Priscilla Presley, ma cosa è successo alla sua faccia? Sui social critiche e commenti

Ha 72 anni Priscilla Presley, ex moglie di Elivis Presley, ma nello studio di Lorraine Kelly, ospite dello show televisivo britannico “Good Morning with Lorraine”, l’altra sera, ne dimostrava almeno 20 di meno. E su Twitter si è scatenata una accesa discussione. “Sei irriconoscibile”, hanno commentato in molti: “Ma cosa è successo al tuo volto?
In tv per promuovere il nuovo album e il tour Christmas with Elvis e The Royal Philharmonic Orchestra, Priscilla, che è stata sposata con Elvis Presley dal 1967 al 1972, è apparsa davvero molto giovanile, ma in molti non hanno apprezzato, definendola persino “una maschera di plastica”.

C_2_articolo_3107727_upiImagepp

“Elvis era l’amore della mia vita”, ha detto la donna, “eravamo molto, molto vicini, lo amavo con tutto il cuore. E’ stato il padre di mia figlia (Lisa Marie) e ho imparato tanto da quell’uomo, non sto dicendo che tutto fosse meraviglioso, i matrimoni hanno problemi, e specialmente in quell’ambiente del rock’n’roll … ma avevamo un fantastico legame”
All’inizio dell’anno, Priscilla è stata più volte immortalata insieme alla leggenda della musica Tom Jones, alimentando i gossip su una loro possibile relazione, smentita da lei stessa che a “Good Morning Britain” ha dichiarato: “Tom e io siamo amici dal ’68. Solo questo”.

Rihanna senza reggiseno si scatena con DJ Khaled

C_2_fotogallery_3012613_4_imageRihanna gira un video musicale con DJ Khaled, che l’ha voluta tra i featuring del suo nuovo album in uscita “Grateful, a cui partecipano, tra gli altri big, anche Drake e Nicki Minaj. Sotto la camicetta trasparente e fiorata la popstar delle Barbados non ha nulla, solo seno e capezzolo in bella vista…

Sorelle Buccino, l’album hot delle vacanze: décolleté esplosivi e il costume birichino…

Cristina Buccino, l’ex naufraga dell’Isola dei Famosi, è tornata sul “luogo del delitto” e si è concessa una vacanza rilassante con le sorelle ai Caraibi.

16427411_788258701322091_7674689944483723708_n

La showgirl ha condiviso con i fan gli scatti del soggiorno tropicale e alcune curve non sono passate inosservate…
Nell’ultima foto postata su Instagram Cristina è in mezzo alle due sorelle, Donatella e Maria Teresa e tutte e tre le sexy sirenette sono strizzate in mini bikini. I décolleté sono esplosivi e i fan ringraziano con una pioggia di like. Oltre 85mila.
Nel secondo scatto, Cristina è sola e il costume birichino lascia intravedere il seno mozzafiato. Neanche a dirlo, l’album delle vacanze hot è diventato virale.

Ornella Muti, sfogliando l’album dei ricordi negli scatti di Bruno Oliviero

Il suo esordio nel cinema è avvenuto quando aveva 14 anni. Nel 1969 Damiano Damiani la scelse come protagonista del suo film “La moglie più bella”, storia (vera) di una ragazza che si ribella agli antichi costumi siciliani. Da allora la sua carriera è stata quella di una star. Attrice dal fascino catalizzante e dall’indiscutibile talento, Ornella Muti resta una delle icone del cinema italiano.

f01a8c71887fcf649cfe278dc0ff3a28

E come molte icone dello spettacolo, della tv e del cinema anche la sua strada ha incrociato quella del grande fotografo delle star: Bruno Oliviero. Dietro al suo talentuoso obiettivo Ornella ha posato ancora ragazzina. Bella, affascinante e con una carriera strepitosa davanti a sé. Eccola in un album dei ricordi d’autore che Oliviero ha regalato a Tgcom24.

Lali, dallʼArgentina con furore: “Alla conquista dellʼItalia con il fuoco latino e Baby K”

E’ una stella delle telenovelas per adolescenti e in patria anche una popstar, al punto che l’hanno soprannominata la “J.Lo latina”. Lali sbarca in Italia con il suo ultimo album “Soy”. E a consacrare il suo arrivo nel nostro Paese c’è il duetto con Baby K nel remake del successo “Roma-Bangkok”. “Grazie ai social avevo già un bellissimo rapporto con i fan italiani – dice a Tgcom24 -. Perché noi star sudamericane piacciamo? E’ il fuoco latino!”.
Cantante, attrice e influencer argentina molto amata, Lali ha fatto breccia nel grande pubblico per le sue apparizioni nelle serie tv teen create da Cris Morena, uno dei produttori televisivi più importanti in Argentina. Il 10 settembre ha dato il via al suo tour in Sud America con 4 concerti all’Arena Teatro Ópera Allianz di Buenos Aires tutti sold out: una mega-produzione con luci, effetti speciali, ballerini sul palco.

