Georgina Rodriguez, raccolta fondi per emergenza coronavirus: all’asta anche la maglia di Cristiano Ronaldo

Georgina Rodriguez, la compagna di Cristiano Ronaldo, in prima linea per fronteggiare l’emergenza coronavirus. La modella spagnola, infatti, ha deciso di donare 20mila mascherine ad una associazione benefica del suo paese, ma poi ha lanciato anche una raccolta fondi per alcuni ospedali spagnoli, mettendo all’asta veri e propri cimeli.

5221730_2229_coronavirus_georgina_rodriguez_cristiano_ronaldo

Tra i vari oggetti messi all’asta da Georgina Rodriguez, c’è anche una maglia della Juventus del suo Cristiano Ronaldo, ma anche diversi vestiti indossati dalla modella durante varie serate di gala. «Stiamo attraversando un periodo orribile, in cui gli ospedali e il personale sanitario hanno bisogno del nostro aiuto. La Spagna sta soffrendo molto per questa pandemia e voglio fare la mia parte» – ha spiegato su Instagram la modella spagnola – «Insieme possiamo aiutare il nostro paese e il nostro pianeta: donerò l’intero ricavato delle vendite agli ospedali spagnoli che curano i pazienti Covid».

Per partecipare alle varie aste di Georgina Rodriguez è necessario scaricare una app gratuita di compravendita di abiti usati, LESS_, e accedere al profilo personale della compagna di Cristiano Ronaldo (georginagio). A quel punto sarà possibile vedere tutti gli oggetti all’asta, anche se il pezzo più pregiato, la maglia della Juventus di CR7, ha già superato abbondantemente i 4000 euro. Ci sono però molti abiti firmati, assolutamente di lusso, a prezzi più contenuti.

Paolo Bonolis contro l’ex tronista Marco Cartasegna: «Se un cogl**ne dice cose sgradevoli, perché ascoltarlo?»

«Poi se qualche cogl**ne dice delle cose di Frosinone che sono sgradevoli, perché ascoltare un cogl**ne se c’è tutto il resto del corpo?». Paolo Bonolis attacca senza peli sulla lingua l’ex tronista di Uomini e Donne Marco Cartasegna. Ma cosa è successo tra i due? Di personale nulla, ma il conduttore televisivo non ha gradito le parole espresso da Cartasegna su Instagram a commento della città di Frosinone.

paolo_bonolis_insulti_Marco_Cartasegna_23125057

Entrambi sono stati infatti impegnati nella partita benefica della Nazionale Italiana Cantanti del 13 novembre scorso disputata proprio nella città laziale. All’arrivo in albergo Cartasegna aveva pubblicato una stories in cui definifa così la città: «Eccomi arrivato a Frosinone. Città talmente brutta che l’Unesco ha proposto di cancellarla proprio dalle mappe. Questo albergo è in linea con la città. Mi ha fatto venire una tristezza nel cuore incredibile. Adesso piango e poi vado avanti». L’ex tronista ha successivamente rimosso il video ma ormai chi doveva ascoltare aveva sentito tutto.

Tra questi, appunto, Paolo Bonolis, che ha duramente replicato: «Hanno organizzato questa superba manifestazione di Frosinone, che ha contato 11mila spettatori. Uno splendido incasso, siamo stati tutti contenti. Il Cers (Centro Ricerche Studi ndr.) ringrazia la città di Frosinone. Poi, se un cogl**ne dice delle cose di Frosinone che sono sgradevoli, perché ascoltare un cogl**ne se c’è tutto il resto del corpo? Siamo tutti contenti, siamo felici!», le sue parole in un video al fianco di Renato Berardinelli, fondatore del progetto “Adotta un angelo” che si occupa di assistenza domiciliare per bambini diversamente abili.