Stefano Bettarini: “Insieme a Simona come una volta per nostro figlio”

Dopo anni di silenzi e attacchi social, anni difficili in cui Simona Ventura e Stefano Bettarini non si sono risparmiati niente, per gli ex coniugi torna il sereno. Come confessa l’ex calciatore al settimanale “Chi” che testimonia il loro incontro con delle foto che Tgcom24 pubblica in esclusiva. “E’ una donna intelligente, nonché una gran madre”, spiega.

C_2_articolo_3099905_upiImagepp

“Ci siamo rivisti a Milano per il compleanno di Niccolò – prosegue – che sta recuperando da un intervento per la rottura dei legamenti. Nostro figlio ha compiuto diciannove anni, è in una fase delicata della vita in cui bisogna saper correre verso il futuro con le idee chiare. Simona e io siamo in primis due genitori che amano alla follia i propri figli”.
E oggi che Nick deve prendere la sua strada, i genitori si sono seduti allo stesso tavolo per parlare come una famiglia del suo futuro: “Simona ha ragione quando dice: ‘Bisogna sempre parlare’. Parlare è stato importante per noi. Siamo due genitori responsabili. I nostri dissidi non mineranno mai l’amore e il bene costruttivo che abbiamo per Niccolò e Giacomo”.

Il dramma di Mara Venier: “Cancro? Ho avuto paura…”

ROMA – Mara Venier lancia un appello per la prevenzione del cancro al seno e lo fa raccontando di una grande paura che ha vissuto qualche anno fa. Come riporta il sito Il Giornale, nel corso di un intervento alla Leo – l’Istituto europeo di oncologia – la conduttrice ha svelato di aver temuto per la sua vita.

260e9e05fe

“Ho conosciuto Umberto Veronesi quando lavoravo a Domenica In e capitava che ci occupassimo dei progetti dell’Airc. Una volta, prima della trasmissione in camerino, stavamo preparando velocemente l’intervista e io lo guardo, alzo la maglietta e gli dico: Professore, me la fa una visita? Mi ha scambiato per una matta, ma ricordo che ogni volta mi raccomandava di fare la mammografia. Ed è così che il medico che mi seguiva un giorno mi ha detto che dovevo farmi operare. Una situazione sospetta che andava chiarita. In lacrime chiamo Veronesi, mi vede anche il figlio Paolo e si decide di non operare, ma di fare un approfondimento dal quale è emerso che l’intervento non era necessario. E’ andato tutto bene, ma ho passato brutti momenti”.
Insomma, quella di Mara è una storia a lieto fine, grazie anche alla prevenzione.

Gemma, 34 anni, aggredita e sfregiata in volto da una sconosciuta: “Ora i miei tre figli hanno paura del mio aspetto”

Aggredita fuori da un pub viene sfigurata, ora la vita di Gemma Hilton, mamma single 34enne di Liverpool, è completamente cambiata. La donna stava aspettando un suo amico fuori dal locale quando improvvisamente è stata attaccata da una sconosciuta con un bicchiere di vetro rotto.

1617850_sfigurata_figli

Secondo quanto riporta Metro, Gemma è stata immediatamente portata in ospedale dove è stata sottoposta a un intervento di urgenza per cercare di rimediare il più possibile ai segni dell’aggressione sul suo viso. Oltre 50 punti di sutura sono stati necessari per cucire le profonde ferite sulle guance, tre giorni in ospedale, ma i segni non sono scomparsi e ora i suoi 3 figli hanno paura di lei e del suo aspetto. La donna ha raccontato che i suoi bambini evitano di guardarla in faccia, fingono di guardare altrove e cambiano strada quando la incontrano per casa. Questa aggressione ha portato i suoi figli ad vere paura di lei e Gemma ha paura, a sua volta, di uscire sola e che quanto accaduto possa succedere di nuovo. Tra 18 mesi dovrà sottoporsi a un secondo intervento che migliorerà notevolmente la sua condizione attuale, ma i medici non hanno comunque escluso che potranno restarle alcune cicatrici.

Fa un ritocchino alle labbra per sentirsi più bella: ecco cosa succede dopo 15 anni

Si fa aumentare il volume delle labbra per sentirsi più sicura del suo apetto, ma dopo 15 anni succede qualcosa di imprevedibile. Jillian Paris, ha 47 anni, e quando ne aveva 30 è riuscita a sconfiggere un cancro alla pelle e ha deciso di farsi un ritocchino per avere maggiore sicurezza in se stessa.

1615151_protesi-labbra

Dopo una serie di punture di collagene Jillian aveva, come riporta il Daily Mail, l’aspetto tanto desiderato, ma dopo 15 anni le sue labbra hanno iniziato a gonfiarsi, ad arrossarsi: «Il mio sistema immunitario stava letteralmente spingendo il prodotto fuori dalla mia bocca. Ero terrorizzata. I medici mi avevano detto che forse mi sarebbero state rimosse le labbra». La donna inglese è stata costretta a sottoporsi a un costoso intervento per rimuovere le protesi. Purtroppo però la situazione non è migliorata: Jillian ha la bocca piena di cicatrici e dolorante, non riesce a sorridere e per la vergogna nemmeno ad uscire di casa. Oggi la 47enne vuole lanciare un messaggio a tutte le donne che vogliono sottoporsi a interventi estetici invitandole a riflettere molto attentamente sulle loro scelte.