Lo strazio dell’ultima chiamata: «Sto per andare in cielo, vi aiuterò da lì»

CAMPOSAMPIERO (PADOVA) «Miracolo al ventesimo piano», titola The Sun pubblicando le foto sorridenti di Tazmin e Malek Belkadi, sorelline di 6 e 10 anni trovate incredibilmente vive all’ospedale.

2503925_19030588_10213851219342517_803281354093786894_n

Ma la speranza non è riuscita a salire tre rampe di scale più su: mentre la tragica conta delle vittime è arrivata a 17, con il timore che alla fine possa superare perfino quota cento, rimangono nella lista dei dispersi Gloria Trevisan e Marco Gottardi, i giovani fidanzati e architetti veneti che abitavano al ventitreesimo della Grenfell Tower. «Purtroppo non ci sono motivi per sperare che siano ancora vivi», fanno sapere Manuela e Loris, la madre e il padre della 26enne di Camposampiero, straziati dall’ascolto delle cinque drammatiche telefonate ricevute dalla ragazza la notte dell’incendio, con le sue ultime e atroci parole: «Mamma, papà, mi sono resa conto che sto morendo…».
È la lacerante consapevolezza di Gloria, quella che esce dalla memoria del cellulare di Loris Trevisan. Del resto che stesse per morire gliel’ha detto proprio lei, la 26enne che tre mesi fa aveva lasciato il Veneto con i suoi lavoretti precari da 300 euro, per trasferirsi a Londra a vedere riconosciuto il proprio talento con uno stipendio mensile di 1.800 sterline («Ma io dico: come è possibile che in Italia un giovane per lavorare deve andare all’estero?», si indigna il genitore, prendendosela con «lo Stato»).
Soldi con cui sostenere la famiglia, una preoccupazione che ha accompagnato Gloria fino alla fine: «Sto per andare in cielo e da lassù vi aiuterò…».
Mamma e papà con gli occhi guardano sgomenti le immagini del grattacielo inghiottito dal fuoco, mentre con le orecchie ascoltano impotenti l’addio alla vita della loro figlia: «Grazie per quello che avete fatto per me…».
C’è solo amore, negli ultimi pensieri di Gloria.

Selena Gomez: “Depressa, ansiosa, attacchi di panico. Mi ha salvato la rehab”

“La mia autostima era sotto i tacchi. Ero depressa, ansiosa. Ho cominciato ad avere attacchi di panico prima di salire sul palco o subito dopo il concerto. Praticamente mi sembrava di non essere abbastanza brava”.

selena-gomez-8

Selena Gomez racconta un grande momento di crisi che è riuscita a superare: “Pensavo di non poter dare più nulla ai miei fan, e loro se ne sarebbero accorti, cosa che, ora lo capisco, era tutta nella mia testa – ha fatto sapere a “Vanity Fair” – Ero così abituata a cantare per i ragazzini. Ai concerti riuscivo a far alzare a tutti il mignolo e promettere che non avrebbero permesso mai a nessuno di farli sentire inferiori. Ma all’improvviso li vedevo fumare e bere, ragazzi di venti, trent’anni, e li guardavo negli occhi e non sapevo più cosa fare. Non potevo dire: “Alzate il mignolo e giurate a voi stessi che siete belli!”.
Non funziona così e lo so perché devo affrontare la stessa merda che affrontano loro. Quello che avrei voluto dire veramente è che la vita è così difficile e che a volte si vuole soltanto scappare. Ma non riuscivo a capire me stessa, quindi avevo la sensazione di non avere nessun consiglio da dare. E così forse credevo che tutti là davanti a me stessero pensando: questa è soltanto una perdita di tempo”.
Nel 2016 poi la rehab, con un volo per il Tennessee, senza cellulare e insieme a un gruppetto di altre giovani donne per iniziare un programma che includeva terapia individuale e di gruppo, oltre all’ippoterapia. «Non ha idea di come sia stato bello stare con sei ragazze, persone reali che se ne fregavano di chi fossi, gente che lottava per la propria vita. È stata una delle cose migliori che abbia mai fatto”.
Infine la liberazione: “Tutti volevano disperatamente che fossi autentica, e quando finalmente è successo è stata una liberazione. Non sono diversa da come mi mostro là fuori. Sono stata molto vulnerabile con i miei fan e a volte dico cose di cui mi pento. Ma devo essere sincera con loro. Sento che è una parte fondamentale di quello che sono adesso”.

Melissa Satta in bikini alle Canarie: scopri lʼintruso

E’ sempre estate per Melissa Satta da quando il marito gioca nel Las Palmas sull’isola di Gran Canaria. In due pezzi la showgirl lascia baciare dal sole quelle curve super hot che tanto piacciono ai follower. E quando in uno scatto di coppia Meli cinguetta: “Trova l’intruso del mio selfie. @prince09_”, più di un fan si focalizza sul “pancino sospetto”. Cicogna in arrivo per l’ex velina?

