Diana Del Bufalo, autoerotismo su Instagram: ecco la foto che fa impazzire i social

“Questa foto l’ho voluta chiamare autoerotismo”, così presenta la sua foto bollente Diana Del Bufalo ai seguaci su Instagram. L’ex allieva di Amici e fidanzata con Paolo Ruffini lancia un messaggio sull’autoerotismo delle donne. Lo scatto controverso ha fatto incetta di like e ricevuto commenti entusiasti da donne e uomini che la trovano non soltanto simpaticissima e molto bella, ma ne apprezzano la completa sincerità e l’apertura mentale con cui si interfaccia sui social.

41584728

Sua, se ben ricordate, era la canzone ‘La foresta’, dove la protagonista di Che Dio ci aiuti 4 nei panni di Monica faceva sapere ai fan di avercela pelosa – citiamo testualmente – e ancora sue sono le foto in cui si mostra sexy ma poi lancia hashtag come #holacellulitemacèilfiltroenonsivede. Insomma, Diana Del Bufalo con la foto bollente – che poi in realtà è castissima nella posa e nell’inquadratura – ha lanciato un messaggio forte e chiaro e chissà se da ora in poi l’argomento non sarà più ritenuto così.

Ilary Blasi, la Iena vestita da piccione

Ritorno col botto per le Iene. Alla conduzione, ancora una volta, il divertentissimo duo Ilary Blasi-Teo Mammucari. Ed è stata proprio sopra le righe la prima puntata, con una Ilary che si è presentata vestita da piccione.

C_2_box_24965_upiFoto1F

La Blasi chiude così, una volta per tutte, la polemica scatenata a Sanremo dal marito Francesco Totti che, dopo aver dichiarato che sua canzone preferita del festival è “Il piccione” di Povia, era stato travolto dagli insulti dei laziali e accusato di riferirsi in realtà all’aquila biancoceleste. Totti ha semplicemente scelto quella canzone perché quell’anno, il 2006, Ilary era valletta alla kermesse.
Finita la controversia, Ilary Blasi si spoglia e svela l’outfit della serata, un total look Elisabetta Franchi. Il cropped top nero enfatizza il seno prosperoso mentre gli esagerati pantaloni a righe a zampa sottolineano un lato B tondo e tornito. Un modello difficilissimo da portare ma Ilary, con la sua ironia, se la cava con ogni look.

Sanremo, Robbie Williams bacia Maria De Filippi dopo l’esibizione

Siparietto imprevisto a Sanremo: Robbie Williams dopo l’esibizione bacia sulle labbra una sorpresissima Maria De Filippi mandando l’Ariston in delirio.

robbie-williams-bacia-maria-de-filippi-a-sanremo-2017-

Il super ospite britannico si è esibito al Festival della canzone italiana con “I love my life” e al termine si è lasciato intervistare dai due conduttori, concludendo l’intervista con un sonoro bacio alla De Filippi con tanto di casquet. Un po’ di imbarazzo da parte di Maria ma anche molte risate.
Dopo la pubblicità Carlo Conti ironizza con una (finta) telefonata al marito della bionda conduttrice, Maurizio Costanzo. «E’ stato un bacio a stampo – scherza lei – anche perchè se fosse stato altrimenti avrebbe trovato la caramella che ho in bocca».

Diamanda canta #myciclo: la canzone parodia diventa virale. Ma qualcuno le augura la morte

Le sono bastati quattro giorni per diventare un fenomeno di Facebook. “Diamanda”, nome d’arte di Valentina Diamante, è l’interprete di #MyCiclo, una canzone-parodia in cui l’ironica interprete invoca l’arrivo delle mestruazioni per scongiurare una gravidanza indesiderata. Descrivere il tormentone è inutile, vi consigliamo di ascoltarlo.

