Domenica Live, tutti contro Cecilia Rodriguez. Simona Izzo: “Esiste un’etica dell’addio”. Groppelli: “fa come la sorella”

ROMA – «Sono molto turbata da questa storia d’amore tra Cecilia e Ignazio. Turbata da come Francesco è stato lasciato». È Simona Izzo, in studio a Domenica Live, la prima a commentare la rottura della relazione tra Cecilia Rodriguez e Francesco Monte.
«Esiste un’etica nell’addio – prosegue – Non si può lasciare un uomo dicendogli ‘corri dietro ai tuoi sogni’. Francesco non ha avuto la lucidità di dire: il mio sogno sei tu. È stata una brutta frase. La verità è che è una telenovela argentina».

620full-cecilia-rodriguez

Più dura ancora Patrizia Groppelli: «Cecilia sta facendo esattamente quello che ha fatto la sorella Belen, che è diventata famosa dopo essere andata con uno, in un reality. Cecilia sta facendo lo stesso. E Francesco Monte è stato un signore perché, io al suo posto, nella casa, le avrei strappato tutti i capelli, tutte le extension».
E la “strategia” nel salotto televisivo viene ribattezzata “Copione Rodriguez”.
Barbara D’Urso, però, non vuole “bruciare” subito l’argomento che ritiene più forte dello spazio dedicato al Grande Fratello Vip e torna così sul dibattito a distanza tra Marco Predolin e Ricky Tognazzi.
«Io non parlo né di tuo marito, né di te nelle mie interviste – commenta Predolin, rivolto a Simona Izzo – un giorno me lo troverò davanti e chiariremo un par di b…. Ricky è str… Non chiedo scusa per niente».
Karina Casella accende gli animi: «Io sono piccolina rispetto a voi, lo dico per rispetto. Trovo che, a una certa età fare il Grande Fratello sia sbagliato. Uno che ha una certa professione, a un certo punto, si ritira».
«Se mi devi dire che sono anziana, non mi stai portando rispetto – replica Simona Izzo – lo scontro generazionale che c’è stato nella Casa quest’anno è stato il suo punto di forza. Quando siamo usciti noi, sono tornati solo amorazzi».

Lali, dallʼArgentina con furore: “Alla conquista dellʼItalia con il fuoco latino e Baby K”

E’ una stella delle telenovelas per adolescenti e in patria anche una popstar, al punto che l’hanno soprannominata la “J.Lo latina”. Lali sbarca in Italia con il suo ultimo album “Soy”. E a consacrare il suo arrivo nel nostro Paese c’è il duetto con Baby K nel remake del successo “Roma-Bangkok”. “Grazie ai social avevo già un bellissimo rapporto con i fan italiani – dice a Tgcom24 -. Perché noi star sudamericane piacciamo? E’ il fuoco latino!”.
Cantante, attrice e influencer argentina molto amata, Lali ha fatto breccia nel grande pubblico per le sue apparizioni nelle serie tv teen create da Cris Morena, uno dei produttori televisivi più importanti in Argentina. Il 10 settembre ha dato il via al suo tour in Sud America con 4 concerti all’Arena Teatro Ópera Allianz di Buenos Aires tutti sold out: una mega-produzione con luci, effetti speciali, ballerini sul palco.

Lali_Esposito_Ciudad_10.JPGDopodiché è volata in Italia, per un bagno di folla agli incontri con i fan. “Sono molto felice – spiega -, sta andando tutto benissimo. In particolare sono felice che questo album, che è tutto argentino, venga promosso anche in Italia. E poi c’è questo duetto con Baby K che mi emoziona molto”.

Che rapporto hai con i fan italiani?
Un rapporto incredibile che si è sviluppato anche grazie ai social. Ogni giorno ricevo un messaggio o un contatto diretto. Certo, è un rapporto virtuale ma non per questo meno vero. Però aspettavo da tempo la possibilità di incontrare dal vivo i miei fan, in modo da ringraziarli per tutto quello che fanno per diffondere la mia musica.

Sei diventata famosa come attrice ora sembri concentrata sulla carriera da cantate. E’ questo quello che vuoi per il futuro?
Non ho delle preferenze, perché entrambe le cose fanno parte di me. Nella mia carriera televisiva ho anche avuto il rapporto con la perché nelle telenovela cantavo. Ho imparato lì a cantare. Oggi sono concentrata sulla musica ma non significa che abbia abbandonato la mia carriera di attrice. Anzi, ho in cantiere dei progetti cinematografici. Da qualche tempo serie tv e popstar sudamericane fanno grande presa in Europa ma soprattutto sul pubblico italiano.

Cosa avete di speciale?
Il fuoco latino! Sarà questa energia, questa forza che trascende. La televisione argentina è una televisione di alta qualità conosciuta in tutto il mondo. Molti nostri format vengono acquistati all’estero e questo mi ha dato l’opportunità di farmi conoscere in altri Paesi. Scrivere le mie canzoni poi ha dato lo spunto in più per sviluppare un progetto che sta ancora crescendo. Questa forza di portare avanti una mia creatura, le mie canzoni, non ha pari.

Ti hanno definita la “J.Lo latina”. Cosa ne pensi? Per te lei è un modello?
Povera J.Lo!! Mi chiedo cosa ne pensi lei di un simile paragone… E’ molto strano anche se questo per me è un enorme complimento, che mi riempie di gioia. So che per arrivare a fare quello che ha fatto lei bisogna lavorare tantissimo. Io ho diversi riferimenti musicali, da Michael Jackson a Freddie Mercury sono stati i miei idoli. E poi Madonna e Beyoncé che trovo essere artiste a tutto tondo, che sanno quello che vogliono e come intrattenere il pubblico.

Hai lavorato anche come modella. Sei affascinata dal mondo della moda?
Questa parte del mio lavoro per me è un po’ un gioco. La moda e il design mi divertono molto e mi diverte occuparmene associate alle mia musica. Nei miei concerti i costumi sono una parte fondamentale, riflettono il mio stile, tenendo sempre presente che bisogna essere originali. Io sono una ragazza molto semplice, non mi interessa la moda di per sé, mi piace giocare con il look per finalità artistiche.