C_2_fotogallery_3009153_1_image

Trascorre la sua vita tra Milano, dove lavora, e Gran Canaria dove gioca il marito con cui ha appena festeggiato il primo San Valentino da sposata. Melissa Satta, sempre bellissima si gode un caldo sole con un costume colorato. Seduta vicino al marito, impegnato con il cellulare, scatta una foto di coppia mettendo a nudo la sua silhouette. Il seno esplosivo in primo piano e una pancia leggermente più accentuata hanno fatto scatenare alcune follower secondo le quali l’ex velina sarebbe in dolce attesa. Una scrive “@melissasatta sei in dolce attesa!!!!!!!!!?????”, un’altra aggiunge: “O sei incinta o hai dato a tuo marito dell’intruso ahha”. E ancora: “Sei incinta si vede dalla pancia… Svegliaaaa”…

Cecilia Rodriguez: “Vita sentimentale disastrosa tra amanti e traditori seriali. Poi…”

“La mia vita sentimentale è stata disastrosa”. Cecilia Rodriguez si racconta in un’intervista a “Vanity Fair” – A 15 anni mi sono innamorata di Carlos, un ventenne bellissimo, simpatico, intelligente.

Cecilia-Rodriguez-1-kAxD--687x458@Gazzetta-Web_mediagallery-page

Peccato che nei tre anni insieme abbia sempre avuto un’altra relazione parallela alla nostra. (…) Le voci giravano da un po’. Solo che io ero ingenua e innamorata e visto che lo frequentavo tutti i giorni non potevo credere che conducesse una doppia vita. Mi sbagliavo, invece. Quando finalmente ho aperto gli occhi, ho troncato il rapporto”.
L’incontro con l’amante non è stato dei migliori (“Sì, ci siamo prese a botte. È successo qualche mese dopo che io e lui c’eravamo lasciati.) e anche la relazione seguente non ha avuto buon fine: “Mi sono messa insieme a un traditore seriale. Che ingenua. Mi faceva caricare il suo cellulare che conteneva evidenti tracce della sua doppia vita. Ho tollerato la situazione finché i messaggi non sono diventati davvero inequivocabili. Allora, nonostante lui non abbia mai confermato, gli ho detto addio”

“Il mio patrigno abusa di me”, 12enne suicida in diretta sul web

La trasmissione in diretta del suicidio di una ragazza 12enne ha sconvolto gli Stati Uniti d’America. L’episodio ha poi suscitato indignazione, poiché le autorità hanno dichiarato di non poter rimuovere il video da Internet. Katelyn Nicole Davis si è impiccata a Cedartown, Georgia, il 30 dicembre, in streaming. Il video dura poco più di 40 minuti e termina solo dopo la scoperta del corpo da parte dei genitori.

Katelyn-Nicole-Davismm

Si è verificato ciò che Katelyn aveva annunciato. Katelyn diceva di volersi uccidere perché abusata se. ssua. lmente da un membro della famiglia. E usava spesso il web per le sue video-confessioni: “Siamo stati contattati da un agente di polizia della California che ha visto il video la sera del suicidio”, ha detto Kenny Dodd, capo della Polizia locale. Alcuni video pubblicati nel gruppo Facebook “Giustizia per Katelyn Nicole Davis” mostrano la ragazza spiegare che il suo patrigno “ha cercato di entrare nei miei pantaloni” e che il suo padre biologico non era un “papà” per lei. Un altro video la mostra singhiozzante davanti alla telecamera, mentre dice: “Questo è ciò che accade dietro le porte chiuse.” Gli investigatori stanno lavorando per ottenere un mandato di perquisizione per esaminare il cellulare della ragazza e il suo account di Facebook.

Paura per Carla Bruni, aggredito a Parigi il figlio 15enne

Paura per per Carla Bruni-Sarkozy. Domenica la pesante sconfitta di suo marito Nicolas nelle primarie della destra, ora l’aggressione al figlio Aurélien, 15 anni, nato dalla sua relazione con il filosofo Raphael Enthoven.  Lo rivela il settimanale Closer.

Carla_Bruni_4

Aurélien stava andando a scuola, un liceo parigino, con due compagni quando è stato fermato da due sconosciuti che gli hanno intimato di consegnare il suo cellulare. Il giovane si è rifiutato ed è stato allora preso a schiaffi dai tre che hanno fatto la stessa cosa con i compagni di Aurélien, portandosi poi via il telefono. Carla Bruni ha presentato denuncia alla polizia.

Mario Balotelli, shopping con Enoch a Milano. Ma occhi solo per il cellulare

In attesa di conoscere il proprio futuro che mai come quest’anno appare nebuloso, Mario Balotelli si gode una Milano pre-estiva.

1784085_99-888116-000004

L’attaccante è stato sorpreso in centro durante una giornata dedicata allo shopping insieme al fratello Enoch. A interessarlo, però, soprattutto il cellulare dal quale ha alzato poche volte gli occhi.