L’uomo di 34 anni che ha partorito suo figlio Leo. “Il momento più felice della vita”

Un uomo transgender di 34 anni ha partorito un bambino sanissimo dopo aver ormai quasi perso le speranze di poter avere un figlio biologico.
Trystan Reese, di Portland, in Oregon, è nato femmina ma ha iniziato a prendere ormoni quasi 10 anni fa.

Trystan-Reese-580x360

Ha smesso di prendere ormoni quando è rimasto incinta e ora ha dato alla luce il bambino, Leo. L’ultima volta che è rimasto incinta, Trystan ha subito un aborto spontaneo e ha creduto di aver perso la possibilità di avere un figlio biologico, scrive l’Independent.
Leo è il primo figlio biologico di Trystan e di suo marito, Biff Chaplow, che già hanno già adottato due bambini. Trystan ha detto a Fox News: “Direi che è cosa unica. Capisco che le persone non sono abituate a due uomini che hanno un figlio biologico”.
Biff ha aggiunto: “Il momento in cui è nato è stato un attimo di felicità pura, il momento più felice della mia vita. Vedere l’inizio di Leo, della sua vita, è stato sorprendente”.
Trystan e Biff hanno documentato il loro percorso sulla loro pagina Facebook e hanno ricevuto il supporto di amici e famiglia, anche se non sono mancate le critiche, soprattutto online.

Prince, spunta il figlio biologico: “Fatemi il test del DNA”

Dopo la morte di Prince moltissimi si sono fatti avanti, dichiarando di essere imparentati con la star. Tra questi anche Carlin Q. Williams, detenuto 39enne del Missouri, che ha richiesto il test del DNA per provare il suo legame di sangue. A quanto riporta Tmz il presunto figlio sarebbe stato concepito nel 1976, in un hotel di Kansas City.

C_2_articolo_3007852_upiImagepp

Intanto il dottore che aveva in cura Prince ha lasciato il centro medico in cui lavorava. Williams nella sua deposizione ha dichiarato che la madre Marsha Henson incontrò Prince al Crown Center Hotel di Kansas City, nel luglio del 1976. Dopo aver bevuto del vino insieme avrebbero consumato un rapporto non protetto in una delle stanze. La diretta interessata ha affermato di non aver fatto sesso nelle sei settimane precedenti all’incontro con la star e nemmeno durante la gravidanza.
Sempre secondo Tmz, inoltre, il medico che aveva in cura la popstar ha misteriosamente lasciato il centro in cui lavorava. Il Dr. Michael Todd Schulenberg, interrogato dalla polizia, aveva ammesso di aver visitato Prince il giorno prima della morte. In quell’occasione lo aveva sottoposto ad alcuni test e si era recato da lui il giorno successivo per portare i risultati. Il centro medico è stato intanto perquisito e sono stati prelevati documenti, cartelle cliniche, foto e appunti medici riguardanti Prince.