Kobe Bryant, la figlia Vanessa contro la madre: «Dopo il dolore per la morte di Kobe e Gianna, le tue pretese assurde»

Vanessa Bryant contro la madre. Non ha finito di piangere la morte imprevista e accidentale del marito, la star del basket Kobe e della figlia maggiore Gianna, 13 anni, avvenuta il 26 gennaio 2020, che deve fronteggiare la peggiore delle liti familiari: madre contro figlia. Vanessa Bryant ha contro-querelato la madre, Sofia Laine, per le pretese che la donna avrebbe circa il mantenere il suo status.

x5651541_1920_vanessa_laine_3.jpg.pagespeed.ic.qOxbMrv8Cp

«Kobe mi aveva promesso che si sarebbe occupato di me tutta la vita. Dopo che è morto mia figlia mi ha messo alla porta» ha sintetizzato lei presentando la prima causa legale. «Ho fatto da baby sitter per i figli di Vanessa e Kobe (tre, ndr) per 18 anni, senza risparmiarmi e senza compensi, neppure durante le festività» insiste lei.

«Ci siamo presi cura di mia madre per vent’anni. Non è mai stata la nostra baby sitter, siamo stati noi ad avere cura di lei, adesso vuole solo estorcermi denaro. Si è occupata delle prime due bambine solo a tempo parziale. Io non ho avuto altri figli dal 2006» ha replicato Vanessa, adendo a vie legali. «Le sue pretese sono puerili, scandalose, ma mi fanno molto male» ha concluso.

Aida Yespica a pezzi: «Non vedo mio figlio Aron da quattro mesi»

Aida Yespica è molto felice dal punto di vista sentimentale, dato che dopo un periodo di crisi p tronata fra le braccia del suo ex Geppy Lama, ma come mamma per il momento non lo è. Da quatto mesi infatti la showgirl, ex naufraga all’Isola dei Famosi ed ex reclusa al Grande Fratello Vip, non vede il figlio Aron, nato dalla sua passata relazione col calciatore Matto Ferrari.

4924123_1609_aida_yespica_aaron (1)

A causa di problemi con i documenti Aida non vede il figlio da tempo: “Sta crescendo davvero tanto – ha confidato a “Vero” – ogni volta che lo rivedo resto stupita dei suoi cambiamenti. Di solito ci vediamo una volta al mese, ma questo, purtroppo, è un momento un po’ così: da quattro mesi non lo vedo per problemi vari con i miei documenti… Sono davvero a pezzi”.

Per ora li aiuta la tecnologia, con le videochiamate: “Ci diciamo sempre che ci amiamo tantissimo. Io gli chiedo sempre come sta, come va la scuola e come stanno andando il calcio e il basket, i suoi due sport che pratica”.

Dal punto di vista lavorativo aspetta l’occasione giusta: “Per ora niente all’orizzonte. Tornerei volentieri in tv ma non ci sono programmi nuovi che potrei fare. Si fanno già reality e ho già dato, per me quello è un capitolo chiuso. Inoltre, non vi va di andare a fare l’opinionista in dei programmi in cui si urla”.