Lali_Esposito_Ciudad_10.JPGDopodiché è volata in Italia, per un bagno di folla agli incontri con i fan. “Sono molto felice – spiega -, sta andando tutto benissimo. In particolare sono felice che questo album, che è tutto argentino, venga promosso anche in Italia. E poi c’è questo duetto con Baby K che mi emoziona molto”.

Che rapporto hai con i fan italiani?
Un rapporto incredibile che si è sviluppato anche grazie ai social. Ogni giorno ricevo un messaggio o un contatto diretto. Certo, è un rapporto virtuale ma non per questo meno vero. Però aspettavo da tempo la possibilità di incontrare dal vivo i miei fan, in modo da ringraziarli per tutto quello che fanno per diffondere la mia musica.

Sei diventata famosa come attrice ora sembri concentrata sulla carriera da cantate. E’ questo quello che vuoi per il futuro?
Non ho delle preferenze, perché entrambe le cose fanno parte di me. Nella mia carriera televisiva ho anche avuto il rapporto con la perché nelle telenovela cantavo. Ho imparato lì a cantare. Oggi sono concentrata sulla musica ma non significa che abbia abbandonato la mia carriera di attrice. Anzi, ho in cantiere dei progetti cinematografici. Da qualche tempo serie tv e popstar sudamericane fanno grande presa in Europa ma soprattutto sul pubblico italiano.

Cosa avete di speciale?
Il fuoco latino! Sarà questa energia, questa forza che trascende. La televisione argentina è una televisione di alta qualità conosciuta in tutto il mondo. Molti nostri format vengono acquistati all’estero e questo mi ha dato l’opportunità di farmi conoscere in altri Paesi. Scrivere le mie canzoni poi ha dato lo spunto in più per sviluppare un progetto che sta ancora crescendo. Questa forza di portare avanti una mia creatura, le mie canzoni, non ha pari.

Ti hanno definita la “J.Lo latina”. Cosa ne pensi? Per te lei è un modello?
Povera J.Lo!! Mi chiedo cosa ne pensi lei di un simile paragone… E’ molto strano anche se questo per me è un enorme complimento, che mi riempie di gioia. So che per arrivare a fare quello che ha fatto lei bisogna lavorare tantissimo. Io ho diversi riferimenti musicali, da Michael Jackson a Freddie Mercury sono stati i miei idoli. E poi Madonna e Beyoncé che trovo essere artiste a tutto tondo, che sanno quello che vogliono e come intrattenere il pubblico.

Hai lavorato anche come modella. Sei affascinata dal mondo della moda?
Questa parte del mio lavoro per me è un po’ un gioco. La moda e il design mi divertono molto e mi diverte occuparmene associate alle mia musica. Nei miei concerti i costumi sono una parte fondamentale, riflettono il mio stile, tenendo sempre presente che bisogna essere originali. Io sono una ragazza molto semplice, non mi interessa la moda di per sé, mi piace giocare con il look per finalità artistiche.

Mtv Video Music Awards, Beyoncé trionfa con otto statuette

Otto statuette, tra cui quella più ambita per il Video dell’anno con “Formation” e il miglior video femminile con “Hold Up”. Beyoncé sbaraglia tutti e trionfa agli Mtv Video Music Awards che si sono tenuti nella notte del 28 agosto. La pop star si è esibita in un medley di 15 minuti con i brani tratti dall’album “Lemonade” in una edizione dominata dalla presenza femminile sul palco. Con Rihanna e Britney Spears che hanno regalato performance da urlo.Queen Bey incanta il pubblico.

C_2_fotogallery_3004535_2_image

La sua perfomance si chiude con una coreografia con la quale le ballerine formano un simbolo sul palco. E sui social media si scatena la corsa a individuarne il significato, con alcuni che definiscono il simbolo un tributo a Prince e altri che lo leggono come un riferimento alle donne. Beyoncé viene premiata da Simone Biles e dalle campionesse olimpiche della ginnastica americana. A Rihanna va il “Michael Jackson Vanguard Award”, la più alta onorificenza dei Video Music Awards, che la proietta nell’olimpo dei grandi insieme a Michael Jackson e Madonna. La star delle Barbados apre lo show e si esibisce con i suoi brani più famosi.L’altra donna protagonista è Britney Spears, sul palco per la prima volta in dieci anni. La sua performance divide i fan: il suo ritorno è accolto fra gli applausi, ma il cantare in playback con i movimenti della labbra non sincronizzati con la musica viene criticato.
Lo sport gioca una componente centrale nello show. Oltre a Williams e Biles, sul palco sale anche Michael Phelps e il comico Jimmy Fallon si presenta sul palco imitando Ryan Lotche, salito alle cronache per l’incidente in Brasile quando ha raccontato di essere stato vittima insieme ai compagni di una rapina per nascondere uno scontro acceso con una guardia di sicurezza. Fra il pubblico degli MTV Video Music Awards molte le star, incluse Naomi Campbell e Kim Kardashian.
Kayne West, il marito della Kardashian, è protagonista anche quest’anno di un ‘discorso’ al pubblico dopo che lo scorso anno lo ha intrattenuto per decine di minuti, annunciando fra l’altro la sua candidatura alle elezioni del 2020. West quest’anno dal palco difende il discusso video “Famous”, in cui è ritratto con celebrità e politici come Donald Trump e George W. Bush nudi.

