Silvia Toffanin, paura a Verissimo: donna sviene, interrotta la puntata

Momenti di panico nello studio di Verissimo, la trasmissione di Canale 5, durante l’intervista a Jeremias Rodriguez, appena uscito dalla casa del Grande Fratello Vip. Durante l’intervista di Silvia Toffanin, la conduttrice ha dovuto interrompere il dialogo e lanciare la pubblicità a causa di un malore da parte di una signora del pubblico.

verissimo-sviene-ko9e--656x369corriere-web-nazionale_640x360 (1)

Notando che qualcosa non andava la Toffanin ha chiesto del medico e, rendendosi conto che sarebbe andata per le lunghe, ha lanciato la pubblicità. Al rientro ha tranquillizzato tutti: «La signora ha avuto un calo di zuccheri, ma adesso è tutto sotto controllo. Sta bene», proseguendo l’intervista.

Gli imprevisti della diretta, peccato che il programma sia registrato, ed è curioso come nel montaggio non si sia scelto di eliminare questo passaggio, sicuramente poco piacevole, ma che ha certo attirato l’attenzione di molti sul programma.

Man Lo, la cinese del Grande Fratello 11 anni dopo: ecco cosa fa oggi

Man Lo Zhang è stata una dei concorrenti del Grande Fratello 6. Arrivata in italia nel 2003, ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo proprio entrando nella “casa”: era il 2006. A distanza di 11 anni ritroviamo la ragazza cinese molto cambiata rispetto a quel buffo e simpatico personaggio che avevamo conosciuto durante il reality. Man Lo non ha mai lasciato il mondo dello spettacolo, e oggi fa l’attrice ed è fidanzata con l’imprenditore e modello milanese Stefano Codegoni.

Man-Lo-Zhang-1

Abbandonata la frangetta e gli abiti stravaganti, Man Lo si mostra in versione femme fatale sul suo profilo Instagram, dove appare spesso insieme al compagno.

man-lo-grande-fratello-2005-video

La carriera di Man Lo è cominciata con la pubblicità, esattamento lo spot per “Walk tv” insieme a Claudio Amendola, poi è passata a Striscia la Notizia, dove è stata inviata al fianco di Moreno Morello.
Il debutto nel cinema risale al 2008, in “Questa notte è ancora nostra” di Paolo Genovese, mentre l’ultimo ruolo da protagonista è stato nel 2016, con “All’improvviso Komir”, di Rocco ricciardulli e presentato all’Italian Film Festival di Berlino.

Corona e la sua biografia: “Non sono libero”. E su Fb si spoglia per pubblicità…

“Tutto quello che ho fatto, l’ho fatto consapevolmente. La verità è che non mi pento di nulla”. Così parla Fabrizio Corona durante la presentazione che si è tenuta ieri a Milano del suo nuovo libro “La cattiva srada” edito da Mondadori.
“In questo mondo – afferma l’ex re dei paparazzi – sono entrato in punta di piedi poi l’ho plasmato. Ho fatto sì che i sentimenti e la morale fossero cancellati per interessi cinici. Quel mondo l’ho plasmato a mia immagine e somiglianza”.

13445756_1249189301760252_2559459021877497980_n

Il libro è un viaggio nel passato di Corona, a partire dall’infanzia. Una vita rovesciata. “Come un liceale di buona famiglia – si legge sull’account di Mondadori – diventa Corona: tatuato, processato, carcerato. La cattiva strada. C’è l’infanzia in Sicilia, il tuffo di testa nella piscina vuota, l’adolescenza a Milano, le tentazioni, la fascinazione per il mondo dello spettacolo, i soldi facili. Le donne più belle del mondo. Nina e Belén. Lele Mora. E soprattutto c’è il padre: Vittorio Corona, per Fabrizio un modello da emulare, un esempio, un giudice. Perché è proprio il padre, solo lui, che Fabrizio cerca di rendere orgoglioso, ed è solo da lui che Fabrizio si lascia giudicare”. Abbandonato il completo da intellettuale,Fabrizio Corona lascia spazio ai mille tatuaggi e ad un post che ha tanto il sapore di una pubblicità.

La modella entra in una sola gamba degli shorts curvy: ecco la risposta di una blogger

Vede su internet la pubblicità di un pubblicità  per vestiti adatti alle donne curvy ma resta indignata. Christina Ashman, una designer di Bristol, ha deciso così di rispondere a modo suo alle immagini pubblicate in rete.