438_il-nuovo-tormentone-di-facebook-diamanda-canta-myciclo-e-diventa-viraleDiamanda è sicuramente riuscita nell’intento di ottenere una grossa visibilità su Facebook, tanto che il video ha raggiunto un notevole numero di visualizzazioni, commenti e condivisioni. Volteggiando in un abito dorato per niente sobrio, l’artista ha conquistato le simpatie di uomini e donne, ma anche le critiche di quanti non hanno capito l’intenzione ironica, tanto da costringere Diamanda a rispondere a quelle più pesanti: qualcuno le ha persino augurato la morte.

Eurovision, vince l’Ucraina con “1944” cantata da Jamala, Italia 16a con Francesca Michielin

L’Ucraina ha vinto la 61.a edizione dell’Eurovision song contest con “1944” dedicata alla deportazione dei tartari di Crimea sotto Stalin e interpretata da Jamala.

jamala526

Una canzone divenuta, grazie anche all’impegno della cantante in difesa dei diritti del proprio popolo, oggetto di forti polemiche. Al secondo posto si è classificata l’Australia seguita dalla Russia che era una delle favorite della vigilia. Alla Globe Arena di Stoccolma è andato in scena un vero e proprio duello all’ultimo voto tra i rappresentati di Ucraina e Russia. L’Italia con Francesca Michielin si è dovuta accontentare del 16° posto.

Il post commovente di Baglioni su Facebook per la madre morta

«Siamo stati vicini per 62 anni. A dire il vero anche un poco di più. E in quei nove mesi fummo noi due da soli. Gli altri poterono giusto farsi un’idea». Claudio Baglioni ha postato una breve dedica su Facbook per ricordare la madre scomparsa tre anni fa.

Musica: Baglioni, arriva il nuovo singolo In un'altra vita

Un amore che nemmeno una canzone, come le sue, può raccontare. «Per un essere umano – scrive Baglioni – ci sono due date nel manifesto teatrale dell’esistenza che hanno un segno diverso e particolare. Il giorno nel quale si viene qui al mondo attraverso il dolore e la beatitudine di una donna che si fa madre per te e quello in cui lei se ne va. Il primo giorno di vita di te che ti stacchi da lei per viver la tua. L’ultimo giorno di vita di lei che si stacca da te per viverne un’altra. In mezzo una storia indimenticabile». La madre Silvia – morta il 15 febbraio 2013 – andava ai suoi concerti, e ha persino confezionato (era una sarta) quel completo camicia rosa e pantaloni celesti per il suo primo concorso canoro. Erano gli anni Sessanta. Poi una carriera stravolgente, il padre carabiniere che cominciò a fargli da manager. «Una storia indimenticabile».

Nina Zilli e la love story con Neffa: “Iniziata come una favola, trasformata in un calesse”

“È iniziata come una favola ma si è trasformata presto in un calesse. Un’amica mi disse all’epoca: “Hai scelto lui perché ti volevi punire”. La verità è che seguo il mio istinto”.
Nina Zilli si confida sulla dine della sua relazione con Neffa: “Ero arrivata a un punto in cui stavo più male che bene – ha fatto sapere a “Vanity Fair” – La nostra era una storia di incompatibilità: io avevo chiaro in testa che cosa provavo, lui no. E quando si arrivava alla domanda chiave – sei innamorato? – lui non sapeva rispondere.

neffa-e-nina-zilli-paparazzati

Ha 47 anni. Piuttosto non si fida delle persone. Capisco che se la vita ti scotta è difficile tornare ad aprirsi, ma io ci ho provato in tutti i modi e alla fine ho realizzato che era una battaglia contro i mulini a vento. Quando è finita, almeno con la coscienza ero a posto. Chi non soffre quando finisce un amore? La cosa buffa è che io e Giovanni abbiamo scritto insieme una canzone, Schema libero, in cui immaginavamo il giorno in cui ci saremmo lasciati e dicevamo: “Sono a terra ma non c’è pericolo. Faccio cruciverba a schema libero”. Il senso era: anche se finirà saremo bravi, non faremo tragedie. Siamo stati profetici, ma forse un po’ troppo ottimisti”.