Arisa: “Sono più libera e ho di nuovo fiducia nell’amore”

“E’ un disco costruito sulla fiducia”. Quella che Arisa ha ritrovato in se stessa e quella che ha trovato negli altri. Perché “Guardando il cielo”, il nuovo album che esce il 12 febbraio e che prende il titolo dal brano che porterà a Sanremo, punta sull’ottimismo. Canta l’amore e scopre temi impegnati come l’ambiente e le culture diverse. E’ il lavoro che sancisce la crescita dell’artista che, dice non ha paura di “mettersi in gioco”.

arisa-1

Rosalba Pippa il palco dell’Ariston lo conosce bene e forse per questo non lo teme. Dopo la vittoria tra le Nuove Proposte nel 2009 con “Sincerità” ha trionfato tra i Big nel 2014 con “Controvento”, nel 2012 è arrivata seconda con “La Notte” e l’anno scorso ha fatto la “valletta” al fianco di Carlo Conti. Ci riprova per la quinta volta con un brano scritto da Giuseppe Anastasi, “Guardando il cielo”: “Nasce da una forte spiritualità, è un guardare alla vita come un dono, con fiducia nel domani. Non necessariamente riconducibile ai dogmi della chiesa. Io entro in tutte le chiese, protestanti anglicane…”. L’album vanta invece collaborazioni con Federica Abbate, il poeta e artista Alfredo Rapetti Mogol in arte Cheope, Fabio Gargiulo, Stefano Galafate, Andy Ferrara, Andres Diamond e Don Joe che danno una sferzata dance in “Come fosse ieri”: “Una canzone che ho voluto fortemente. Appena ho sentito la base mi sono venute le parole…”.

Arisa cosa ti aspetti da questo Sanremo?
Di fare arrivare la mia canzone a più gente possibile. Per me questo brano è come un vestito che tieni per le feste, aspettavo da tempo di poterlo cantare. Adesso è finalmente arrivato il momento…

A Sanremo sei nata, il festival l’hai vinto e presentato, perché rischiare mettendoti di nuovo in gioco?
Ho deciso di fare musica solo se ho delle cose da dire, in questa canzone come nel nuovo album ci credo. E poi cosa rischio? Al massimo, se mi va male, farò la mamma. Ma il mio uomo dovrà essere ricco, sono molto viziata (scherza, ndr). Perché la cosa che serve di più nella vita è l’amore.

Nel nuovo album come nella vita appari più ottimista, cosa è cambiato?
Sono più libera, mi dispero meno e vedo i problemi più piccoli. Ho imparato a guardare il cielo e a ridimensionare tutto. Ci vuole tanta forza ma si può fare.

All’Eurovision ci pensi, ti piacerebbe una carriera internazionale?
In realtà non mi alletta l’idea di diventare super famosa nel mondo, perché mi toglierebbe un pezzettino di vita. Ed è l’ultima cosa che voglio.

Nel brano “Gaia” parli di ambiente, un argomento che ti sta a cuore…
Nel 2013 ho fatto una lunga vacanza nella mia terra, la Basilicata, e ho scoperto che la natura e il cielo mi rasserenavano. Ma gestiamo male il nostro ambiente, ad esempio in Basilicata hanno scoperto che c’è il petrolio e l’hanno tappezzata di pozzi. La terra ora è compromessa, in alcuni paesini spesso manca l’acqua, la gente si ammala di più di tumore. Ho una esperienza anche in famiglia… Il dono si ritorce contro se non lo trattiamo bene.

Cosa ti manca?
Viaggiare. E ho tanta sete di scoprire nuovi posti e realtà diverse. In Turchia la scorsa estate ho conosciuto donne che cantano anche se la voce non è bellissima. Ed è giosuto così. L’Oriente poi mi appassiona molto. Vivo nella Chinatown milanese e ammiro il rigore dei cinesi. Una mia amica Cristina mi parla delle loro tradizioni e io resto ad ascoltarla a bocca aperta…

Un brano importante è “Lascerò”, che hai deciso di cantare dopo anni…
Era anche ora. Parla della fine di un amore, che però può essere una opportunità. Prima non mi sentivo di cantarla, adesso che ho ho metabolizzato alcuni avvenimenti ho deciso di sputare fuori quello che avevo dentro. E ogni volta mi fa piangere quando la canto.

Tornando a Sanremo, per chi tifi?
Patty Pravo. E’ l’esempio della vita che non finisce per l’età. Perché la vita è attuale dal primo all’ultimo giorno.