Mamma abusa della figlia e manda video e foto porno all’amante. Il marito la scopre e la fa arrestare

4380992_0917_fffUna brutta storia di degrado, declinata ai tempi dei social. Una madre che abusa della figlia minore, che si fa ritrarre in alcuni video, che vengono poi trasmessi all’amante. Una madre che è stata arrestata, con un fermo di polizia, che questa mattina si ritrova dinanzi al gip D’Auria del Tribunale di Napoli.

Brutta storia, siamo tra San Giovanni a Teduccio e Barra, quando intervengono gli uomini del commissariato locale, accanto agli specialisti di via Medina. Finisce in carcere la donna, mentre la bambina è sotto strettissima osservazione. Storia di pedofilia, elementi raccapriccianti, che emergono grazie alla denuncia del marito della donna e padre della bambina. In sintesi, la donna sarebbe stata adescata attraverso i social, poi avrebbe incontrato anche il suo amante, che l’avrebbe indotta a trasmettere foto e video a sfondo pornografico. Fin qui, siamo in uno scenario di ordinario degrado, che neanche avrebbe richiesto l’intervento della polizia. Ma quello che viene raccontato nella denuncia ha fatto scattare immediate contromosse da parte degli inquirenti.

Violenza su minore, traffico di foto a sfondo pedopornografico, un’altra brutta storia a danno di una piccola di soli otto anni. Questa mattina l’attesa per la convalida del fermo.

“Il mio patrigno abusa di me”, 12enne suicida in diretta sul web

La trasmissione in diretta del suicidio di una ragazza 12enne ha sconvolto gli Stati Uniti d’America. L’episodio ha poi suscitato indignazione, poiché le autorità hanno dichiarato di non poter rimuovere il video da Internet. Katelyn Nicole Davis si è impiccata a Cedartown, Georgia, il 30 dicembre, in streaming. Il video dura poco più di 40 minuti e termina solo dopo la scoperta del corpo da parte dei genitori.

Katelyn-Nicole-Davismm

Si è verificato ciò che Katelyn aveva annunciato. Katelyn diceva di volersi uccidere perché abusata se. ssua. lmente da un membro della famiglia. E usava spesso il web per le sue video-confessioni: “Siamo stati contattati da un agente di polizia della California che ha visto il video la sera del suicidio”, ha detto Kenny Dodd, capo della Polizia locale. Alcuni video pubblicati nel gruppo Facebook “Giustizia per Katelyn Nicole Davis” mostrano la ragazza spiegare che il suo patrigno “ha cercato di entrare nei miei pantaloni” e che il suo padre biologico non era un “papà” per lei. Un altro video la mostra singhiozzante davanti alla telecamera, mentre dice: “Questo è ciò che accade dietro le porte chiuse.” Gli investigatori stanno lavorando per ottenere un mandato di perquisizione per esaminare il cellulare della ragazza e il suo account di Facebook.