Sanremo 2020, ascolti seconda serata 6 febbraio. Festival record: per Amadeus 53,3% di share

Amadeus ha messo su un Festival di Sanremo da record, e gli ascolti lo premiano: anche nella seconda serata, trasmessa su Rai1 il 5 febbraio, la canzone italiana ha fatto il botto.

La seconda serata di Sanremo 2020 è stata seguita ieri sera da una media di 9.693.000 spettatori, con il 53,3% di share. La media di share supera anche il festival del 2005 condotto da Paolo Bonolis quando la media ponderata della seconda serata fu del 52,8%.

Per trovare una media migliore di una seconda serata del festival bisogna tornare al festival del 1995 condotto da Pippo Baudo. La prima parte della seconda serata del festival, tradizionalmente considerata a rischio di ‘calo fisiologico’ dopo l’apertura, è stata seguita da 12.841.000 spettatori con il 52,5% di share, mentre la seconda parte ha totalizzato 5.451.000 spettatori con il 56,1% di share.

L’anno scorso la media della seconda serata era stata di 9.144.000 spettatori con il 47,3% di share. La prima parte della serata del mercoledì del Balgioni bis era stata vista 10.959.000 spettatori con il 46,4% di share e la seconda parte da 5.260.000 spettatori con il 52% di share.

Sanremo 2020, il figlio di Amadeus emoziona: il gesto toccante e inaspettato del bambino di 10 anni

Durante il festival di Sanremo 2020, dopo l’esibizione di Paolo Palumbo, il più giovane malato di sla d’Europa, il Teatro Ariston gli ha giustamente dedicato una standing ovation. Quello che però in molti hanno notato è che a farla partire è stato un bambino seduto in prima fila, ovvero Josè Alberto, il figlio di Amadeus. Ecco cosa è successo.

5033017_43_20200206065443

Paolo Palumbo sul palco dell’Ariston colpisce tutti
Andiamo con ordine. Nella seconda serata del Festival di Sanremo è salito sul palco dell’Ariston Paolo Palumbo, un ragazzo di 22 anni colpito dalla sla a soli 18 anni. Lui, il malato di sla più giovane d’Europa, si è esibito sulle note di “Io sto con Paolo”, una canzone estremamente toccante dedicata appunto alla sua condizione.

“La mia non è la storia di un ragazzo sfortunato, ma quella di uno che non si è mai arreso”, ha detto Paolo durante il suo momento, colpendo al cuore il pubblico. Tanto è vero che all’Ariston per lui è partita la standing ovation.

Sanremo 2020: il figlio di Amadeus fa partire la standing ovation
Quello di cui però si sono accorti in tanti è che a far partire la standing ovation della platea di Sanremo 2020 è stato il figlio di Amadeus. Proprio Josè Alberto, infatti – seduto in prima fila accanto alla mamma – si è alzato in piedi per regalare il tributo del pubblico a Paolo Palumbo, un momento veramente sentito.

“Un applauso al figlio di Amadeus che si è alzato per primo – ha scritto un internauta su Twitter – un bambino di meno di 10 anni che si alza ad applaudire per primo davanti ad una performance così toccante, rispetto a tutte le vecchie me**e che volevano stare sedute”.

Amadeus e Giovanna Civitillo si sposano in chiesa: «È il coronamento del nostro sogno d’amore»

Matrimonio in vista per Amadeus e Giovanna Civitillo. Il conduttore e l’ex ballerina, dopo 16 anni d’amore, un figlio ed un rito civile, hanno annunciato di essere pronti a dirsi di nuovo sì, questa volta con un rito religioso in chiesa.

amadeus-1

Giovanna Civitillo ha dato la bella notizia durante un’intervista al settimanale Oggi. La coppia si era conosciuta grazie a L’Eredità ed il loro amore ha superato ogni scetticismo: nel 2009 hanno avuto il figlio José Alberto, nel 2010 si sono sposati con rito civile e ora sono pronti a ripetere quella promessa anche davanti all’altare. «Questo matrimonio è il coronamento di un sogno: quando mi sono messa con Ama, sapevo che avrei dovuto rinunciare perché lui era già sposato in chiesa» – spiega Giovanna Civitillo – «Ora però lui ha ottenuto l’annullamento e possiamo finalmente consacrare il nostro amore. Siamo entrambi credenti e questo sì detto davanti a Dio per noi rappresenta la sacralità più profonda e definitiva».

Giovanna Civitillo ha anche parlato di alcuni dettagli della cerimonia, ancora in fase preliminare di organizzazione, con cui dirà di nuovo sì al suo Amadeus: «Sarà intima, celebrata in una piccola cappella di Roma perché vogliamo condividere la nostra scelta solo con le persone che ci sono più care». L’abito che Giovanna indosserà è stato disegnato dallo stilista Gai Mattiolo: «È meraviglioso, quando l’ho indossato la prima volta e mi sono vista allo specchio ero davvero emozionata. Il vestito da sposa era perfetto e in quel momento ho capito che era tutto vero: stavo per sposarmi sul serio».

Amadeus, dopo la lunga storia d’amore con Giovanna Civitillo, è quindi pronto a sposarsi anche in chiesa. Il futuro, insomma, si preannuncia ricco di emozioni e soddisfazioni, anche professionali: con tutta probabilità, a meno di clamorose sorprese, dovrebbe essere proprio il 56enne conduttore nato a Ravenna a presentare il prossimo Festival di Sanremo.

Luxuria: “Insinna, il suo sfogo? Solo la punta dell’iceberg. Ecco la verità…”

ROMA – Sul caso Insinna, sono stati tanti i vip a dire la loro. C’è chi difende l’attore romano e chi giudica il suo comportamento “grave”. Tra i volti noti a prendere posizione, arriva Vladimir Luxuria che in un’intervista a Oggi rivela: “Purtroppo quella di Flavio Insinna è la punta dell’iceberg”.

vladimir-luxuria

E continua: “Ci sono tanti finti simpatici e finte affabili che trattano malissimo truccatori, parrucchieri e sarte. Mi è capitato un attore che stimavo molto, apertamente di sinistra, che è entrato in camerino urlando e tirando il suo abito addosso alla sarta. ‘Questa porcheria la metti tu’, le ha detto. Non è raro che i ‘big’ sfoghino le loro frustrazioni professionali su autori e maestranze. Così come ci sono conduttori che ringraziano i collaboratori”.
Ed ecco i conduttori considerati “educati” da Luxuria: “Amadeus è uno che ha una parola gentile per tutti. Un’altra persona perbene è Alessia Marcuzzi: è semplice, umile e vera”. Lo riporta il sito Il Giornale.