Stefano D’Orazio, l’ex Emanuela Folliero: «Il giorno prima della morte è successa una cosa incredibile»

A Emanuela Folliero è accaduto un fatto particolare il giorno prima della tragica scomparsa di Stefano D’Orazio, batterista dei Pooh venuto a mancare all’età di 72 anni. Emanuela Folliero e Stefano D’Orazio, oltre a essere amici, sono stati in passato fidanzati.

5577969_2100_whatsapp_image_2020_11_10_at_20.58.35

Emanuela Folliero stava sistemando un armadio proprio il giorno prima della morte di Stefano D’Orazio, quando ha trovato un ciondolo: “La cosa incredibile è stata il giorno prima – ha raccontato al “Corriere della sera” – Stavo sistemando un armadio e ho trovato una scatoletta con dentro regalini del battesimo di mio figlio, tra cui una catenina con un ciondolo con i segni zodiacali e scritto “Ad Andrea, tuo Stefano”. Una catenina che non vedevo da 12 anni. Ho avuto un brivido. A Stefano piaceva tanto mio figlio Andrea. Pure mio marito che è un super razionale è rimasto colpito dalla coincidenza della catenina e l’abbiamo appesa in cucina. Certo è tutto così strano, che ancora non ci credo”.

Ex e grandi amici (“Soprattutto amici. Davvero in fin dei conti la nostra storia è durata solo due anni e mezzo, quindi quello che ha contato di più è stata l’amicizia, la complicità, l’allegria. Un filo che non si è mai spezzato”), ma purtroppo Emanuela non ha potuto assistere alla celebrazione dei funerali: “Io sono a Milano, il funerale è stato a Roma. Ho mandato una corona di fiori a nome mio, di mio marito e di mio figlio e oggi sono andata in chiesa e col pensiero sono stata li con loro e ho detto la mia preghiera personale”.

Alena Seredova, i figli a scuola con le maglie stropicciate: «Non c’è niente di male. Stiro meno, sto più tempo con loro»

Alena Seredova e i due figli la mattina del primo giorno di scuola – ormai un mese fa. La mamma dei due ragazzi, nati dal matrimonio con Gigi Buffon, non poteva di certo immaginare che quello scatto buffo pubblicato su Instagram, in cui lei sorride ma i due ragazzi non hanno quella che si definisce una “faccia allegra”, sarebbe diventata oggetto di scandalo per una parte dei suoi follower che di quella immagine hanno notato un unico dettaglio: le magliette di David Lee, 10 anni e Louis Thomas, 12, non sono stirate alla perfezione.

4784322_1034_alena_seredova_figli_magliette_stropicciate (1)

A distanza di tempo da quella foto, in una intervista al Corriere della Sera Alena Seredova torna a quelle magliette non stirate e spiega: «Erano state stirate a fine scuola, a giugno. Infatti, si nota la piega del ferro da stiro sulla manica. Però, erano finite in una scatola per fare spazio nell’armadio ai vestiti delle vacanze e si vede che hanno patito un po’. Comunque, pure se non le avessi stirate, non ci trovo niente di male».

La Seredova è una mamma che lavora e allo stesso tempo si prende cura della famiglia e della casa. Come tantissime altre donne. E rivendica il diritto a non stirare i i vestiti dei figli, piuttosto a dedicare loro attenzione in altri modi: «Sono una mamma che lavora, ho appena lanciato una linea di profumi, ma ho scelto di dedicarmi molto ai figli e di sacrificare qualcosa per loro. Però, non si può far tutto e su qualcosa mollo. Credo che, un giorno, David Lee e Louis Thomas daranno valore a queste cose più che se li avessi fatti uscire inamidati».