla.

5204291_1738_lombarida_coronavirus_oggi_2_maggio

Secondo quanto diffuso dai Cdc di Atlanta, gli americani Centers for Disease Control and Prevention, che si occupano della salute a livello mondiale, ai sintomi noti del covid, come febbre, tosse e difficoltà respiratorie si sono aggiunti brividi, tremore persistente insieme ai brividi, dolori muscolari, mal di testa, mal di gola e perdita del gusto e dell’olfatto. Dai dermatologi poi arriva anche un’altra spia che è quella dei rush cutanei e dei geloni: l’ipotesi è che il virus provochi danni ai vasi sanguigni e che ciò vada a intaccare la circolazione sanguigna.

Gli esperi continuano a ribadire che il coronavirus è un virus camaleontico, ovvero in grado di colpire diversi organi e per questo si manifesta in varie forme e colpisce non solo i polmoni. Il polmone è il più colpito, ma anche il rene, il cuore, le articolazioni e anche la la pelle, anche se queste manifestazioni non sono fra le più frequenti. Allo stesso modo in cui ogni altro virus influenzale può colpire questi organi.

L’Organizzazione mondiale della sanità, dal canto suo non è del tutto d’accordo con la segnalazione di nuovi sintomi e continua a sostenere che i segnali a cui fare riferimento sono sempre tosse secca, febbre alta e difficoltà respiratorie.

Luigi Mario Favoloso, Nina Moric lo denuncia: «Percosse e maltrattamenti a lei e al figlio minorenne»

Nina Moric ha denunciato l’ex fidanzato Luigi Favoloso per percosse e maltrattamenti. Lo riporta .

nina-moric-lato-b

Nei giorni scorsi la modella croata, attraverso il suo avvocato Solange Marchignoli, ha presentato alla Procura di Milano la denuncia che contiene episodi avvenuti tra il 2018 e il 2019 nei suoi confronti e, in un caso, ai danni del figlio minorenne avuto dalla precedente relazione con Fabrizio Corona.

Un colpo di scena a poche ore dalla story su Instagram di Luigi Mario Favoloso che ha rivelato di essere in Armenia.

La7, incendio in studio durante il tg: Enrico Mentana interrompe la diretta

Paura negli studi televisivi de La7, dove durante la diretta del TgLa7 condotto da Enrico Mentana è scoppiato un incendio. Il direttore Mentana ha interrotto la diretta per il rogo divampato nello studio. Durante il telegiornale, infatti, il direttore che stava parlando con Milena Gabanelli, ha bloccato, intorno alle 20.35, la giornalista annunciando l’incendio, nei locali di via Umberto Novaro a Roma.

4634151_2116_mentana_incendio_tg_la_7

Dopo circa dieci minuti di pubblicità il tg si è concluso negli studi di In onda, la trasmissione di David Parenzo e Luca Telese affermando: «Siamo scesi di tre piani in questo studio perché lo studio era fuori uso. Ci vediamo domani sera fiamme permettendo».

Sono intervenuti i Vigili del Fuoco che stanno verificano la natura dell’incendio e valutando i danni. Il direttore Mentana è stato costretto a concludere velocemente la messa in onda a causa delle fiamme che si sono sviluppate nello studio del telegiornale. ‘Più o meno lo studio sta andando a fuoco…. Non è uno scherzo’