1615129_modellaxxl

La pubblicità di Wish, noto sito per i capi d’abbigliamento e gli accessori di ogni tipo venduti a prezzi stracciati, ha mostrato un paio di pantaloncini per donne curvy in cui una modella entrava in una sola gamba del capo. Christina ha visto la pubblicità come offensiva per chi in quello spazio mette una sola gamba e non tutto il bacino, così ha voluto replicare. La blogger ha indossato una gonna di una taglia non sua infilandola in una sola gamba: «Ho pensato che fosse il peggior esempio di marketing che abbia mai visto. Se ci si rivolge ad un pubblico specifico, si dovrebbe mostrare anche che effetto fa il prodotto sul loro corpo», ha dichiarato a Metro. La foto è stata condivisa su Facebook con l’intento di mostrare quanto fosse ridicola l’originale. Christina ha duramente attacato il sito Wish considerando la sua pubblicità una vera e propria forma di discriminazione.

Diesel sfata il tabù: pubblicità sui siti hot più famosi. “È lì che va la gente”

«Andiamo dove va il pubblico». E se tutti vanno sui siti hard, anche Diesel ci va a pianificare la sua campagna pubblicitaria. Questa la filosofia del marchio di Renzo Rosso, il primo brand a esordire con una campagna su Pornhub e YouPorn.

primavera-estate-2011-orologi-diesel-thermal-attraction-1

Cadono i veli per la pubblicità dell’azienda di Renzo Rosso: non tanto quelli sui corpi (nelle foto solo modelli vestiti, ma fino a un certo punto), ma quelli dell’ipocrisia. «Tutti visitiamo siti come Pornhub» ha affermato l’art director Nicola Formichetti alla rivista Dazed. «E allora perché, prima di masturbarsi, non posso fermarmi per un momento e guardare un nuovo paio di scarpe?». Immagini decisamente hot soprattutto nel materiale video dove si vedono effusioni e toccamenti, baci sensuali e di sfuggita mani che spogliano: momenti sensuali anche tra persone dello stesso sesso.

Rita Ora mostra la “ricchezza” sul decollete

Cliccatissimo, ipercondiviso, apprezzato, chiacchierato o criticato, lo scatto pubblicato da Rita Ora è stato un successo. Ma il messaggio è molto più profondo dell’apparente erotismo della foto: si tratta di pubblicità.

Rita-Ora-gioielli-Jacquie-Aiche-SH-FRUIT-OF-LIFE-CHOKER-SH-DIAMOND-HALTER-BRA

Il 3 gennaio Rita Ora ha postato questa immagine che la ritrae, truccata in maniera vistosa, in reggiseno, con le mani sopra i seni, vistose unghie nere e collanine varie che adornano il décolleté.

Rita-Ora-gioielli-Jacquie-Aiche-borsa-Stella-McCartney-2

Lo scatto sembra fatto a tradimento, magari da un amico birichino armato di cellulare, in un momento privato. Condiviso però sul suo profilo pubblico che vanta milioni di follower. L’ennesima trovata provocatoria? Non solo.
La cantante nella didascalia dello scatto ringrazia le ragazze di Samahaya (Simi & Haze) scrivendo che le ama: sono loro che le hanno regalato la lussuosa gioielleria Jacquie Aiche che si porta addosso. Non solo il girocollo Fruit Of Life con inserti in oro, del valore di 4500 dollari, ma anche e soprattutto il particolare reggiseno fatto di catenine e diamanti: un triangolo ardito che valorizza (in tutti i sensi) la scollatura, al costo di 4690 dollari.
Realizzati a mano negli USA, questi pezzi sono acquistabili on line e disponibili in oro rosa, giallo o bianco, e sarebbero un perfetto dono di Natale per qualunque donna amante dei gioielli. Non è un caso che il sottile suggerimento di Rita Ora avvenga nel periodo in cui tutti sono presi dalla corsa ai regali.

Belen, rimosso il cartellone in intimo supersexy. I vigili: “Distraeva gli automobilisti”

Sarà stato per le maxi dimensioni del cartellone pubblicitario o per le forme hot di Belen riprese in tutto il loro splendore.

20141213_85964_1

Fatto sta che la pubblicità di una casa di intimo con protagonista la showgirl argentina ha mandato in tilt il traffico milanese ed è stata tolta.   La maxi affissione posta su Corso Buenos Aires all’altezza con via dei Palazzi è stata rimossa dalla polizia locale: “Il cartellone è pericoloso – spiegano – perché distrae gli automobilisti”.In effetti negli scatti pubblicitari Belen non lascia spazio all’immaginazione, con il suo lato B esplosivo e il décolleté super hot.  Il sexy spot potrebbe essere sostituito da una più innocua pubblicità di un profumo.